Lunedì 20 Novembre 2017
   
Text Size

Sul futuro delle province - politici, tecnici e studiosi a confronto

polo di orientamento del canudo-lum


L’esito del Referendum del 4 dicembre scorso non ha lasciato spazio ad equivoci: le Provincie non sono state abolite. La riforma Delrio, nata nel 2014 come premessa ordinaria all’intervento costituzionale, le ha alleggerite di funzioni e personale, i tagli progressivi (un miliardo all’anno, fra Province e Città metropolitane) hanno provato ad accompagnarle all’uscita, ma i nodi dei conti prima e il «no» referendario dopo hanno interrotto questo iter.

 

Venerdì 24 marzo dalle ore 16 presso l’Aula Magna della Sede di Tutoraggio di Trani dell’Università LUM Jean Monnet politici, tecnici e studiosi si confronteranno sul futuro delle province. Ne discuteranno Antonio Barone, Università LUM Jean Monnet, Antonio Decaro, Sindaco di Bari, Antonio Maria Gabellone, Presidente UPI Puglia/Provincia di Lecce, Nicola Giorgino, Sindaco di Andria/Presidente Provincia della BAT, Angelo Giuseppe Orofino, Università LUM Jean Monnet, Pier Luigi Portaluri, Università del Salento, Vito Savino, Presidente di Giuristi di Puglia e Antonello Tarzia, Università LUM Jean Monnet. Nello specifico, sono quattro i temi su cui si articolerà il dibattito:

 

1.   Dopo il referendum, confermata la Provincia quale ente costitutivo della Repubblica, è assicurato il rispetto dei principi democratico e di pari trattamento con l’elezione indiretta per le sole Province?

2. Può essere considerata la 56/2014 legge transitoria? In caso affermativo, quale disciplina sarebbe applicabile alle Province e quali i riflessi sui servizi locali?

3.   Le insufficienze finanziarie e il disequilibrio dei bilanci provinciali, come rilevato anche dalla Corte dei Conti, non impongono una revisione delle ultime leggi di stabilità nel rispetto dell’art. 119 della Costituzione?

4.   Nella riconfermata architettura istituzionale della Repubblica, potrebbe essere rilanciato il ruolo delle Province, anche riprendendo l’interrotto processo di decentramento amministrativo?

 

In programma i saluti di Emanuele Degennaro, Magnifico Rettore dell’Università LUM Jean Monnet e Roberto Martino, Preside della Facoltà di Giurisprudenza e l’introduzione al dibattito di Michele D’Innella, Direttore Generale UPI Puglia e Domenico Giorgio, Segretario di Giuristi di Puglia/ex Segretario Generale Provincia di Bari.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI