Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Emergenza gelo, riduzione pressione in rete

Acquedotto Pugliese

 

L’Acquedotto Pugliese comunica che, per far fronte all’emergenza in corso, dovuta alle eccezionali condizioni meteo, provvederà, a partire dalla giornata di domani, a ridurre la pressione idrica in rete per tutti i comuni serviti.

Le difficili condizioni meteorologiche stanno mettendo a dura prova - come già reso noto - il sistema idrico potabile. In particolare, il congelamento dell’acqua nei tubi con conseguenti rotture degli stessi e dei contatori, sono causa di notevoli dispersioni della risorsa idrica.

Superando, tuttavia, notevoli difficoltà logistiche e di mobilità, sin dall’inizio dell’emergenza, AQP, ha dato l’avvio a una serie di attività finalizzate a garantire la sostanziale tenuta del servizio, incrementando sia la produzione di acqua potabile, portando al massimo delle potenzialità gli impianti di potabilizzazione, sia il prelievo di acqua da falda oltre a rifornire con autobotti e sacchetti d’acqua i comuni più colpiti.

L’iniziativa di ridurre la pressione, che si rende necessaria per garantire la continuità del servizio, attraverso un generale riequilibrio del sistema distributivo, si protrarrà sino ai primi giorni della prossima settimana, quando saranno ripristinati i normali livelli di erogazione.

A seguito della riduzione di pressione in rete potrebbero essere avvertiti disagi negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Acquedotto Pugliese raccomanda di razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua, che costituiscono una variabile fondamentale per evitare disagi.

Commenti  

 
#2 vito totire 2017-01-21 19:25
Potremmo conoscere:
1) il livello di organologenati presenti nell'acqua cosiddetta "potabile";
2) se è stato monitorato il rischio di rilascio di fibre di amianto soprattutto in occasione delle rotture dei tubi; o i tubi non sono in cemento amianto?

Grazie.

dr.Vito Totire

 
 
#1 Nunzio 2017-01-13 14:41
Quante cavolate e gia una settimana che non c'è acqua...ci stanno prendendo solo in giro. Ho la cisterna vuota da giorni e riempio le taniche per lavarmi..e loro ti dicono di pazientare. Ma fatemi il piacere l unica soluzione....le vie legali. Visto che anche il comune se ne frega
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI