Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

RIFIUTI: BISOGNA METTERSI IN REGOLA

raccolta_differenziata

Il Sistri, l’ultimo progetto del Ministero dell’Ambiente in tema di rifiuti, entrato in vigore lo scorso 13 gennaio (D.M. 17 Dicembre 2009) si prefigge di riorganizzare tutto il sistema di controllo e tracciabilità dei rifiuti speciali attraverso l’informatizzazione dell’intera filiera e l’interconnessione dei vari organismi coinvolti nella tutela ambientale (ARPA, Ministero dell’Ambiente ecc...). Ma quali sono gli obiettivi generali della nuova legge? Da un lato semplificazione e dall’altro evidenza nella gestione. Semplificazione perché si passa da un sistema documentale composto da tre documenti distinti, come il Formulario di identificazione dei rifiuti, il Registro carico/scarico e il MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale) ad una procedura unica, informatizzata e facile da compilare. Evidenza, in quanto il legislatore ha inteso rafforzare il controllo della movimentazione dei rifiuti, soprattutto nella lotta al traffico illegale. Il controllo dei dati sarà infatti gestito direttamente dal Comando dei Carabinieri per la tutela dell’ambiente con l’apporto dell’ISPRA, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale e l’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali.

I destinatari dell’iniziativa, obbligati per legge a iscriversi al nuovo sistema, sono i produttori di rifiuti pericolosi, sia imprese che enti, i commercianti e gli intermediari di rifiuti senza detenzione, i trasportatori e gli operatori di trasporto intermodale, i consorzi istituiti per il recupero e il riciclaggio, le imprese di smaltimento di rifiuti ed infine tutti quei soggetti pubblici e privati della regione Campania che trattano la materia.rifiuti

Per sciogliere dubbi e perplessità inerenti il Sistri e per portare alla ribalta un argomento di così forte interesse l’Aps FORLAND, che da poco opera sul territorio per la formazione e lo sviluppo dello stesso, organizza con il patrocinio dei Comuni di Rutigliano e Noicattaro, Provincia di Bari, Regione Puglia e con WWF Puglia, Camera di Commercio e CIA, il seminario “Sistri: Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti” il giorno 27 maggio alle ore 18.00 presso la Sala Monsignor Didonna di Rutigliano.

L’evento ha lo scopo di scuotere chi fa finta di non sentire i richiami normativi e le regolarizzazioni in atto e chi ha bisogno di maggiori informazioni inerenti la scottante tematica.

Tutta la cittadinanza è invitata e soprattutto tutte le aziende interessate ad avere maggiori chiarimenti sul nuovo sistema di controllo dei rifiuti.

Interverranno Dario Patruno, segretario dell’Albo nazionale gestori ambientali, Antonio De Feo presidente del Wwf Italia Sezione Puglia, Carlo Latrofa, dirigente Servizi rifiuti della Provincia di Bari e il Franco Catapano vicepresidente regionale della Cia.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI