Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Gravi episodi di intolleranza religiosa in Russia

Testimoni di Geova in Russia

 

Gentile Direttore,

in qualità di rappresentante stampa dei Testimoni di Geova, ho apprezzato diversi dei vostri articoli riguardanti l’impegno civico e la tutela dei diritti delle minoranze. A questo riguardo desidero metterla al corrente di una questione relativa ai Testimoni di Geova in Russia che si sta sviluppando rapidamente e rischia di avere pesanti ripercussioni su tutta la comunità russa.

Recentemente l’ufficio del procuratore generale della Federazione Russa ha inviato alla nostra organizzazione una lettera formale che annuncia la proscrizione del nostro culto, sebbene in Russia ci siano quasi 180.000 Testimoni di Geova. La lettera minaccia lo scioglimento del nostro ente giuridico in Russia a meno che i Testimoni di Geova cessino quelle che il governo definisce attività “estremiste”.

Questo ultimatum ha implicazioni molto estese e preoccupanti. Ingiunzioni del genere, infatti, spesso preludono a una escalation di violazioni di diritti umani verso molti altri cittadini e organizzazioni. Lo conferma il fatto che il 20 luglio scorso sia entrata in vigore in Russia una nuova legge che criminalizza qualsiasi individuo o associazione religiosa “diffonda informazioni sulle proprie credenze” senza il permesso del governo. Alcuni considerano questa nuova legge più dannosa per la libertà di espressione e di culto rispetto alle leggi in vigore nell’ex Unione Sovietica.

Molti cittadini russi che vivono nella provincia di Bari sono preoccupati per quello che sta succedendo nel loro paese e per i pericoli cui questi sviluppi espongono i loro familiari e gli amici che vivono ancora lì.

Ringraziandola per l’interesse le porgo i miei più cordiali saluti,

Claudio Cutrignelli

Commenti  

 
#4 Luca 2016-08-31 23:31
Caro Pino, io vado a lavorare e se dormo certamente non "tollero" essere disturbato da persone che non conoscono e che vengono a propormi fatti che non mi interessano...se mi interessava, sarei andato via.
 
 
#3 Pino 2016-08-28 14:28
Luca se ti senti così disturbato da chi la pensa diversamente da te da non voler nemmeno ascoltare cosa hanno da dire... beh allora sappi che sei un intollerante anche tu.!
 
 
#2 lupomb inca...ato 2016-08-26 06:09
Concordo pienamente con quanto scritto da Luca. Nessuno dei credenti delle varie religioni ti ferma per strada o viene a disturbarti a casa, anche di domenica mattina.
 
 
#1 Luca 2016-08-25 11:17
Beh, se fate come in Italia andando a disturbare la gente nelle loro abitazioni, normale che prima o poi qualcuno si scoccia. Nessun musulmano, ortodosso, mormone, ecc...è mai venuto a rompere le scatole a casa, mentre dormivo perché avevo il turno di notte, e non hanno mai messo nulla nella mia posta. Poi alcune idee e politiche, sono abbastanza discutibuli. In Francia hanno vietato i veli dei musulmani, ognuno ha le proprie reazioni, giuste o sbagliate. Predicate tra voi e basta
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI