Lunedì 20 Novembre 2017
   
Text Size

Rifiuti: firmato il contratto con l’Ati vincitrice della gara Aro Ba5

Casamassima contratto Aro 5


Il nuovo servizio dovrebbe partire da questa mattina. Previsti tre mesi di sensibilizzazione per il passaggio alla raccolta "porta a porta"


Mercoledì 15 giugno si è proceduto alla sottoscrizione del contratto tra il Comune di Casamassima e l’Ati (associazione temporanea di imprese) che si è aggiudicata in via definitiva la gara per la gestione del servizio di igiene urbana nell'ambito dei Comuni dell'Aro Bari 5. Dunque il nuovo gestore sarà la compagine societaria composta da CNS Bologna, Cogeir Costruzioni e Gestioni Srl di Brindisi e Impresa del Fiume Spa di Taranto. Un passaggio di consegne "storico", che mette fine ad una decennale gestione della raccolta dei rifiuti casamassimesi da parte della Ecologica Pugliese, proseguita ben oltre i naturali limiti temporali del contratto originario, nutrendosi di proroghe e relative "incomprensioni" sulla qualità delle prestazioni offerte.

I ricorsi pendenti. Va detto che al momento sono ancora pendenti alcuni ricorsi che contestano la validità di questa aggiudicazione, uno dei quali è quello presentato dell'Ati di cui fa parte la ditta Catucci di Turi, la cui valutazione nel merito è stata rimandata dal giudice al prossimo ottobre. Tuttavia, dopo una consultazione con l'avvocato difensore dell'Aro Bari5, l'Ufficio Aro ha ritenuto percorribile la possibilità di far partire ugualmente il nuovo servizio, inserendo nei vari contratti un'apposita "clausola di salvaguardia rescissoria", che consentirà – nel caso gli esiti dei ricorsi siano sfavorevoli all'ATI guidata dal CNS Bologna – un'eventuale avvicendamento nella conduzione dell'appalto senza nessuno strascico legale ed economico per le Amministrazioni locali.

Ricordiamo che a fine marzo è stato nominato il Direttore per l'esecuzione del contratto (Dec) che controllerà che le aziende rispettino quanto previsto dal capitolato. Sarà ora compito di ogni Comune facente parte dell'Aro Bari 5 nominare un proprio responsabile che, oltre ad assolvere i vari oneri burocratici, dovrà verificare la qualità e la puntualità del servizio. Il controllo finale, tuttavia, potrà solo passare per il giudizio degli utenti che, attraverso i mezzi che dovranno essere messi a disposizione da Comune e azienda appaltatrice (numero telefonico dedicato, sito web, e-mail e front office), potranno comunicare eventuali disservizi e possibili suggerimenti.

Il nuovo servizio. Venendo alle migliorie più eclatanti previste dal nuovo servizio di igiene urbana, ci sarà un graduale passaggio dall'attuale "raccolta di prossimità" (il conferimento nei cassonetti stradali) a quello "porta a porta". In questa fase intermedia, che non dovrà durare oltre tre mesi, l'azienda avvierà una campagna di comunicazione e di sensibilizzazione dei cittadini, provvedendo anche alla consegna dei contenitori per la raccolta differenziata (concessi in comodato d'uso gratuito). Quando il servizio sarà definitivamente "a regime", partirà il meccanismo della tariffazione puntuale: dal secondo anno, gli utenti pagheranno la TARI in relazione alla reale produzione di rifiuti e alla capacità di differenziazione degli stessi.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI