Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

LA NUOVA CHIESA MADRE COMPIE DIECI ANNI

Interno_Chiesa_S._Croce

Ricorre quest’anno il decimo anniversario della dedicazione della chiesa S. Croce, avvenuta in occasione della riconsacrazione dopo i lavori di restauro che l’hanno vista chiusa per cinque anni, dal 1995 al 2000.

La chiesa fu edificata nel 1321 su un’antica basilica bizantina risalente al VI-VII secolo e nel tempo ha subito varie modifiche e ammodernamenti; di originale restano il campanile, in stile romanico pugliese, e l’abside.

La denominazione della chiesa deriva proprio dalla reliquia della Santa Croce che vi è conservata e che viene portata in processione in occasione della festa di S. Croce il 14 settembre. Fra le varie opere d’arte che la chiesa ospita, vale la pena ricordare il monumentale Crocifisso alto circa tre metri, uno dei più grandi dell’Italia meridionale.

Nel 1995 sono iniziati i lavori di restauro con vari interventi strutturali, fra cui il rifacimento del pavimento, il sollevamento dell’altare e il recupero delle colonne originali in marmo.

Durante gli scavi è venuto in luce nella zona absidale e in quella antistante il portone principale, un fitto sepolcreto articolato su due livelli, probabile resto di un cimitero ben più esteso e preesistente alla costruzione della chiesa. Gli accertamenti sui resti hanno permesso di datarli attorno all’875 d.C. e la presenza di soggetti con caratteristiche morfologiche tipiche delle popolazioni nordafricane ha permesso di stabilire che nel IX secolo Casamassima era abitata da una comunità saracena ben integrata con la popolazione autoctona. Oggi le camere sepolcrali sono visitabili.

Al termine dei lavori di restauro, proprio il primo maggio di dieci anni fa, la chiesa è stata riconsacrata con una cerimonia a cui ha partecipato il vescovo Francesco Cacucci il quale ha unto le pareti e l’altare con il Sacro Crisma, come si fa nel sacramento della Cresima.

Quest’anno, sabato primo maggio, i ragazzi dell’oratorio Pier Giorgio Frassati hanno organizzato durante la mattinata giochi e animazione a tema per i bambini delle scuole elementari.

Nella stessa serata, proprio per rievocare quel momento e ricordare la consacrazione della chiesa, sono state celebrate le cresime dei giovani.

Invece domenica sera, nel cortile interno della chiesa, ha avuto luogo la videoproiezione dei lavori di restauro.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI