Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Piano Strategico del Turismo 2016-2025

piano strategico turismo logo


Presentato il 22 marzo. Obiettivo: “Una lunga vita felice” in Puglia

Lo scorso 22 marzo nel Nuovo Centro Congressi della Fiera del Levante, si è parlato di programmi per il turismo al grido di "Una lunga vita felice"... Piani strategici per migliorare una regione anche per noi. Nella presentazione è stato sottolineato che un ottimo lavoro è stato svolto da Puglia Promozione, e dai GAL e IAT, che hanno valorizzato le risorse locali attraverso la Rete e un Marketing Territoriale che ha cominciato a guardare prima entro se stesso per “smuovere” gli attori del territorio che troppo spesso hanno sottovalutato queste risorse dando spazio a realtà lontanissime da quelle locali, ma per raggiungere risultati ancora più soddisfacenti, occorre una progettazione più ampia.

Oltre il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che ha illustrato “La Puglia che vogliamo”, e l’Assessore all’Industria e Turismo Loredana Capone, che ha spiegato “Perché puntare sul Turismo”, sono intervenuti esperti del settore italiani e stranieri che hanno illustrato metodologie e tecnologie adottate altrove per la progettazione di un Piano Strategico del Turismo decennale (2016-2025), che si integri al Piano Strategico Nazionale, favorendo la crescita e la qualità della vita e si ponga al servizio di tutta la comunità. piano turismo 2016

Il turista che viene in Puglia, non è il turista legato al monumento, è un turista che sa di venire in una regione dove la vita sembra essersi fermata nel tempo. È per questo che da alcuni anni in Puglia si sta lavorando sul turismo esperienziale, per offrire un’atmosfera autentica di vita pugliese, un’atmosfera che si esprime nelle immense distese di grano e di ulivi, nelle tradizioni, negli eventi culturali legati al territorio, nei sapori del nostro cibo, nella ospitalità di gente semplice.

La Puglia deve cavalcare l’onda che la vede in crescita con un aumento del 10% di stranieri e del 5% di italiani, ancora tutti concentrati nella stagione estiva, ma che a tutt’oggi ancora non trovano organizzazione, infrastrutture e servizi soddisfacenti. Occorre quindi mettere insieme tutte le risorse per diventare una forza unica competitiva con un processo importante al quale devono partecipare tutti e, soprattutto, dare una spinta alla destagionalizzazione con lo sviluppo di una organizzazione innovativa e tecnologica che favorisca l’occupazione e la redditività. L’industria del turismo deve essere uno dei fattori trainanti. Gli operatori sono pronti per la nuova stagione ma bisogna fare di più e meglio.

Al via quindi il Piano Strategico del Turismo che consiste in : Individuazione di 6 aree tematiche (promozione, prodotto, infrastrutture, innovazione, formazione, accoglienza); 1 gruppo di lavoro per ogni area tematica; 18 incontri, 3 per ogni gruppo di lavoro; 1 obiettivo “Tutta la Puglia tutto l’anno”; la consegna del progetto al MIBACT entro luglio 2016. I Tavoli di Lavoro si svolgeranno in tutta la Puglia con un percorso di partecipazione che punta alla condivisione delle scelte più importanti, secondo un programma già presentato in consiglio regionale.

I Tavoli di Lavoro per raggiungere gli obiettivi del piano saranno formati da enti locali, istituzioni, operatori di settore, associazioni turistiche, università, opinion leader e chiunque si interessi di Puglia, purché con competenza e professionalità, se si vuole un adeguato sviluppo eco-socio-turistico-lavorativo per tutti. La strategia del Piano sarà composta da azioni di marketing, advertising, reti di impresa, incremento dei trasporti pubblici, coinvolgimento trasversale dei settori, agricoltura, cultura, turismo. Tutti al lavoro per questa nuova preziosa opportunità da non lasciarsi sfuggire.

Architetto MARILINA PAGLIARA

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI