Venerdì 17 Novembre 2017
   
Text Size

Come valorizzare le ciliegie dell’agro di Casamassima

locandina evento


Le forme innovative di aggregazione d’imprese: il contratto di rete

La valorizzazione delle ciliegie di Casamassima è uno degli obiettivi del programma politico dell’amministrazione Cessa – assessorato al Marketing territoriale, attività produttive, industria, politiche agricole. Venerdì 18 marzo alle ore 17 nella sede delle Officine Ufo di Casamassima (via Amendola 28, ore 17, ingresso libero) si tiene un incontro aperto alla cittadinanza dal titolo: “Come valorizzare le ciliegie dell’agro di Casamassima. Le forme innovative di aggregazione d’imprese: il contratto di rete” con l’onorevole Alberto Losacco.

Il sindaco Vito Cessa e l’assessore Rocco Bagalà, con il supporto di esperti del settore, si confronteranno sui processi attinenti alla valorizzazione della ciliegia casamassimase, per parlare di quanto è stato fatto sino ad ora, del regolamento approvato per la costituzione del marchio De.c.o (denominazione comunale di origine) e del percorso che s’intende proseguire verso forme innovative di aggregazione d’impresa.

Intervengono Gianni De Marinis dello studio tecnico agronomico De Marinis-Iacovelli, Oronzo Milillo, presidente Ordine agronomi e forestali di Bari, Tommaso Battista presidente Copagri Puglia, Teobaldo De Leonardis responsabile Coldiretti Casamassima e Michele Lastilla responsabile Confesercenti Innova.

“L’obiettivo principale è mettere sul mercato il nostro prodotto con un marchio identificativo del territorio casamassimese e trovare la formula giusta per aggregare le imprese agricole nel rispetto delle tradizioni. Nel nostro paese e nelle terre del suo agro vi è una ingente superficie coltivata a ciliege con una produzione eccezionale sia dal punto di vista quantitativo ma soprattutto da quello qualitativo. Siamo alla pari più o meno di Turi e Conversano almeno per quanto riguarda la produzione, l’area del sudest barese conta una produzione “media” che si aggira intorno a 52.000 tonnellate e rappresenta l’80% della produzione pugliese (dati 2013)”, spiega Bagalà, assessore al Marketing territoriale, attività produttive, industria, politiche agricole.

locandina evento

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI