Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Casamassima respira aria di cambiamenti

Gli interventi sulle aree verdi di Casamassima (2)


L’amministrazione Cessa ha avviato un’azione capillare tesa a risanare le più vistose criticità
presenti nelle aree verdi e sulle strade

 

Facciamo la differenza! Questo motto è assurto a grossa popolarità tra le fila dell’amministrazione locale, capeggiata dal primo cittadino Vito Cessa. Eppure, tale propaganda fatica a conquistare credibilità in buona parte della comunità casamassimese. La stessa, tuttavia, ha potuto constatare come le promesse che il Sindaco ha fatte non sono state spazzate via ma hanno resistito persino a quelle forti raffiche di vento che nei giorni scorsi ci hanno arrecato non pochi danni. Anzi, queste hanno iniziato a concretizzarsi e Casamassima non può che esserne riconoscente, seppure speranzosa che le iniziative amministrative non si arrestino, bensì perseverino sino a completa risoluzione delle criticità che il nostro Comune presenta da parecchio tempo.

L’annunciato programma Clorofilla è partito il 21 gennaio con l’impiego di sette lavoratori, individuati in base alla Legge 381/1991 e alle successive integrazioni così come previsto dalla Commissione Europea. Ricordiamo che il progetto contempla la cura delle aree verdi del territorio e l’inserimento lavorativo per persone in condizioni di svantaggio sociale. Ebbene, a distanza di un mese, a giovarne gli spazi più malconci, siti in via Matteotti, via Azzone Mariano/via degli Alberi, via Don Giovanni Mazzone, via Tagliamento, via Sammichele (La Scacchiera), via Pesce, via Taranto, parcheggio Scuola G. Marconi e via Di Vittorio.

«È vero non sarà come in Central Park - commenta il sindaco - ma passeggiare adesso per i giardini di questo paese mi emoziona. È solo una parte dell'azione che abbiamo programmato con questo progetto d'inclusione sociale. Abbiamone cura!». A proposito della manutenzione, in cantiere anche nuove idee che vorranno coinvolgere attivamente le associazioni attraverso l'adozione di uno spazio pubblico, riportando alla memoria proprio ciò che Vito Cessa predicava nella sua campagna elettorale: «Inviterò i cittadini ad essere protagonisti di questo cambiamento!».

«La potatura e manutenzione degli alberi di Casamassima è un lavoro che è stato predisposto circa tre mesi fa; ogni azione amministrativa prevede un iter burocratico che ha una sua tempistica. Stiamo portando avanti il nostro programma: venerdì scorso da via Acquaviva sono iniziati i lavori che prevedono sia la potatura, sia la sostituzione di alcuni alberi per sicurezza». Ecco ciò che si legge sulla pagina social curata dal primo cittadino. Dichiarazioni che lasciano presagire dei risultati che questa volta non tarderanno ad arrivare. Risultati che si spera non escludano una delle piaghe più reclamizzate: le strade! Queste necessitano di un nuovo manto stradale e, a quanto pare, ci si è mobilitati anche in questo senso. Infatti, se via Turi verrà risistemata a breve, la popolare, suo malgrado, via Don Minzoni sta già subendo attività di scarifica. Ma non basta... non bisogna dimenticare che quest’arteria del paese subisce inevitabili allegamenti nei giorni di pioggia. «Uno dei problemi che si ripropone ogni volta che piove a Casamassima è l'allagamento delle strade. Via Pietà è una di queste. A dicembre abbiamo predisposto la realizzazione di opere idrauliche per lo smaltimento di acque meteoriche. A breve inizieranno i lavori». Dunque, non solo via Don Minzoni, anche via Cisterne, infine, viene portata all’attenzione di Cessa.

L’impegno si accompagna anche ad una caparbietà senza precedenti dinanzi ai deprecabili atti compiuti da paesani poco rispettosi dei beni che dovrebbero essere fruibili da tutta la comunità. Basti pensare all’attualissimo caso che conta diverse fontane distrutte, l’ultima sita nell’area parcheggio nei pressi della ‘Dante Alighieri’, zona mercatale il sabato mattina: «È vero, è soltanto una fontana nuova, ma questa installazione è il risultato di una bella sinergia nata nella nostra comunità. Con l'aiuto di alcuni cittadini e con l'attività investigativa della polizia municipale sono stati individuati i responsabili della distruzione della fontana in pietra nell'area mercatale. Voglio ringraziare anche cittadini come Modesto Dell'Aera e Pino Marotti, che hanno offerto il loro tempo e la loro professionalità. E anche Leroy Merlin di Casamassima che ci ha donato la struttura in ferro. Ogni volta che distruggerete qualcosa nel nostro paese noi lo risistemeremo! Se romperete di nuovo questa fontana nuova in ferro ne troverete un'altra e poi un'altra ancora. Casamassima merita rispetto e decoro, noi non ci stancheremo mai».

In ultimo, fondamentale è l’attività di disinfestazione delle aree verdi aventi focolai di processionarie, bruchi altamente pericolosi per i nostri amici animali.

Respiriamo aria di cambiamenti e speriamo che questi non ritornino ad essere elusi. Casamassima ha bisogno di rinascere a miglior vita e se da un lato gli abitanti stessi devono responsabilizzarsi perché questa appaia decorosa, l’amministrazione nostrana ci sia da solido sostegno.

MARIAGRAZIA CAROLINA MILANO
Foto Amo Casamassima

Commenti  

 
#1 LUPOMB INCA**ATO 2016-03-10 19:14
Vorrei sapere quando il Comune farà potare gli alberi di viale Salvo D'Acquisto, di fronte al bar, i cui rami tra non molto entreranno negli appartamenti dei residenti attraverso le finestre. E che dire anche della luce e visibilità che tolgono? E' così che si vogliono abbellire i viali a discapito dei cittadini che vi abitano?
I nostri amministratori si facessero un giro per il paese per visionare tutte le cose che non vanno.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI