Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Campagna per l'economia circolare: il nostro paese presente all'appello!

Il Tour Puglia 2016 della Campagna nazionale per l'economia circolare

Sabato 5 marzo il Gruppo Zero Casamassima e l'associazione Cieliblù presenteranno la tappa locale del tour nazionale

Contenere l'innalzamento della temperatura globale e l'aumento dell'effetto serra entro il 2100 per evitare una catastrofe senza ritorno. Questi i punti focali attorno ai quali si incentrerà la presentazione della tappa locale della Campagna nazionale per l'economia circolare, promossa da “Alliance for the circular economy”. Parte infatti dalla Puglia e dal sud Italia l'iniziativa di sensibilizzazione che propone una vera alternativa economica di sistema basata su zero rifiuti, energia a zero emissioni, alimentazione a km zero e mobilità sostenibile. L'iniziativa casamassimese, organizzata dal Gruppo Zero Casamassima e dall'associazione Cieliblù, avrà luogo presso la sala consiliare del Comune sabato prossimo, 5 marzo, alle ore 10.

La massima priorità del pianeta oggigiorno pare sia divenuta infatti quella di contenere l'innalzamento della temperatura globale e dell'effetto serra, che occorrerebbe mantenere obbligatoriamente al di sotto del 1,5°C. A tal proposito, i rifiuti rivestono un ruolo di prim'ordine, perché costituiscono uno dei quattro settori che producono più inquinamento in assoluto, attraverso le azioni che la filiera della loro gestione impone.

Ma secondo le previsioni, la terra dovrebbe ospitare tra i 9 e gli 11 miliardi di abitanti entro fine secolo e con l'andamento attuale, con il continuo depredare le risorse, le materie prime globali disponibili non saranno sufficienti al mantenimento dell'intera popolazione. Sarebbe quindi necessario imparare a produrre meno rifiuti e a riutilizzare i prodotti che non siano giunti a fine vita. Tutto questo affinché si produca meno inquinamento attraverso le dinamiche sempre in maggiore sviluppo di approvvigionamento dei fabbisogni e delle trasformazioni delle merci.

All'evento previsto per sabato 5 marzo saranno presenti i promotori della Campagna nazionale: Massimo Piras di Rifiuti Zero Lazio e Angelo Consoli, direttore dell'Ufficio europeo di Jeremy Rifkin. Sia Piras che Consoli sono stati promotori anche dell'intera “Alleanza per l'economia circolare”, che è composta da Rifiuti Zero Lazio, Cetri/TerritorioZero, Arci Ambiente, Slow Food, CittadinanzaAttiva Roma e altri.

Per l'occasione, in sala consiliare, sarà presentata anche la bozza di delibera sull'economia circolare da sottoporre all'attenzione dei consigli comunali e la proposta di realizzare un centro di riparazione e riuso, una sorta di presidio culturale e di buone pratiche, affinché i cittadini abbiano la possibilità di confrontarsi con una realtà che metta in pratica proprio i principi dell'economia circolare, che prevedono di rimettere in circolazione materiali che altrimenti andrebbero in discarica: giocattoli, elettrodomestici, vestiti, arredi e mille altre cose che circondano la nostra quotidianità.

FRANCESCA DELL'AIA

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI