Venerdì 17 Novembre 2017
   
Text Size

“Le città del futuro possono essere la Realtà"

Andrea Cristini


Successo di partecipanti per il convegno "L'Energia che Muove"

“Le città del futuro possono essere già la realtà. La vivibilità eco-sostenibile è attuabile, attraverso strumenti e progetti esistenti”. Il messaggio è stato lanciato dal convegno sulla mobilità sostenibile “L’energia che muove”, che si è tenuto il 12 febbraio a Casamassima, promosso da Greenergy, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Bari e con Cortenova Ricevimenti.

Esperti di respiro nazionale, rappresentanti delle amministrazioni pubbliche, dell’università e delle più importanti associazioni di categoria hanno dato vita ad una illuminante discussione sulle attualissime tematiche legate alla vita eco-compatibile. “L’energia che muove - evidenzia l’ideatore, l’ing. Andrea Cristini della Greenergy Impianti S.r.l. - è un progetto che punta a determinare un movimento di idee e di soluzioni per le smart city del futuro, con un occhio all’ambiente e la sua tutela. Per concretizzare tale idea vogliamo creare un ente giuridico capace di mettere assieme mondo accademico, economico e sociale”. La sinergia che guarda alle città green ha visto nel convegno “L’energia che muove” interventi dal mondo industriale, finanziario ed amministrativo. Un esempio di concretezza è la Greenergy Impianti di Castellaneta, che nel 2016 festeggia il suo decimo anno di attività. “La mobilità sostenibile - ha evidenziato l’ing. Cristini - è uno degli obiettivi che la nostra azienda sta perseguendo. Per quale ragione? Per ridurre gli effetti negativi della mobilità tradizionale; per migliorare lo stile di vita e le condizioni ambientali a cui siamo abituati; per centrare gli obiettivi previsti dalla Direttiva Europea e riportati nel Piano Nazionale Infrastrutturale per la ricarica dei veicoli elettrici”. A riguardo Cristini ha evidenziato la strategia del prodotto Gamesa - di cui Greenergy è partner - per le stazioni di ricarica dei veicoli elettrici, “fondamentali per le zero emissioni allo scarico, l’abbattimento dell’inquinamento acustico, la massima reattività del propulsore sin dalla partenza, la maggior efficienza e la possibilità di aumentare l’autoconsumo da fonti rinnovabili”.

L’attenzione delle istituzioni alle tematiche delle energie rinnovabili è evidenziato dal sottosegretario al Lavoro Massimo Cassano, intervenuto al convegno di Casamassima: “Il Governo ha inserito delle somme, attraverso il patto di stabilità, finalizzate all’energia pulita - ha detto Cassano -. Noi siamo impegnati giornalmente sulla vita eco-sostenibile e questo convegno dimostra che oggi vi sono delle opportunità tecniche e finanziarie affinché la quotidianità possa migliorare sotto il profilo della socialità legata al rispetto dell’ambiente”.

Il prof. ing. Massimo La Scala del Politecnico di Bari è intervenuto sul tema “Il Laboratorio Zero del Politecnico di Bari per la Smart City e la mobilità urbana sostenibile”. I partecipanti al convegno L'energia che Muove

L’attenzione è stata posta su “LabZERO”, un laboratorio finanziato nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro della Regione Puglia sulla Ricerca Scientifica “Reti di laboratori pubblici di ricerca”. Si tratta di un centro per la ricerca applicata nel settore delle green e smart technologies. “È un laboratorio - ha evidenziato La Scala - che si avvale del know-how del Politecnico di Bari e di ENEA- Brindisi e sarà attrezzato con strumentazioni e sistemi innovativi per il miglioramento dell’efficienza energetica in ambiente urbano e la mobilità sostenibile. Su questo ultimo aspetto, il laboratorio è impegnato nello sviluppo di colonnine di ricarica attive e di dispositivi per la gestione ottimale delle risorse energetiche a bordo degli autoveicoli”. Nella sua riflessione sul “contesto economico”, il dott. Paolo Ciocca, Economist Ufficio Studi BNL Gruppo BNP Paribas ha spiegato come “lo scenario attuale, con le sue criticità, influenza gli investimenti. Il tema dell’ambiente, partendo dal riscaldamento della temperatura terrestre, è un obiettivo importante che rientra nelle direttive finanziarie che vede le banche come supporto, a favore delle imprese e delle amministrazioni pubbliche”. L’ing. Carmine Chieffo, Responsabile Area Territoriale Puglia e Basilicata ENEL Energia S.p.A ha posto all’attenzione della numerosa platea del convegno “L'esperienza Enel nella Mobilità Sostenibile”. Quello della mobilità sostenibile, ha spiegato Chieffo, “è un tema centrale nella policy di Enel, che con oltre 1.600 colonnine installate è il primo operatore italiano per infrastrutture di ricarica. Non solo, perché anche la flotta aziendale si arricchisce sempre di più di veicoli a emissioni zero: Enel Green Power ed Enel Distribuzione si sono infatti già dotate di veicoli elettrici e ibridi per le attività quotidiane di intervento sugli impianti e sulle reti”.

“La sostenibilità è un’urgenza, che ha bisogno di strumenti tecnici ed operativi. L’industria ne ha necessità per attuare uno sviluppo nel rispetto dell’ambiente, generando opportunità socio-economiche attraverso la genesi delle smart city. Per cui l’efficientamento energico costituisce un’importante prospettiva verso cui il sistema industriale si sta orientando” ha sottolineato la dott.ssa Lucia Minutello Pres. Energia Chimica e Ambiente - Confindustria Taranto, intervenuta sul tema “Efficienza energetica e sostenibilità. Riflessioni dal sistema industriale”.

Il dott. Nicola Lavenuta, CEO Macnil Gruppo Zucchetti è intervenuto su “InfoSmartCity: Una sola App per tutte le città. Tutte le informazioni di Pubblica Utilità nel tuo smartphone”. Si tratta della nuova App che i cittadini possono scaricare gratuitamente per ricevere aggiornamenti in tempo reale sullo stato del traffico urbano, i tempi di percorrenza delle principali linee dei trasporti pubblici, informazioni sui parcheggi e una serie di informazioni di pubblica utilità. “E’ un canale diretto a disposizione della collettività per dialogare con l’Amministrazione comunale - ha evidenziato Lavenuta -. Parliamo di un servizio innovativo di informazione su viabilità e traffico, sviluppato dall’azienda informatica pugliese MACNIL, parte del Gruppo Zucchetti, in collaborazione con il Politecnico di Bari e gli altri partner legati al progetto SEMINA (Sistemi Evoluti per la Mobilità Intelligente in Network urbani Agili). Il nuovo servizio è già attivo nel Comune di Bari ed in altre città italiane”.

“Mobilità elettrica alternativa sospesa a costo zero”: è l’avveniristico progetto “New Trolley City”, presentato al dibattito di Casamassima dall’ing. Francesco Paolo Lamacchia. Si tratta di una idea chiamata “ferrovia gommata sospesa - spiega Lamacchia, team leader di NTC - che ha in serbo benefici per la società pubblica e per l’ambiente in cui viviamo. Si tratta di un nuovo modo di muoversi in città riveniente dall’assemblaggio di tutte le tecnologie al momento disponibili e realizzabile con estrema semplicità sull’idea dell’ing. Vito Ninivaggi”. L’opera infrastrutturale concerne un sistema di trasporto urbano aereo, azionato da motori elettrici alimentati a sua volta dalle linee elettriche urbane completamente originate da impianti ad energia rinnovabile dalle risorse naturali presenti sul pianeta.

Interessanti anche gli altri interventi del convegno: il prof. ing. Francesco Ruggiero del Politecnico di Bari sul tema “Città ed energia”; la prof.ssa ing. Maria Pia Fanti del Politecnico di Bari su “Le soluzioni di Electric Car sharing per la mobilità urbana sostenibile nelle Smart City”; la dott.ssa Loredana Gambino, direttore generale Top Partners su “Aziende e green mobility ”; l’ing. Pasquale Capezzuto, coordinatore del progetto “Bari Smart city” su “Mobilità: un dominio della Smart City”; l’ing. Giuseppe Mauri, ricerca sistema energetico –RSE, su “Mobilità elettrica: un’opportunità per una città sostenibile”; l’ing. Pantaleo Piccinno, presidente federazione provinciale Coldiretti Lecce, su “ La Mobilità Sostenibile nei sistemi agricoli ”.

Dal dibattito “L’energia che muove” sono emerse idee e progetti già avviati sulla vivibilità rispettosa dell’ambiente e della salute dell’uomo. Gli interventi dimostrano che l’obiettivo delle smart city è possibile, ma indispensabile è la cooperazione, attraverso una rete tra imprese, università e pubbliche amministrazioni, impegnate nella ricerca e nella soluzioni sulla mobilità sostenibile. In ballo c’è il futuro delle città.

Ufficio stampa “L’energia che muove”

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI