Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

A.a.a. Cercasi casa disperatamente!

Rubrica animali 21.02


La Dott.ssa De Bellis ci spiega cosa fare in caso di contatto con processionaria. Mek e Garibaldi i casi della settimana

La settimana scorsa abbiamo pubblicato la storia del piccolo Enea, un gattino che era scampato a un presunto pestaggio a Casamassima, qualche settimana fa. Avevamo proposto il suo caso affinché Enea potesse trovare casa ma, sfortunatamente, Enea è venuto a mancare martedì per una peritonite infettiva, che era in stato latente a causa della cura antibiotica che Enea assumeva per guarire da altro. Questa settimana ci occuperemo dei casi di Mek e Garibaldi; inoltre, grazie ai consigli della Dottoressa Valentina De Bellis, scopriremo qualcosa di più sul pericolo “processionaria”.

 

I casi della settimana

MEK: è un meticcio di 4 anni. Mek aveva una proprietaria, la quale però un giorno ha deciso che Mek non era più il suo cane e che non doveva più vivere in casa con lei. Per tali motivi Mek è stato allontanato e portato in una campagna dove quella che era stata la sua padrona, ogni giorno gli portava da mangiare. Mek questo distacco non lo accettava per cui cercava sempre di allontanarsi da quella campagna e di tornare da quella che lui riteneva fosse la sua dimora. Per fortuna un giorno qualcuno si è accorto di lui e lo ha portato in rifugio mettendolo in salvo da tutti i pericoli della strada. Da allora sono passati 3 lunghi anni in cui si è cercata una nuova casa e una nuova famiglia per lui, ma nessuna richiesta, per ora, è mai arrivata. Mek viene affidato già sverminato, chippato e castrato. Per chi fosse interessato, contattare Manuela Caradonna Tel 348 1125436

Mek

 

GARIBALDI: è un maschietto di 7 mesi. Fa parte di una delle tante cucciolate nel giardino del nostro ex ospedale, buttato fuori dal suo posticino a un mese di vita. Non aveva ancora raggiunto lo svezzamento tanto che, per i primi tempi, Tatiana, la ragazza che ha operato il suo recupero, lo ha dovuto allattare con un biberon. Garibaldi cerca con urgenza una "mamma" poiché è ancora un cucciolo. Per chi volesse prendersene cura, può contattare Tatiana al 3339594683 (solo adozioni in casa).

Garibaldi

 

Dottoressa Valentina De Bellis, veterinaria di Casamassima

La processionaria. Il consiglio della Dottoressa De Bellis. La processionaria è un insetto il cui nome deriva dalla caratteristica abitudine di muoversi in "processione" sul terreno. È molto pericolosa per la salute dell'uomo e degli animali in quanto i suoi peli, posizionati sul dorso, sono altamente urticanti per cui i bambini ed i cani possono facilmente entrare in contatto attraverso le mani, nel primo caso, e con il tartufo, il muso o la lingua nel secondo.

Questi peli creano delle lesioni simili all'ustione con conseguenze gravi come ulcere del tartufo, necrosi della lingua, edema della bocca o ulcere in esofago, se ingeriti. In caso di contatto, lavare con abbondante acqua il muso e la bocca, o utilizzare una siringa senza ago per lavare bene la bocca e raggiungere il Medico Veterinario il prima possibile.

La prevenzione, al fine di evitare tali situazioni, è potare i pini per eliminarne i nidi ed evitare che i nostri cani passeggino sotto di essi o nei loro pressi.


ELEONORA MONTRONE

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI