Mercoledì 22 Novembre 2017
   
Text Size

Pane, amore e... solidarietà

cesto della solidarietà

Un noto panificio casamassimese mette a disposizione la merce giornaliera invenduta per i più bisognosi

In un panorama sociale che ultimamente ci offre così pochi motivi per essere fiduciosi nei confronti del prossimo, a volte capita di incontrare qualcuno che ti dà un motivo in più per sperare che i valori umani abbiano ancora un significato profondo. Ciò succede a Casamassima e protagonista della vicenda è il panificio “La Fornarina” di Adele, meglio conosciuta come Heidi, Verna. La sua attività commerciale da tempo ha intrapreso un’attività benefica che consiste nell’aiutare le famiglie bisognose, concedendo loro tutto ciò che viene prodotto in giornata e che resta invenduto. Inizialmente questa attività veniva attuata in maniera privata ma nell’ultimo mese, le famiglie bisognose che prima usufruivano di questo servizio, per un motivo o per un altro hanno smesso di beneficiare di questo contributo.

Heidi quindi ha deciso di coinvolgere l’intera cittadinanza casamassimese, utilizzando il social network più famoso, con un post che informava sulle modalità e tempistiche di erogazione del servizio:«Il mio intento - spiega Heidi- non era quello di farmi pubblicità ma semplicemente informare che questo servizio, che prima facevamo in altra maniera, si sarebbe svolto in modalità differente. Non immaginavo che avremmo avuto una così forte attenzione mediatica».

Da martedì 1 dicembre dunque tutto l’invenduto (sempre prodotto in giornata) viene confezionato in maniera ermetica (per evitare manipolazioni del cibo da parte di terzi) e messo in un cesto fuori il negozio dopo l’orario di chiusura dell’esercizio commerciale stesso (lunedì, martedì, mercoledì,venerdì dalle ore 21.00, giovedì,sabato e domenica dalle ore 14).

Questa lodevole iniziativa sarà portata avanti ad una condizione, così come conferma la stessa Heidi: «Porterò avanti questa iniziativa solo se ci sarà del buon senso da parte di coloro che usufruiranno del servizio». Per far sì che non ci sia abuso da parte dei cittadini nei confronti di tale iniziativa, Heidi si impegnerà ogni mattina a controllare, attraverso le telecamere di sicurezza, che tutto si svolga nel modo più corretto possibile e che soprattutto il servizio possa aiutare quante più persone evitando che le varie confezioni finiscano nelle mani di una stessa persona.

Che questo possa essere di stimolo per altri esercizi commerciali casamassimesi? Questo è anche l’augurio di Heidi: «Ben venga che questa iniziativa, così come abbiamo deciso di intraprenderla noi, possa essere attuata anche dagli altri, così da poter aiutare quante più persone possibile».

ELEONORA MONTRONE

Commenti  

 
#1 susy 2015-12-07 17:09
BELLISSIMA INIZIATIVA, BRAVA HEIDI, SPERIAMO CHE ANCHE GLI ALTRI ESERCIZI COMMERCIALI SEGUANO IL TUO ESEMPIO. COMPLIMENTI ANCORA
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI