Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Curiamo la nostra Casa Comune”

.

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

I ragazzi del Semiconvitto “Pia Domus Cristo Re”, un modello per Casamassima

 

Nelle ultime settimane di luglio, noi ragazzi ospiti del Semiconvitto “Pia Domus Cristo Re” siamo stati impegnati nella lettura della Lettera Enciclica sulla cura della “Casa Comune” di Papa Francesco “Laudato sì”. Abbiamo compreso che il Papa scrive questa lettera a tutti gli uomini di buona volontà, e quindi anche a noi bambini, rivolgendo un doppio appello: evitare i danni ambientali, ma anche cambiare il modello di sviluppo per i poveri.

Per realizzare questa “cittadinanza ecologica”, il Papa ci invita a realizzare delle “azioni quotidiane” che mirano alla cura del creato e a uno sviluppo equo. L’Enciclica ne elenca varie: dal consumo equo e solidale al minor uso dei condizionatori, alla gestione dei rifiuti.

Nel nostro piccolo abbiamo deciso di dividerci in gruppi: uno di aiutare le signorine che ci cucinano a organizzare la raccolta differenziata dei rifiuti; un altro a curare il verde della nostra “casa comune”; l’ultimo a controllare, insieme agli educatori, che tutti noi non lasciamo cibo nei piatti, che è un vero “schiaffo” per i poveri che non sono fortunati come noi.

Io personalmente, con i miei amici più grandi, mi sono preso cura del verde: abbiamo potato e pulito le aiuole, zappettato il terreno e adottato alcune piante che siamo andati a scegliere con i nostri educatori a Leroy Merlin.

Anche don Carlo e padre Michele, con gli educatori, si sono presi un impegno: quello di rendere il bagno del refettorio più comodo per le nostre esigenze. Grazie agli amici di Leroy Merlin e del comandante dei Vigili Urbani di Casamassima con sua moglie, abbiamo ottenuto, in beneficenza, tutto il materiale necessario per ampliare i servizi igienici. Così anche la nostra “casa comune” potrà diventare più funzionale e più bella.

Per concludere, vorremmo sensibilizzare tutti i nostri amici lettori ad avere cura della creazione di Dio e della nostra “casa comune”, che è la nostra città, per il benessere delle generazioni presenti e future. E’ una sfida che ci riguarda e ci tocca tutti: solo così attueremo una vera trasformazione del cuore, che implica gratitudine per il bene del mondo, ricevuto dall’ amore di Dio.

FRANCESCO E GLI AMICI DEL PROGETTO

. . Casamassima- I ragazzi del Semiconvitto Pia Domus Cristo Re un modello per Casamassima (6) Casamassima- I ragazzi del Semiconvitto Pia Domus Cristo Re un modello per Casamassima (5)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI