Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Taralli casamassimesi a Cascina Triluza

Casamassima- cascina triluza

 

 Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Tradizione Pugliese espone la sua eccellenza al “Mercato di Cascina Triluza” a Expò 2015

 

Grazie ad un accordo sottoscritto con la Città Metropolitana, l’Associazione Cuore della Puglia ha deliberato, lo scorso 2 luglio, sulla partecipazione al “Mercato di Cascina Triluza”, in convenzione con l’ANCI per Expò, per la settimana dal 7 al 13 luglio a Milano. È stato incaricato dell’organizzazione il Patto Territoriale NBO “Puglia Imperiale” che ha provveduto alla gestione delle attività per la partecipazione di tutti i Comuni e delle rispettive imprese più rappresentative. Il calendario giornaliero di presenza di ogni Comune è stato deciso mediante sorteggio; ad ogni paese, inoltre, è stato demandato il compito di selezionare le imprese di prodotti tipici in base a criteri condivisi di qualità certificata.

Ognuna delle aziende scelte, ha dovuto rispondere a determinati requisiti. Tra cui: il possesso della sede legale nei Comuni dell’Associazione Cuore della Puglia; il possesso di requisiti igienico sanitari per la produzione e la vendita di prodotti alimentari e, infine, il possesso del marchio De.Co oppure di certificazioni di qualità europee, quali IGP o DOP oppure di certificazioni Bio o riconosciute dalla normativa.

Data la finalità di Expò di “sfamare il pianeta”, gli obiettivi di solidarietà propri dell’Associazione Cuore della Puglia e quelli etici che contraddistinguono il Padiglione della “Società Civile” di Cascina Triluza, è stato proposto di devolvere gli eventuali prodotti residui (esclusi quelli della vendita) alla Fondazione del “Banco Alimentare” che, tramite la propria rete di solidarietà, contribuisce a sfamare chi non ha cibo. Tale soluzione, rappresentando il contributo sociale dell’Associazione Cuore della Puglia all’Expò di Milano, vuole avere anche un buon impatto di visibilità per l’Associazione, per le imprese e per la Puglia in generale.

Lo spazio espositivo messo a disposizione dell’Associazione è di circa 16 mq ed è posizionato nella zona “Mercato di Cascina Triluza”. Poiché è stata prevista la presenza costante per tutto il periodo di esposizione di almeno un prodotto rappresentativo di ogni Comune, per garantire un’uguale visibilità a tutti gli aderenti all’Associazione e a tutti i partecipanti, è stata disposta per tutta la settimana l’esposizione di un paniere di prodotti rappresentativi di ogni Comune.

Il progetto sarà autofinanziato in massima parte con le quote spese pagate dalle imprese partecipanti.  In base a quanto aveva stabilito l’Associazione, la partecipazione era aperta ad un numero massimo di sei aziende per Comune: si stimava dunque la partecipazione di massimo 240 imprese per un totale di contribuzione pari a 36mila euro (in media 150 euro ad azienda). Tuttavia, al 18 giungo scorso (data ultima per la comunicazione delle adesioni) “Puglia Imperiale” ha raccolto la conferma di partecipazione di sole 60 aziende, per un totale di circa 9mila euro.

In base ai requisiti, anche Casamassima ha segnalato diverse aziende del nostro territorio: di queste, solo una ha accettato la sfida: Tradizione Pugliese con i suoi squisiti taralli. La quale ha esposto la propria eccellenza lo scorso 7 luglio, insieme ai comuni di Corato, Noci, Cassano, Castellaneta e Gioia del Colle.

 

Casamassima a cascina triluza

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI