Lunedì 20 Novembre 2017
   
Text Size

Mario Valentini, è Mister Muscolo di Casamassima

IMG_2637

 Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Studente, lavoratore. A solo vent'anni è diventato già campione di body building

Fare un'intervista a Mario Valentini a Casamassima è come intervistare una star di Hollywood. Ovunque, casamassimesi giustamente fieri che lo salutano, si complimentano, gli danno il cinque. D'altronde la sua fama è meritatissima: Mario Valentini, a soli vent'anni, si è classificato secondo ai Campionati di body building.

Mario mi racconti un po' dei tuoi recenti successi?

«Ho vinto nella selezione del 23 maggio al Grand Prix Trofeo Health e fitness di Catanzaro che mi ha consentito di accedere a campionati Wabba che si sono disputati una settimana dopo, il 31 maggio a Cesena. Qui sono arrivato secondo nella mia categoria. Sono quindi vicecampione italiano nella categoria under 21».

Immagino che tu sia giovanissimo. Quando hai cominciato con il body building?

«Sì ho vent'anni compiuti da poco. Ho cominciato all'età di 17 anni. Io venivo da tre anni di nuoto a livello agonistico; il nuoto è uno sport in cui se non sei già arrivato ad un determinato livello a 17 anni hai poche possibilità di sfondare. Il culturismo al contrario è uno sport che si può iniziare a qualsiasi età e che ti da la possibilità di raggiungere in poco tempo grandi risultati. Quando ho cominciato avevo un peso di 60 chili per 1, 78 e in tre anni sono arrivato a pesare 95 chili. Dopo tre anni di intenso allenamento, ho partecipato alla mia prima competizione».

La tua prima competizione è stata dunque un grande successo. Congratulazioni. Quali sono le tue prossime gare?

«La prossima gara che disputerò sarà Ercole dello Ionio ad inizio luglio e l'altra gara è il Gran Prix Open e mi permetterà di classificarmi per una competizione internazionale, Hercules Olimpia nel maggio del 2016».

Per raggiungere risultati di questo tipo, quanti sacrifici hai dovuto fare?

«Questo è uno sport che non va vissuto come un sacrificio. Indubbiamente ci sono delle restrizioni a livello alimentare e delle differenze rispetto allo stile di vita di un ragazzo di vent'anni. Di certo è uno sport che ti coinvolge a 360 gradi. Cambia anche la vita sociale perché sei condizionato: magari la tua ragazza vorrebbe uscire e mangiare una pizza ma la maggior parte delle volte non è possibile, sopratutto se sei a tre quattro mesi da una gara. La nostra dieta è composta principalmente da riso, pollo, pesce, albume e verdure ed è una dieta essenzialmente iperproteica».

Passiamo al capitolo "vita privata". Sarai circondato da ragazze immagino.

«Io sono fidanzato e ho la fortuna di essere circondato da persone che mi hanno sempre aiutato e supportato. La mia ragazza è la mia prima fan, anche se inizialmente non appoggiava la mia scelta di diventare culturista. Lo scorso 23 maggio è stata la prima a gridare e a fare il tifo. Vorrei cogliere l'occasione per ringraziare lei,  Anita Sportelli, ma anche i miei allenatori, Luciano Troiani della  palestra Empire Fintess Club di Turi e Gabriele Lo Grillo. Devo inoltre ringraziare i miei genitori perché senza il loro sostegno non sarei qui»

Oltre a essere un culturista, cosa fai nella vita?

«Io lavoro come informatore farmaceutico, ma sono anche consulente alimentare e personal trainer e sono al secondo anno di biologia. Se qualcuno fosse interessato a tal proposito, può contattarmi tramite il mio profilo facebook».

Toglimi una curiosità. Il tuo corpo in tre anni è cambiato molto, tu stesso mi hai detto di aver preso 35 chili. Questo cambio repentino è stato in qualche modo per te traumatico?

«Prendere molti chili è una cosa che indubbiamente destabilizza. Quando però c'è la passione vuoi raggiungere i tuoi obbiettivi e fai di tutto per raggiungerli. Solo pochi mesi fa non avrei mai pensato di arrivare fin qui. L'aver raggiunto questo riconoscimento mi ha fatto diventare ancora più determinato a continuare a vincere. Perché alle gare, come dico sempre io, si va per vincere, non per partecipare!»

Ti ringrazio molto per la tua disponibilità e ti faccio ancora le mie congratulazioni.

Oltre ai muscoli, c’è un gran cervello. Mario studio Biologia e fa l’informatore farmaceutico

VALERIA MARANGI

IMG_2634 IMG_2542 IMG_2532 FullSizeRender

Commenti  

 
#2 Brando95 2016-02-04 12:18
Davvero complimenti a questo giovane campione CASAMASSIMESE, in bocca al lupo per le prossime competizioni. Che sia di buon auspicio.
 
 
#1 Saverio 2015-06-12 11:58
Mario Valentini fa miracoli. Tre anni per un fisico scultoreo sono davvero pochi. Ma suggerisca ai ragazzi quante ore al giorno bisogna lavorare con i pesi.I ragazzi potrebbero servirsi della chimica per raggiungere questi risultati in così poco tempo. E sarebbe un vero disastro.
Auguri per il titolo mondiale.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI