Venerdì 17 Novembre 2017
   
Text Size

Il Balcone fiorito 2015

Margherita Ronghi all'estemporanea 2014 - foto di Valentina Lacaputo

 

 

Un bouquet di iniziative nel Paese Azzurro: 2 e 7 giugno

 

Gli obiettivi

Il borgo antico di Casamassima è denominato dagli anni ’60 “Paese Azzurro” per via della calce azzurra che da secoli ricopre case ed edifici civili e religiosi. Questa unicità l’ha inserito dal 2011 tra i “Borghi Autentici d’Italia” e l’ha portato negli ultimi anni, insieme al GAL SEB, a diverse fiere nazionali e internazionali sul turismo. Inoltre tutti sappiamo che parte del nostro centro storico ha fatto da scenario alla fiction RAI “Pietro Mennea-La Freccia del Sud” di Ricky Tognazzi particolarmente colpito dalla sua autenticità mentre era in visita a Casamassima proprio nei giorni dell’edizione 2014 dell’evento. Dopo anni di incuria e abusivismi, il Comune, su spinta della Pro Loco, si è attivato per il suo recupero con importanti interventi di ristrutturazione/restauro di strade, piazzette e alcuni edifici. L’ass. Pro Loco promuove mensilmente iniziative per valorizzare e promuovere il Paese Azzurro a livello locale e nazionale, ma la manifestazione che più di altre punta i riflettori sulle attrattività del borgo casamassimese è proprio “Il Balcone Fiorito nel Borgo Antico” primariamente perché gli abitanti del centro storico si impegnano ad abbellire con composizioni floreali finestre, balconi, scale e chiassi. La Pro Loco auspica la rinascita del “Paese Azzurro” affinché sia socialmente vivibile e conosciuto turisticamente con una giusta promozione, questo creerebbe un notevole indotto lavorativo in quanto è necessario il coinvolgimento delle categorie artigianali sia nella fase progettuale, sia esecutiva e infine gestionale. Inoltre appoggia la riapertura di laboratori e botteghe artigianali con la  vendita dei  propri prodotti artistici e di attività ricettive sia eno-gastronomiche (vendita prodotti locali, trattorie, enoteche, ecc.) che di soggiorno (B&B, albergo diffuso) in considerazione dell’Istituto Alberghiero ormai attivo, tutte attività che con i dovuti incentivi previsti costituiscono ulteriore possibilità di lavoro legato al turismo e al recupero del patrimonio locale, secondo le ultime direttive regionali e provinciali.

 

 

Festival delle arti “La Scesciola”

Il termine deriva dal nome di un rione del borgo dall’arabo shawash’ala=labirinto. Questa rassegna comprende tutte quelle iniziative, di cui alcune già collaudate da tempo, che hanno a che fare con le arti, e che nei suggestivi vicoli e chiassi del borgo trovano una particolare location. Si tratta di quattro concorsi differenti con premi appetitosi i cui bandi sono pubblicati su www.prolococasamassima.it e www.casarmonica.org. La novità assoluta è segnata da “Chiasso nei Chiassi”, una rassegna delle arti di strada, a cura dell’ass. Casarmonica, aperta a tutti i tipi di busker: mimi, uomini-statua, giocolieri, teatranti, musicisti, clown, circensi, ecc, che potranno esibirsi a cappello per le vie del borgo. L’estemporanea d’arte per adulti “Pettegolezzi d’Arte nei vicoli del Borgo”, a cura dell’ass. Live in Art di Adelfia, ha l’intento di rianimare il centro storico di artisti, tele, cavalletti e colori come nelle indimenticabili estemporanee di una volta. L’ass. AC Photographers ripropone “Scatti alle Finestre”, un concorso fotografico su digitale che quest’anno ha come tema “Natura Urbana”, quindi gli scatti dovranno concentrarsi su fiori, piante e natura in genere con cui gli abitanti del Borgo hanno abbellito i propri balconi, finestre, vignali (scale) e chiassi (piazzette). E torna anche #scattiallefinestre2.0, il contest fotografico sul social Instagram per avvicinare i giovani alle bellezze del centro storico. I partecipanti dovranno immortalare scorci del borgo e di vita quotidiana utilizzando il proprio smartphone o tablet e l'Applicazione Instagram.

 

Le associazioni e i patrocini

Anche quest’anno l’evento è stato ampiamente condiviso dalle associazioni locali che nutrono il desiderio, insieme alla Pro Loco, di animare e valorizzare il borgo organizzando per il 2 giugno tante iniziative socio-culturali. Al momento hanno confermato la propria partecipazione l’ass.nazionale Carabinieri-sezione di Casamassima, Agesci Casamassima 1 e 2, M.A.S.C.I. Casamassima, Il Vicinato, Unitre, AC Photographers, Cieliblù, Territorio Zero, Fungai Casamassima, Comunione è vita, MentiCreattive, Tradizioni Puglia, Amo Casamassima, Casamassima verso Rifiuti Zero, gruppo dePILiamoci e Amadeus. A queste si aggiungono, come co-curatori della manifestazione, l’ass. Casarmonica con i Musicanti del Paese Azzurro e l’ass. di Adelfia Live in Art di cui fanno parte alcune artiste casamassimesi.

Ad accertare l’importanza della manifestazione, che accresce ogni anno il proprio valore culturale e turistico, si confermano quest’anno i patrocini di Gal Sud Est Barese e Borghi autentici d’Italia per la valorizzazione del borgo antico attraverso eventi culturali ed enogastronomici, la Lipu di Gravina per la tutela del falco grillaio, il volatile in estinzione che vive nel nostro borgo e la LAP (Libera Accademia di Pittura Vittorio Viviani) per la promozione dell’artista milanese che al nostro centro storico diede addirittura il nome. Si aggiungono il patrocinio del SAC Ecomuseo di Peucetia e della relativa neonata Rete delle Pro Loco. Questi loghi si accostano ai patrocini istituzionali del Comune di Casamassima e dell’Unpli regionale, nonché della regione Puglia e della Camera di Commercio che stanno dimostrando una sempre maggiore attenzione nei nostri confronti.

 

 

Trekking Aperitivo

E poiché l’obiettivo principale della Pro Loco è quello di favorire la conoscenza e la valorizzazione turistica e culturale del borgo, sarà riproposto il 2 giugno l’ormai celebre trekking urbano di Giovanni De Tommaso, da sempre amante della storia e delle storie che aleggiano nel centro storico. Dalle ore 9.30 Giovanni accompagnerà i curiosi visitatori partecipanti in un viaggio alla scoperta delle tante iscrizioni bizantine, templari e medievali; messaggi criptici; angoli impenetrabili; figure ambigue e presenze inquietanti.

Il consueto trekking, che in questi 5 anni ha visto partecipi centinaia di persone, terminerà con un gustoso aperitivo. Prenotazioni al 349 2178123.

 

Piccoli artisti per Land art e Ars topiaria

Le due scuole primarie “G.Marconi” e “G.Rodari” hanno accettato l’invito della Pro Loco a trasformare i propri alunni in piccoli artisti contemporanei in erba per “rileggere” il borgo antico in chiave creativa. Si conferma l’entusiasmo dei bambini di partecipare ad un’estemporanea d’arte pensata per loro per farli innamorarsi del centro storico e dell’arte contemporanea. I “piccoli artisti” delle classi seconde si incontreranno il 2 giugno mattina e, nel grande atelier a cielo aperto, coglieranno scorci, particolari architettonici, fiori e anime, ridisegnandoli sui loro fogli con occhio attento e spirito creativo. Gli alunni più grandi invece stanno seguendo una semplice lezione di arte contemporanea in aula durante la quale imparano cosa è la Land art e cosa l’Ars topiaria e come potranno creare qualcosa di unico nel Paese azzurro proprio rifacendosi a queste correnti. L’iniziativa, inneggiando al tema EXPO2015 “Nutrire il Pianeta”, prevede in pratica la creazione di sculture di frutta e ortaggi.

 

 

Piccoli Architetti per il Paese Azzurro

Il progetto, ideato e portato avanti dalla Pro Loco da sei anni, nasce dall'intento di sensibilizzare il bambino in età scolastica verso la storia e le origini di Casamassima e salvaguardarne la memoria e l'architettura per una più facile lettura. Purtroppo abbandonato a se stesso, l'incuria e la mano dell'uomo, senza una guida, hanno preso il sopravvento alterando grandemente la poetica cromatica che caratterizzava il nostro borgo. Grazie anche a questo progetto oggi, rispetto al 2010, si contano oltre trenta case azzurre in più.  Il "progetto di studio e ristrutturazione" dei piccoli architetti si svolge in tre fasi: lezioni di storia dell'architettura a scuola sull'origine del borgo, la struttura delle case, la descrizione dei monumenti; sopralluogo nel borgo antico suddiviso in isole individuate dal monumento principale, per lo studio dal vero e laboratorio scolastico per lo svolgimento del progetto.

Il completamento del lavoro consiste in quattro elaborati grafici per classe che riportano: rilievo della facciata  del monumento con studio dei particolari architettonici, scheda  tecnica e ricerca storica; rilievo di una casa con gli elementi di disturbo, scheda di valutazione dell'immobile, disegno dell'immobile ristrutturato secondo le linee guida del piano di recupero del centro storico; ricerca e studio dei materiali costruttivi dell’edilizia e indagine sociologica a una campionatura di 50 famiglie.

Quest’anno il progetto è stato inserito in un video per il Settore Scuola inviato all’EXPO2015, la performance oggetto del video sarà riproposta in piazza Delfino il prossimo 2 giugno alle ore 17.30 dopo la consegna delle “Lauree”.

 

Territorio Zero

Il Gruppo Zero Casamassima organizza domenica 24 maggio una passeggiata in Lama San Giorgio e al bosco di Marcedd fra Casamassima e Sammichele per fotografare il bello della Lama. La mattina del 2 giugno in piazza Santa Croce l’ass. Cieliblù cura un mercatino del contadino a km 0 “Dalla terra alla tavola” per acquistare sotto casa prodotti genuini e biologici. Il 2 giugno pomeriggio invece, sempre il Gruppo Zero Casamassima, trasformerà come lo scorso anno, via Farini in piazzetta Territorio Zero per una mostra fotografica dal titolo “Colors of Lama san Giorgio”. Alle ore 18.30 sarà possibile incontrare la prof.ssa Albina Colella, autrice del libro “L’impatto ambientale del petrolio - in terra di Basilicata. Sulle conseguenze delle trivellazioni e inquinamento delle acque”.

 

Via dei Rifiuti Zero

Il Comitato Casamassima verso rifiuti zero propone in via Santa Chiara un’intera giornata in cui associazioni, imprese, movimenti e singoli cittadini si confrontano, dibattono, presentano loro stessi ed i propri prodotti con laboratori e sperimentazioni di idee e pratiche di Decrescita felice, perché lavorare meno e guadagnare meno è necessario per essere più ricchi. Saranno presenti anche Legambiente Bari e Greenpeace Bari.

Insieme al Comitato, la Scuola di comunità Pecuetia-Lab parlerà dei “borghi antichi come beni comuni” esponendo i frutti dei lavori di questi due mesi di attività nei comuni di Casamasima, Turi e Sammichele.

 

Itinerari e Sentieri

 

Torna a grande richiesta l’ASD Itinerari e Sentieri di Danze di Putignano, da anni impegnata nell’ambito della valorizzazione e diffusione delle tradizioni popolari. L’obiettivo principale del gruppo è trasmettere attraverso le danze etniche tradizionali il carattere di festa, tipico delle antiche sagre popolari, nonché i valori appartenenti alle diverse culture, portando in ogni piazza il mondo in movimento con un messaggio di condivisione e solidarietà. Ogni Paese del mondo ha le proprie danze popolari, espressione delle specificità culturali di un popolo. L’Associazione promuove tali valori tramite le danze etniche italiane (pizziche, tammurriate, tarantelle, etc.) e dal mondo (danze balcaniche, rumene, francesi, israeliane, occitane, etc.). Il gruppo coinvolgerà tutti i partecipanti alla festa a partire dalle ore 21 in piazza Santa Croce.

 

Conversazione sotto la volta azzurra

Domenica 7 giugno a partire dalle ore 18 si terrà dentro Santa Chiara una chiacchierata sulle origini e particolarità del Paese Azzurro e sull’importanza delle arti nella riqualificazione e valorizzazione dei borghi antichi. Il dibattito precede le premiazioni dei concorsi d’arte i cui lavori saranno esposti anche in questa serata sulle pareti dello storico e suggestivo chiostro.

 

La Cena azzurra

Domenica 7 giugno dalle ore 20 viene riproposta la “Cena Azzurra”, dal tovagliato ai vestiti dei commensali, tutto dovrà essere rigorosamente nelle varie tonalità di celeste fino a giungere al blu chiaro. Lo scorso anno, come prima volta, l’evento ottenne un certo successo con 200 commensali e oltre 500 spettatori in piedi. Anche quest’anno la cena sarà accompagnata dalla musica popolare e i divertenti sketches dei Musicanti del Paese Azzurro, il nostro gruppo folkloristico e di ricerca storica di musica e tradizioni. La cena si svolgerà in una delle suggestive piazze del borgo e sarà organizzata come un elegante pic-nic. Per il regolamento consultate la pagina facebook Pro Loco Casamassima.

Per motivi organizzativi la “Cena Azzurra” sarà aperta a tutti coloro che avranno prenotato entro mercoledì 3 giugno inviando un messaggio al 347 1182729.

 

 

 

manifesto la scesciola Foto di Margherita De Tommaso Cena Azzurra 11203067_1002996323058382_775578428048580947_n

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI