Mercoledì 22 Novembre 2017
   
Text Size

Gattino spopola e commuove Casamassima

Grazie a Facebook ha potuto riabbracciare il suo padrone

 

 

Dopo l’episodio del micetto preso a schiaffi, un altro si è disperso e riabbraccia il suo padrone grazie a Facebook

 

Ecco una storia a lieto fine che ci fa anche sperare. C’è una gran parte di Casamassima che ama gli animali. L’altro giorno si è disperso un gattino. Così è apparso il post su “Amo Casamassima” del gattino disperso. Il messaggio è stato pubblicato lunedì pomeriggio, 11 maggio, e che in 23 ore ha raggiunto oltre 7mila persone...e continua a salire.

Intanto, grazie a questa maratona di solidarietà, il micio ha ritrovato il proprietario. Dobbiamo ringraziare i social media, in questo caso Amo Casamassima. L’episodio è una decisa risposta all’incosciente che qualche settimana fa a Casamassima prese a schiaffi e mandò in ospedale un gattino.

"Contusione polmonare da trauma, la prognosi è riservata almeno per le prime 24 ore". Questo il referto della dott.ssa Valentina De Bellis che mercoledì 22 aprile, poco dopo l’ora di pranzo, soccorse prontamente, con le dovute cure, ma soprattutto con tanto amore, il gatto.

Qualcuno a Casamassima, ancora ignoto, nei  pressi di via Giovanni XXIII, infastidito dalla suo presenza, lo picchiò, sferrandogli un colpo secco e deciso, presumibilmente un calcio. Il sangue, che sgorgava copiosamente da naso e occhi a causa della lesione interna, aveva ormai riempito le vie respiratorie al punto da ridurlo in fin di vita per soffocamento.

Ma c’è, come abbiamo visto, un’altra Casamassima. E ricordiamo l’insegnamento di Ghandi: “La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali”. In questo caso, Casamassima ha ben superato la prova, dimostrando che i social media possono migliorarci la qualità della vita.

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI