Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

CASAMASSIMA, LE INFRASTRUTTURE DEL FUTURO

opere-casamassima

Dopo la conferenza stampa dello scorso 30 gennaio 2010 presso la sala consiliare del comune di Casamassima facciamo il punto sulla Casamassima del futuro e sulla presentazione del progetto “Le infrastrutture del futuro” alla presenza del sindaco, prof. Domenico Vito De Tommaso, del vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Alessio Nitti, del responsabile dell’ufficio tecnico comunale Alessandro L’Abbate, del dirigente delle ferrovie sud-est Francesco Paolo Angiulli e dell’assessore regionale ai trasporti Mario Loizzo.

IL PROGETTO - Come ha spiegato l’ingegner L’Abbate il progetto, realizzato con un finanziamento di 6 milioni di euro dalla Regione Puglia, coinvolge sia le infrastrutture che il percorso viario e prevede un anno e mezzo di lavori.

Varranno realizzati tre sovrappassi in corrispondenza dei binari ferroviari, che permetteranno di eliminare i passaggi a livello verso Adelfia e verso Acquaviva, garantendo maggiore sicurezza ai viaggiatori; inoltre verrà aperta via Tasso con un prolungamento che la collegherà direttamente alla complanare, snellendo il traffico cittadino e migliorando la viabilità.

I sovrappassi, preferiti ai sottopassi per evitare problemi di pendenza e di deflusso della acque, saranno realizzati con impalcature prefabbricate per velocizzare i lavori e non bloccare il traffico ferroviario. Terranno conto dell’eventuale futuro raddoppiamento delle linee ferroviarie e saranno forniti di cavidotti per l’illuminazione.

La rete viaria usufruirà di una bretella di congiunzione che partendo da via Sammichele e attraversando il lato ovest del centro abitato aldilà della ferrovia, raggiungerà via Bari e avrà una carreggiata di otto metri, marciapiedi su entrambi i lati, rondò rifiniti e rampe per disabili per un tratto di cinque km e mezzo.

L'AREA FERROVIARIA - l'assessore regionale Loizzo ha precisato che questo intervento rientra in un progetto di rivalutazione dell’intera area ferroviaria regionale, progetto del quale fanno parte fra le altre opere, l’eliminazione dei binari che tagliano in due i paesi di Adelfia e Triggiano e i finanziamenti alle ferrovie sud-est per comprare nuovi treni e nuovi bus, migliorando la puntualità e il comfort dei pendolari. Un altro progetto interessante è la rivalutazione di trenta stazioni servite dalla linea sud-est, fra cui quella di Casamassima con sale d’attesa più confortevoli, nuovi parcheggi e rastrelliere per le biciclette, in modo da recuperare il rapporto treno-bici, anche nell’interesse dell’ecologia e a questo proposito verrà eliminato il costo di € 3,50 per trasportare la bicicletta in treno.

Sogno dell’assessore Loizzo inoltre sarebbe ripristinare il premio per i capostazione che tengono il miglior giardino, in vigore fino al 1964, in modo da rivalutare i tanti spazi abbandonati nei pressi delle stazioni, rendendole più decorose.

Un altro progetto che stava molto a cuore dell’assessore e per cui i fondi sono momentaneamente bloccati, è la messa in sicurezza della statale 172, per cui era stato già firmato un accordo nel febbraio 2007 ma la cui attuazione a tutt’oggi è ancora sospesa per la mancata consegna dei 3.100.000.000 € che spettano alla regione Puglia e il cui utilizzo è destinato all’ammodernamento di scuole, alla sicurezza delle infrastrutture e alla sanità.

Dopo i saluti del sindaco, ci si è spostati in via Tasso per la cerimonia di inaugurazione dei lavori, alla presenza di tutta la giunta comunale e di alcune classi della scuola media, accompagnate dai docenti.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI