Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Si prende una cotta per lei e la perseguita

stalking

 



                                                Molestie, pedinamenti, telefonate ossessive contro una 19enne. Arrestato giovane 26enne di Casamassima




Lunedì 27 aprile, i Carabinieri della Stazione di Sammichele di Bari hanno arrestato un giovane 26enne di Casamassima, noto anche in città per essersi invaghito di una sammichelina giovanissima studentessa universitaria di 19 anni.

La posizione del casamassimese, ora ai domiciliari, è grave, poiché ritenuto responsabile di atti persecutori nei confronti di una 19enne. La vicenda ha avuto inizio diversi mesi fa, quando la studentessa si era rivolta ai carabinieri denunciando il suo persecutore. Lei lo rifiutava, lui la perseguitava.

Il giovane invaghitosi della 19enne casualmente conosciuta in piazza, non rassegnandosi di fronte ai suoi rifiuti, aveva cominciato a molestarla e pedinarla, contattarla con telefonate e messaggi. Voleva costringerla a intraprendere una storia d’amore. La spiava e la inseguiva. Lei avrebbe accusato forti stati di depressione.

Qualche giorno fa l’epilogo della vicenda ha fatto scattare le manette. È accaduto lunedì scorso, quando il 26enne è stato sorpreso e bloccato dai carabinieri nei pressi dell’abitazione della vittima mentre tentava un approccio con la stessa tenendola per il braccio. I militari probabilmente lo avevano seguito per poterlo cogliere in flagrante. Il giovane persecutore invece aveva bloccato lei proprio mentre stava rientrando a casa.

Tratto in arresto il giovane, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato sottoposto al divieto di avvicinamento al comune di Sammichele di Bari.
Le leggi in materia di violenza sulle donne sono dure da un po’ di anni a questa parte. Quindi tutto sommato al giovane casamassimese non è andata male, anche perché presto sconterà i domiciliari, ma a Sammichele, anche per il solo desiderio di gustarsi una bella zampina, proprio non potrà più tornarci.


Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI