Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

MESSA DI SAN SEBASTIANO, PATRONO DEI VIGILI URBANI

san-sebastiano

Il giorno 23 Gennaio 2010, si è celebrata, nella Chiesa Madre, la messa in onore di San Sebastiano, patrono dei vigili urbani. San Sebastiano è uno dei Santi Martiri più antichi della Chiesa Cattolica. Secondo i racconti della sua vita, sarebbe stato un cavaliere valsosi dell'amicizia con l'imperatore Diocleziano per recare soccorso ai cristiani incarcerati e condotti al supplizio. Tutto ciò non poteva passare inosservato a corte, tanto che Diocleziano stesso lo condannò: venne legato al tronco di un albero, in aperta campagna, e saettato da alcuni commilitoni. San Sebastiano è divenuto così un monito per la Polizia Municipale: così come San Sebastiano pose al posto la sua fedeltà a Dio, i vigili urbani, al primo posto, pongono gli uomini e la comunità. Questo è il loro compito, unico e indiscutibile, dal momento che essi sono i garanti dell’ordine nel nostro paese, le  guide che fanno in modo che la comunità di Casamassima cresca in concordia e in armonia. I vigili devono insegnarci a maturare il rispetto per l’uomo, chiunque esso sia, e per lo Stato, le cui istituzioni vengono oltraggiate.

Durante il rito, che Don Nicola ha voluto celebrare nonostante le sue condizioni di salute, erano presenti i personaggi più illustri di Casamassima, e non solo. I primi banchi della chiesa erano riservati al Sindaco, Vito De Tommaso, accompagnato da alcuni assessori, e ai rappresentanti dei vigili urbani, non soltanto di Casamassima, ma anche dei paesi ad essa limitrofi: Bari, Sammichele, Gioia, Polignano e Conversano. Si erano uniti a loro anche alcuni membri dell’Assessorato “Combattenti e Reduci” e dell’”Aeronautica”. Ad assistere alla messa c’erano infine ragazzi di scuola media ed elementare, accompagnati dai loro insegnanti.

Tutti i presenti, compreso il Comandante della Polizia Municipale che ha festeggiato il suo 1° San Sebastiano qui a Casamassima, hanno promesso d’impegnarsi per riconquistare quei valori ormai persi, capaci di rendere il nostro paese più bello: il motto è “l’unione fa la forza.”

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI