Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

INIZIATIVE CONTRO IL CIRCO WEBER

no-al-circo-weber

Ciao, Io sono Gregorio De iure gestore dei Giovani Attivisti, mi scuso ancora per il ritardo ma in questi giorni ci sono molte iniziative in tavola di cui poi vi informerò.

La campagna contro il circo Weber nasce da un idea di Gaetano Piruli, che mi contatto chiedendomi una mano per inviare delle e-mail di protesta al Sindaco e i vigili urbani.

In poche ore un gruppetto di animalisti non solo appartenenti ai Giovani Attivisti si e mosso, inizialmente non ci aspettavamo grandi risultati essendo inesperti.

Abbiamo creato un gruppo su Facebook, che brutto da dirsi ma funziona più dei volantini e di comizi. Invitavamo la gente ad inviare e-mail non solo agli organi comunali, stupefacente il risultato in meno di 24 ore gia avevamo più di 300 iscritti, in 48 ore più di 400.

L’idea era quella di invitare il Sindaco e Vigili Urbani ad un controllo sullo stato degli animali, anche se eravamo molto perplessi sulla reazione delle istituzioni.

Su Facebook un Assessore tramite suo figlio ci ha fatto sapere che era d’accordo con noi e che ci avrebbe aiutato.

L’undici mattina e stato convocato un assemblea d’urgenza per discutere sulla questione circo weber, e randagismo altro tema a noi molto caro e più volte discusso in sede Giovani Attivisti.

Io ed altri compagni abbiamo distribuito volantini davanti le scuole elementari, per sensibilizzare bambini e genitori, per la prima volta non ho visto i volantini diventare pavimento, la gente sul tema degli animali si è posta in maniera molto sensibile.

Sotto le allego il resoconto di una compagna Marianna Cataldo che a partecipato all’assemblea, sotto ancora il resoconto di Gaetano Piruli che si è recato il dodici mattina alle prove del circo.

 

“OGGI, IL GRUPPO NON HA NULLA DA FESTEGGIARE.

MA UN GROSSO PASSO AVANTI LO ABBIAMO FATTO. GRAZIE ALLE NOSTRE MAIL DI PROTESTA, AI GIOVANI E QUANTI SI SONO IMPEGNATI IN QUESTO GRUPPO DI ANIMALISTI - NON NATO PER CASO, E LO SOTTOLINEO - , GRAZIE AI TANTI AMICI DI CASAMASSIMA E NON, CHE CI HANNO SOSTENUTI ED AIUTATI IN QUESTO VENTO DI RIBELLIONE CONTRO CHI SFRUTTA GLI ANIMALI, CHE STIANO NEI CIRCHI, NEGLI ZOO O ANCORA PEGGIO NEI CANILI SIAMO RIUSCITI AD ATTIRARE L'ATTENZIONE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE.

OGGI UN GRUPPO DI DELEGATI CHE HA DATO VITA E SI E' IMPEGNATO NELLA SENSIBILIZZAZIONE E IN QUESTA BATTAGLIA CONTRO IL CIRCO HA PRESENZIATO LA COMMISSIONE CONSILIARE CHE AVREBBE DOVUTO VALUTARE LE (IR)REGOLARITA' EVENTUALI DEL CIRCO WEBER ATTUALMENTE A CASAMASSIMA.

INUTILE DIRE CHE NON E' STATA RILEVATA ALCUNA IRREGOLARITA', CONTESTUALMENTE IL SIGNOR WEBER IN PERSONA CI HA INVITATI A VEDERE QUANTO ACCADE. COSA CHE GLI STESSI DELEGATI FARANNO DOMATTINA IN OCCASIONE DELL'ADDESTRAMENTO DEGLI ANIMALI PER LO SPETTACOLO.

QUESTA STESSA MATTINA SIAMO ANCHE ANDATI A VISITARE INSIEME AD ESPONENTI DELL'AMMINISTRAZIONE E POLIZIA MUNICIPALE IL CANILE - LAGER DI CASSANO, IL QUALE OSPITA ATTUALMENTE 1200 CANI APPARTENENTI A 14 COMUNI. ANCHE IN QUESTO CASO, INUTILE DIRE LE CONDIZIONI DEI CANI VISTI. ALCUNI MALATI, ALTRI RIDOTTI A PELLE E OSSA. UNO SCENARIO DI DISUMANA CRUDELTA' A CUI CI OPPORREMO SEMPRE.

 

CHIARO CHE RINGRAZIAMO IL SOSTEGNO DI CONSIGLIERI E ASSESSORI CHE CHE CI HANNO PERMESSO DI ESSERE STAMATTINA IN COMMISSIONE E VISIONARE INSIEME A LORO QUANTO STESSE ACCADENDO SIA PER QUANTO RIGUARDA IL CIRCO CHE PER QUEL CHE CONCERNE IL CANILE.

CERCHEREMO DI COLLABORARE A CHE SI STILI UN REGOLAMENTO CHE AUSPICHIAMO PERMETTA AI CIRCHI DI VENIRE SUL NOSTRO TERRITORIO SOLO PER SPETTACOLI ACROBATICI E SENZA ANIMALI.

INOLTRE DOPO QUANTO VISTO OGGI AL CANILE AUSPICHIAMO CHE IL COMUNE DI cASAMASSIMA PRENDA IN SERIA CONSIDERAZIONE L'IDEA DI FARNE UNO NEL NOSTRO PAESE E CHE SI REGOLARIZZI ANCHE LA QUESTIONE DEL CANILE SANITARIO. I PRESUPPOSTI E L'IMPEGNO DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE CI SONO. NE E' UN ESEMPIO LA GIORNATA APPENA DESCRITTA.

NOI NON CI FERMEREMO. CONITNUEREMO A BATTERCI CONTRO I MALTRATTAMENTI E LO SCEMPIO CHE SUBISCONO GLI ANIMALI.

BASTA!!! “

 

Resoconto visita alle prove del circo:

 

Questa mattina alle ore 8:30 una nostra delegazione si è recata al circo Weber, per verificare lo stato degli animali e il modo in cui vengono trattati.

L'addestramento delle tigri avviene premiando la tigre quando compie qualcosa di giusto, ma ovviamente non sappiamo se e come vengono puniti gli animali quando sbagliano i comandi, l'addestratore Ektor Weber ci ha rassicurato sul fatto che non usa violenza, ma ci riserviamo i nostri legittimi dubbi.

Le gabbie delle tigri sono davvero piccole, e ad una nostra richiesta di spiegazioni ci è stato risposto che lo spazio dato in concessione è piccolo, e che non hanno la possibilità di montare le gabbie più grandi. Lo stato fisico delle tigri è accettabile, tenendo presente che abbiamo assistito ad un accoppiamento, cosa che succede raramente agli animali in cattività.

Una femmina di bisonte era gravida, e questo può forse rappresentare un altro segnale del loro stato accettabile di salute.

Tuttavia lo stato degli struzzi e dell'emu non era buono, era evidente che lo spazio era troppo piccolo per degli animali che in natura corrono moltissimo.

Inoltre c'era un ippopotamo di 20 anni (credo), anch'esso tenuto in un recinto di piccole dimensioni, con annessa una vasca per farsi il bagno.

I cavalli, i pony e altri animali erano in condizioni accettabili.

Traendo le conclusioni, noi non abbiamo assistito a episodi di violenza, e vogliamo sperare che non sia solo dovuto al fatto che c'eravamo noi a vigilare.

Il circo non chiuderà, ma certamente abbiamo smosso un bel po' di persone, facendo uscire la parte sensibile e giusta di questo paese e dell'Italia intera.

Il problema morale comunque è sempre li, irremovibile: perché degli animali splendidi devono eseguire degli stupidi esercizi per far divertire i bambini?

Il messaggio negativo portato dai vari circhi porta le coscienze dei bambini ad una rapida desensibilizzazione, bambini che poi cresceranno con la convinzione che gli animali sono a nostra completa disposizione, privi di anima e di diritti.

Il nostro compito è quello di sensibilizzare la gente, e non è un compito da svolgere solo una volta. E' un cambiamento radicale dei nostri pensieri e della nostra visione del mondo, capire che gli animali non hanno possibilità di scelta, e non sono in grado di lottare per i loro diritti. Dobbiamo farlo noi, se abbiamo un animo sensibile.

Il nostro invito a chi vuole protestare contro i circhi è quello di cercare sempre un dialogo, certamente costruttivo, senza limitarsi ad insulti e scenate che non portano a nessun risultato. Il circo, quello con artisti ed acrobati, è una nobile arte. Sfruttare gli animali per fare soldi è una delle spine nel fianco della nostra società, a partire dalle mafie che circondano i canili, a finire con i circhi.

La nostra battaglia, ovviamente, non finisce qui. Il prossimo obiettivo è quello di vietare l'ingresso dei circhi con animali per l'intera area del paese di Casamassima, la bozza è già pronta.

Vi ringraziamo ancora una volta per l'aiuto e il vostro sostegno, se siamo arrivati a questo è soprattutto merito vostro. Grazie, a nome nostro e, se posso farmi da portavoce, anche a nome degli animali.

Se ci saranno altre informazioni, vi informeremo qui.

Commenti  

 
#1 liberato 2010-12-05 16:14
al posto di occuparvi degli animali chiuse nelle gabbie, occupatevi delle persone chiuse nelle gabbie delle carceri. siete solo gegli ipocriti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI