Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Il SAC ci piace un SAC

sac

 

Si è svolta lo scorso 16 Ottobre nella Biblioteca del Palazzo Comunale in Gioia del Colle la visita degli Ispettori Regione Puglia per verificare lo stato di avanzamento fisico e procedurale dei lavori del SAC Ecomuseo Peucetia, promuovendo a fine discussione l’operato fino ad oggi svolto, e dichiarandosi sorpresi hanno plaudito per le iniziative intraprese.  Ma torniamo un attimo indietro ricordando ai più che il SAC (Sistemi Ambientali e Culturali) è un aggregatore e contenitore di realtà inter-comunali, (vedi mio precedente articolo) che devono interagire e sviluppare tematiche per l’accrescimento del territorio, suddiviso in aree. Il Comune di Casamassima, che insieme ad Acquaviva delle Fonti, Gioia del Colle, Sammichele di Bari e Turi fa parte del SAC Ecomuseo di Peucetia, deve comunicare con gli altri attraverso una fitta rete di relazioni, mettendo in comune le loro peculiarità più profonde e radicate tra tradizione, territorio e cultura. Del progetto SAC Ecomuseo Peucetia, fanno parte anche le cinque Pro Loco dei comuni interessati che in piena sintonia con le loro finalità statutarie, partecipano all’attività del SAC attraverso i bandi “Accoglienza Turistica” e ai “Laboratori Sperimentali” fungendo da catalizzatori e  diventando protagoniste di un progetto più ampio, che prevede una rete funzionante tra le Associazioni Turistiche Pro Loco e le altre Associazioni e le Istituzioni locali per la valorizzazione del patrimonio culturale, architettonico e antropologico, con finalità non solo turistiche, ma anche socio-ambientali.  “Mettersi in rete”, questo l’invito che ormai sta diventando sempre più frequente e insistente in tutte le iniziative atte a promuovere il territorio e tutto ciò che gli appartiene bandendo e isolando sempre di più gli individualismi in qualsiasi settore; si rende sempre più necessario se ci si tiene al territorio e lo si vuole far crescere socialmente, culturalmente, turisticamente ed economicamente.  I SAC, i GAL, le UNPLI, i BAI, il recentissimo Cuore di Puglia , ecc., navigano in questa direzione perché finalmente si è capito che insieme si può diventare una forza competitiva che opera al meglio per raggiungere gli obiettivi.  Nell’ambito SAC Peucetia ad esempio è quello che hanno fatto le 5 Pro Loco, che presentando un progetto condiviso  hanno strappato ampi consensi da parte degli Ispettori, anche perché lo hanno esteso a tutte le associazioni attive del territorio.  Si tratta di un Calendario Condiviso con tutte le principali iniziative che le 5  Pro Loco e Associazioni dei vari comuni svolgeranno nel corso dell’anno 2015, in maniera che non si accavallino le date, dando modo ad una maggiore partecipazione e movimento turistico con un incremento di presenze ed economico. .  Oltre il calendario le Pro Loco hanno presentato il Censimento del Patrimonio dei Beni Culturali-Architettonici-Artistici-Immateriali di ogni comune-SAC.     Il portavoce delle 5 Pro Loco, Antonio Pastore (Pro Loco Casamassima), ha illustrato i progetti “Calendario condiviso in rete” e  “Conosciamo il Territorio-Censimento” e altre iniziative in cantiere quali : la individuazione dei punti in comune e in contrasto; quali reti sono esistenti o da sviluppare nel campo web, pubblicazioni, ecc.; l’esistenza e/o formazione  di guide turistiche professionalmente preparate; l’individuazione e sviluppo di itinerari di tipo religioso-architettonico-agroalimentare;  individuazione rete trasporti esistente su ferro e gomma; itinerari ciclabili intercomunali; le strutture ricettive esistenti (B&B, alberghi e alberghi diffusi; trattorie, pensioni familiari, agriturismi) e tutto quanto in contemporanea con altre iniziative su territorio promosse dai GAL, PIST e altri, tutti in fase di sviluppo.    Il battesimo di questa unione di intenti si terrà il prossimo 16 Novembre a Sammichele con la prima sagra condivisa proposta dall’Associazione Fungai di Casamassima con mercatini, mostre, artigianato, musica popolare, ecc. dei vari comuni.  Una ghiotta occasione per darsi da fare è poi la nomina della vicina Matera Capitale Europea della Cultura 2019,  supportata da tutti i comuni dell’entroterra barese (anche la nostra LUM ad esempio è stata Supporting Partner), che si stanno già organizzando per una serie di iniziative comuni atte a promuovere il territorio, passaggio obbligatorio per chi dovendo recarsi a Matera, giunge in aereo, in treno o autostrada a Bari.  All’incontro erano presenti  i rappresentanti dei 5 Comuni e Associazioni; i delegati delle 5 Pro Loco SAC Peucetia, di cui  per la Pro Loco Casamassima,  Antonio Pastore e la segretaria Valentina Lacaputo.  Per Casamassima erano presenti inoltre, Gerardo Spinelli; Marilena Rodi e Gianluca Zaccheo per l’editoriale La Voce del Paese e la d.ssa Margherita Diana in rappresentanza del Comune di Casamassima , nonché componente del Tavolo Tecnico SAC Ecomuseo Peucetia, che ha relazionato circa l’operato del SAC a Casamassima e dei progressi sino ad oggi ottenuti.   Non ci resta che rimboccarci le maniche, parlare e sparlare di meno e fare di più, perché come ha avuto a dire la dinamica segretaria Pro Loco Casamassima, Valentina: “a noi il SAC ci piace un SAC” .

marilina pagliara, architetto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI