Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

Tavola rotonda alla Chiesa madre per le coltivazioni idroponiche

DSCN3233

 

L'associazione "Comunione è vita - Caritas parrocchiale" invita la cittadinanza tutta a prendere parte alla Tavola rotonda "Idroponica sociale a Casamassima" che avrà luogo venerdì prossimo, 10 ottobre, a partire dalle ore 19 presso la sala Monsignor Perniola della Chiesa Madre. Lo scopo dell'iniziativa sarà la presentazione di un progetto innovativo riguardante la tecnica di coltivazione idroponica nei suoi risvolti sia tecnici che per il no profit.

Per 'idroponica' s'intende una tecnica di coltivazione fuori suolo in cui la terra è sostituita da un substrato inerte e la pianta viene irrigata con una soluzione nutritiva costituita dall'acqua e da composti, per lo più inorganici, necessari ad apportare tutti gli elementi indispensabili alla sua normale nutrizione minerale. Attraverso l'utilizzo di tale sistema le piante crescono in un contesto interamente regolato e prive di parassiti e malattie provenienti dal terreno. Il controllo di parametri ambientali quali luce, nutrimenti, temperatura, PH e conducibilità, inoltre, fanno sì che si ottengano risultati di gran lunga superiori rispetto alle coltivazioni tradizionali, per giunta senza l'aggiunta degli antiparassiti, che spesso producono effetti dannosi per la coltura stessa.

La proposta di coltivazione idroponica su Casamassima è stata lanciata dagli architetti Salvatore Partipilo e María Jesús de la Fuente, due soci di 'Comunione è vita' originari del Venezuela, paese in cui hanno appreso questa particolare tecnica.

"La bontà di questo metodo - ha già spiegato Rosanna Selvaggi, presidente dell'associazione Comunione è vita - risiede nella resa in termini di qualità, quantità e velocità, il tutto nel massimo rispetto dell'ambiente. Il nostro obiettivo è quello di avvalerci sempre più di questo tipo di coltivazione nel no profit di modo da poter distribuire gli alimenti qui prodotti per un terzo alle famiglie bisognose che da noi ritirano mensilmente il cibo che mettiamo a loro disposizione e per gli altri due terzi ai cittadini che attraverso libere offerte potranno costituire una fonte di autofinanziamento per l'associazione e i suoi tecnici".

L'appuntamento in programma si avvarrà degli interventi di don Carlo Lattarulo, parroco della Chiesa Madre, di Rosanna Selvaggi, nonché di Salvatore Partipilo e María Jesús de la Fuente in qualità di tecnici idroponici.

Per maggiori informazioni su Comunione è vita e sulla Tavola rotonda è possibile consultare il sito internet www.associazionecomunionevita.flazio.com ed il profilo Facebook Odv Comunione E Vita.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI