Giovedì 23 Novembre 2017
   
Text Size

Passeggiata ecologica all'insegna delle novità

10710598_1549653028581893_3102762390066042859_n

 

Non solo contatto con la natura, sport e giochi, ma anche scoperta di un nuovo sentiero, tra le peculiarità della 26esima edizione della "Passeggiata ecologica in bicicletta" che ha avuto luogo domenica scorsa lungo tratti stradali della rete urbana ed extraurbana anche mai toccati dalla manifestazione negli scorsi anni. L'evento, organizzato per la prima volta dalla neo istituita associazione "Libera...mente", in collaborazione con l'associazione "Fungai Casamassima", si è contraddistinto per una serie di novità che hanno allietato persone di tutte le età nel corso di una giornata in cui a far da padrone è stato il bel tempo.

Dopo il consueto raduno in Piazza Aldo Moro e il risveglio muscolare pre partenza, i partecipanti hanno preso il via proprio dal centro cittadino per far tappa nelle aree di soste programmate che, assieme al nuovo percorso, hanno destato curiosità e suscitato entusiasmo. Il nutrito gruppo, percorrendo via Sammichele ed attraversando il ponte della nuova circonvallazione, è così giunto per uno spuntino a Villa del Duca, una masseria specializzata in pratiche di allevamento sita in via Vecchia Gioia, a circa 5 km di distanza da Casamassima, ed in seguito, dirigendosi verso Adelfia, per la pausa pranzo (svolta solitamente nell'oasi Mater Domini, nel territorio di Rutigliano) presso Tenuta Castello, agriturismo a circa 15 km dal paese.

Nel corso del pomeriggio si è dato avvio ai balli e all'animazione, con giochi per adulti e bambini e premi messi a disposizione dagli sponsor della manifestazione. "Il dolce giunge alla fine del pranzo", e così, dopo i ritardi verificatisi nella consegna dei pasti, dulcis in fundo, lo staff della biciclettata ha predisposto un buffet di dolci durante il quale i presenti hanno potuto gustare le ricette preparate per la gara gastronomica, vinta proprio da una torta raffigurante un'emblematica bicicletta.

La 26esima Passeggiata ecologica si è conclusa con la visita "en passant" di Dario Stefano, senatore leccese che di rientro da Monopoli ha raggiunto l'agriturismo per omaggiare l'evento, patrocinato dalla Regione, oltre che dal Gal sud-est barese. Al rientro a Casamassima si è proceduto con l'estrazione dei premi finali, tra cui, come ogni anno, una bicicletta. Il raduno per la fase finale, previsto nella villa comunale "E. Fiermonte", ha voluto sancire il sodalizio creatosi tra l'evento e i Fungai, considerando che l'associazione in questione - che lo scorso anno avevano recuperato la Passeggiata ecologica assieme ad alcuni degli attuali soci dell'associazione Libera...mente, evitando che si estinguesse alla sua 24esima edizione - ne ha recentemente ottenuto la concessione in gestione dal Comune.

"L'obiettivo della biciclettata è voluto essere proprio quello di rivalutare il territorio", ha rimarcato Michele D'Amore, presidente dell'associazione Libera...mente, ribadendo che la stessa, fondata per scopi affini al Gruppo Natura, si promette di promuovere attività di valorizzazione della sfera culturale, artistica e del tempo libero dei cittadini attraverso la salvaguardia dell'ambiente e del territorio sociale.

L'appuntamento si è certamente caratterizzato per alcuni disguidi, non dipendenti peraltro dalle volontà degli organizzatori, ma è proprio questo aspetto a spingere ancora di più i soci alla riflessione. È stato sempre Michele D'Amore a spiegare che "il cambiamento della sede per la sosta finale, dovuto all'indisponibilità di Mater Domini, sembrava rappresentare un'occasione, perché ci offriva la possibilità di scoprire un'area del paese che non era stata mai toccata dalla Passeggiata ecologica o da altre manifestazioni, anche per portare a conoscenza delle persone questa parte di Casamassima. Le difficoltà riscontrate nell'intercettare una struttura che potesse accogliere, con posti a sedere e nel raggio di 15 km, un numero così elevato di persone,  ci pare un dato su cui meditare, anche in un'ottica di crescita e di sviluppo di un territorio divenuto ormai a vocazione turistica".

"Durante la manifestazione - ha raccontato Vito Dell'Aia, tesoriere dell'associazione - abbiamo intercettato una serie di commenti positivi circa il nuovo percorso, che è stato molto apprezzato. Questo ci spinge a credere in un certo senso di aver c'entrato l'obiettivo prefissato da noi soci". "La Passeggiata ecologica - ha poi aggiunto - è una delle poche manifestazioni del nostro comune in grado di riunire così tante persone. Anche da questo punto di vista resta vincente".

"Le finalità di questo appuntamento, in fin dei conti, sono proprio di per sé la biciclettata e il momento di aggregazione sociale che ne scaturisce. Ciò non toglie che saremo comunque più accorti in futuro sulla scelta del menù e nel rispetto dei tempi", ha concluso Lino Dell'Aia, vice presidente dell'associazione.

Libera...mente ha ringraziato tutti i partecipanti per la collaborazione offerta nel corso della giornata per la buona riuscita della manifestazione, nonché tutti coloro i quali hanno offerto il proprio supporto alle diverse fasi organizzative dell'evento e durante il suo svolgimento, in particolar modo Angelo Di Masi per l'assistenza tecnica nella riparazione delle biciclette, gli sponsor, l'Aserc, i Vigili urbani, i Carabinieri, il Comune di Casamassima, gli animatori, il dj, i ballerini, gli atleti e l'intero staff. Ha dato inoltre appuntamento alla prossima iniziativa. Nel frattempo per maggiori informazioni sulla Passeggiata ecologica e su come diventare soci dell'associazione Libera...mente è possibile inviare una mail all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o aggiungere alle amicizie di Facebook Passeggiata Ecologica Casamassima

Commenti  

 
#1 Neos 2014-10-09 08:23
Coraggio ragazzi! Il prossimo anno vogliamo una manifestazione ancora più bella! AUGURI!

Certo che è avvilente quanti commenti si sprecano per le notizie negative (politica) e quanti non commentano invece queste notizie positive...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI