Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

NICOLA FASANO RACCONTA LA SUA PIZZA

davi nicola fasano 2014

Lievitazione di 72 ore, prodotti di prima scelta e un lievito madre ricercatissimo: “Solo questo costa ben 50 euro”, sono le parole di Nicola Fasano, patron della pizza fatta alla barese (“240 grammi, rigorosamente”, ride) che a Casamassima, con la pizzeria Davì, ha fissato la sua dimora ristorativa. “La massa – racconta – la lascio lievitare sempre così tanto. È in questo modo che la pizza che preparo io non infastidisce le pance più delicate. Il segreto per una pizza leggera e soprattutto digeribile è questo: non deve finire di lievitare nel nostro organismo, altrimenti dà fastidio e reca problemi”.

Fasano, reduce dalla vittoria della ‘Maratona a tavola’ a Cosenza e a Salerno qualche settimana fa (rassegna a cura di Alfredo Leone, presidente della stessa), ha proposto alla sua clientela casamassimese le pizze con le quali si è aggiudicato il premio nazionale: una pizza barese con salsiccia e rape e una pizza barese con asparagi, salsiccia e pomodorini, durante una serata ad hoc di festeggiamento. “Mi piacerebbe davvero tanto – ha confessato ai nostri microfoni – organizzare l’evento nazionale qui a Casamassima, ma non nego che occorrerebbero fondi e partnership che vanno oltre le mie possibilità. Ce la sto mettendo tutta, ma non è semplice”.

Ben avviato pare anche Vito Fasano, figlio di Nicola, che lunedì sera, in occasione dei festeggiamenti, si è dilettato a sperimentare la preparazione della pizza Margherita da Davì, esibendo con orgoglio grembiulino, pala e buona volontà: “Se continua così – è stato il commento divertito del papà – ha tutte le carte in regola per diventare un pizzaiolo provetto”.

Il segreto per una ottima pizza? “Lievitazione assolutamente naturale, mozzarella di Noci e salsa di pomodoro naturale. Con questi ingredienti la mia pizza ha vinto la manifestazione. E poi non un grammo in più di quelli stabiliti dal regolamento”.

E quando si può gustare qui in pizzeria? “Tutti i giorni, tranne il lunedì”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI