Lunedì 20 Novembre 2017
   
Text Size

BUSTONI E SPAZZATURA: CHE STRATEGIA?

abbandono rifiuti

Continua l'attività del Comitato Casamassima verso Rifiuti zero, che tra le altre cose, negli scorsi giorni ha reso pubblica sulla propria pagina facebook, la circolare del Comune di Acquaviva rivolta ai commercianti del mercato settimanale. Un documento nel quale il Comune invita i commercianti a intraprendere delle azioni concrete per poter migliorare lo stato delle cose e per consegnare ai cittadini acquavivesi porzioni di paese in uno stato decoroso e prive di rifiuti di ogni genere.

In particolare è richiesto di contribuire affinché vengano rispettate correttamente le norme per evitare l’abbandono indiscriminato di rifiuti che deturpano l’ambiente circostante. Tra le azioni da svolgere è stato chiesto ai commercianti di frutta e verdura di deporre nel proprio stallo, gli scarti prodotti, in bustoni adeguatamente chiusi; ai commercianti che producono buste, grucce e materiale in plastica e lattine, prima di abbandonare l’area mercatale, di infilare tutto in un’unica busta e deporla negli appositi contenitori della plastica o nelle immediate adiacenze, qualora i contenitori risultino pieni; ai commercianti che producono imballaggi di carta e cartone devono impilarli, dopo averli correttamente piegati, senza mescolarli con altra tipologia di rifiuto e deporli in corrispondenza del proprio stallo o in prossimità dei cassonetti; a tutti i commercianti di non abbandonare rifiuti leggeri (fogli di carta, bicchieri ecc.) e raccoglierli in apposite buste da deporre in corrispondenza del proprio stallo, e di organizzarsi per i rifiuti da conferire nei contenitori dell’indifferenziata.

Un'iniziativa che il Comitato Casamassima verso Rifiuti zero ha valutato in maniera positiva e che vorrebbe fosse messa in atto anche nel nostro paese. Una circolare che potrebbe essere ulteriormente migliorata, magari eliminando i bustoni di plastica per la raccolta del legno. La proposta, un paio di settimane fa, è stata portata all'attenzione dell'amministrazione comunale, invitandola a fare una circolare che imponga la raccolta differenziata nell'area del mercato, nella quale si chieda ai commercianti di attrezzarsi autonomamente per la raccolta. I membri del Comitato esprimono la loro perplessità riguardo la mancata elaborazione del documento.

“Questo sarebbe un semplice gesto – affermano – che non implicherebbe dei costi per il Comune e che consentirebbe inoltre di recuperare un enorme volume di rifiuti, spesso abbandonati nell'area. Il Comitato, vista l'attenzione dimostrata dall'amministrazione nelle iniziative per la sensibilizzazione dei più piccoli e dei cittadini, spera che la stessa possa raccogliere al più presto la proposta di questa migliore gestione dei rifiuti dell'area mercatale, trasformando inoltre la propria attenzione in un’azione concreta e operativa. Nell'auspicio che presto possa definire e adottare un completo piano di iniziative e, approvandolo in consiglio comunale, aderire finalmente e formalmente alla Strategia Rifiuti zero, come promesso in occasione della proiezione del documentario Trashed molti mesi fa”.

[da La voce del paese del 3 maggio 2014]

Commenti  

 
#7 Sano 2014-05-18 19:45
Caro PAZZO del post 6, a cosa servirebbe denunciare il disservizio della raccolta rifiuti se il comandante della polizia municipale è il diretto responsabile dei contratti?
 
 
#6 pazzo 2014-05-17 15:43
x osservo... perchè non cominci a denunciare?
sono anni che il servizio della raccolta dei rifiuti a casamassima è pessimo fuori da ogni logica ma nessuno fa niente a partire dalla polizia muncipale per l'amministrazione ed i cittadini tutti!!
paese d codardi *!!
 
 
#5 cittadina acquisita 2014-05-15 21:23
Che bello, questa mattina sono uscita ed ho visto che e' stato ripulito lo spazio liberi in via Berlino, si quello dove volevano costruire un anfiteatro all'aperto...... Chissa' se e' stato frutto ache quest,'anno dell'intervento dell'assessore che abita li di fronte......Le erbacce in tutto i Covent Garden sono sempre al loro posto'lungo i marciapiedi e lo spazzino qui e' un vero miraggio.
L'ecologica pugliese dice che qui viene la macchina spazzolatrice, ma quasi sempre si dimentica che c'e' una via Madrid, sempre nel Covent, da ripulire, prosegue diritto per via Berlino.
E dire che qui gli appartamenti sono stati venduti anche al prezzo di 240000 €........
Il comitato rifiuti questo lo sa?
 
 
#4 nellino 2014-05-15 13:05
Sempre contro l'azienda.....troppo facile così! Perché invece non si contestano i medici che danno con troppa superficialità le malattie? Io sono un lavoratore autonomo e non posso permettermi malattie quelli invece sono sempre malati
 
 
#3 osservo 2014-05-13 17:54
per# Effettivamente
Anno 1985 25 "spazzini" addetti alla "ramazza" per 12.000 abitanti;Anno 2014 5 "spazzini" addetti alla "ramazza" per 18.000 abitanti.
Lei osserva con superficialità, quelli che fumano e si fermano al bar sono i "migliori", gli altri sono in malattia.
Perchè non si contesta all'azienda che gestisce la raccolta rifiuti il mancato servizio di raccolta, come da capitolato previsto?
Credo che, almeno avremmo un buon risparmio e, chissà che, l'azienda vedendo diminuire i suoi introiti inizia a rispettare il capitolato.
Vero Polizia Municipale?
 
 
#2 Effettivamente 2014-05-13 06:38
Perché non usare gli "spazzini" ops, scusate tanto....operatori ecologici che non fanno niente? C'è ne sono tanti che per ogni mazzata di scopa si devono fermare per fumarsi la sigaretta, sosta dal solito tabaccaio, poi il bar, una chiacchierata nella piazza, una scopata attorno a se stessi, e la giornata "lavorativa" finisce li.
Poverini, quanta fatica e quanto sudore.
C'è un organo o responsabile che li controlla? O anche chi deve controllare deve essere controllato? Poi manifestano i loro diritti mentre le strade sono sporche. Credo di non essere la sola a lamentarsi.......
 
 
#1 cittadina acquisita 2014-05-11 18:27
Mi fa piacere che ci sia un comitato rifiuti a Casa massima, ma forse non si e' accorto che la citta' e' sempre piu' sporca e trascurata...e che dire di una sana raccolta differenziata porta a porta? Siamo quattro gatti ma nessuno riesce ad organizzarla, che strano, eppure l'ecologica pugliese lavora per la raccolta rifiuti con contratti in deroga da una vita....
E che dire delle erbacce e delle piante che invadono tutto?
Caro comitato, dovresti essere piu' attivo, non credi?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI