RODARI: “COMUNE COMPLETAMENTE ASSENTE”

scuola rodari lavori

Sette aule su sedici tinteggiate. È il risultato, al momento in cui chiudiamo il nostro settimanale, giovedì 24 aprile, dell'iniziativa 'Bricolage nel cuore', nell'ambito della quale lo scorso 17 aprile hanno preso il via i lavori di imbiancatura delle pareti della scuola elementare di via Bari, 'Gianni Rodari'. Un'iniziativa che però – a detta di una rappresentanza di genitori di alcuni alunni dell'istituto – non è andata finora proprio come era stata programmata. “In una riunione di consiglio di circolo – osserva a riguardo Elena Colaianni, rappresentante di classe e in questo caso portavoce di alcuni genitori di piccoli studenti della scuola primaria 'Rodari' – ci era stato detto che alcune aule della struttura scolastica sarebbero state tinteggiate grazie alla collaborazione di Leroy Merlin, che ci avrebbe fornito il materiale per i lavori, e al contributo di personale inviato dalla stessa ditta e di quattro operai del Comune, ai quali si sarebbero poi potuti affiancare anche alcuni genitori desiderosi di dare una mano. Al momento di dare il via agli interventi nelle aule, però, operai comunali non se ne sono visti, ma a scuola si sono presentati soltanto alcuni genitori che comunque hanno volontariamente proceduto a dare il via alla sistemazione dei muri delle classi. Leroy Merlin ha comunque provveduto a mettere a disposizione dell'iniziativa pennelli, vernici e tutto il materiale necessario, dando in ogni caso una grossa mano affinché si potessero tinteggiare le pareti, ma il Comune, contrariamente a quanto ci era stato comunicato in un primo momento, è risultato completamente assente, al cento per cento. In ogni caso – prosegue Colaianni – grazie alla buona volontà di 5 papà e 7 mamme una parte delle aule è stata sistemata, imbiancata e poi ripulita per bene, tant'è che noi genitori che ci siamo impegnati in questa iniziativa abbiamo già chiesto che i nostri figli, il prossimo anno, rimangano a far lezione nelle aule che abbiamo contribuito a rimettere a nuovo. Ciò che abbiamo fatto lo abbiamo portato a compimento volentieri, per i nostri figli e i giovani studenti, ma l'assenza delle istituzioni ci è dispiaciuta non poco”.

A confermare il fatto che finora siano stati solo i genitori a lavorare nelle classi, anche il dirigente scolastico del secondo circolo didattico 'Gianni Rodari', Giancarlo D'Addabbo. “In questi primi giorni dell'iniziativa 'Bricolage nel cuore' – spiega D'Addabbo – soltanto i genitori di alcuni nostri piccoli alunni hanno provveduto alla tinteggiatura delle pareti, risistemando nel complesso 7 classi su 16. Leroy Merlin, come promesso, ha fornito alla scuola pennelli, tute, vernici, smalti, rulli, teli di copertura delle superfici e tutto il materiale necessario, senza riuscire poi a mandarci del personale che avrebbe dovuto aiutarci a imbiancare un'aula. Ma, in ogni caso, Leroy Merlin ha fatto la sua parte, perché senza il suo contributo non avremmo potuto dare il via ai lavori. Ciò che è mancata, finora, in questa prima parte del progetto, è stata la collaborazione del Comune, che aveva promesso di inviarci alcuni operai e un tecnico che fungesse da supervisore dei lavori, ma non è poi ancora riuscito a mandarci nessuno. Ad ogni modo il Comune ha provveduto al trasporto del materiale dall'azienda che si trova nella zona commerciale cittadina alla sede della nostra scuola, e ci ha anche garantito che dal 2 maggio prossimo, quando partiranno gli interventi per ultimare la tinteggiatura nelle classi restanti, potremo contare sulla collaborazione di personale dell'ente”.