Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

PONTI AUCHAN, DOVE LE INADEMPIENZE?

ponte auchan fiore tamara

“Le società si impegnano, in solido, a realizzare, a proprie spese e comunque in più rispetto a quanto dovuto per oneri/opere di urbanizzazione primaria e secondaria, anche alle ulteriori seguenti opere: l’illuminazione dei cavalcavia in sopraelevazione alla SS100, sulle vie per Cellamare e per Noicattaro, di accesso al centro commerciale esistente dall’area urbana; apposite piste pedonali e ciclabili di accesso al centro commerciale esistente in ampliamento dei cavalcavia in sopraelevazione alla SS100 sulle vie per Cellamare e Noicattaro. Numero due aree da destinare a parcheggio e verde attrezzato in suolo di proprietà comunale all’interno dell’area urbana. Un intervento di potenziamento della segnaletica di indicazione delle vie di accesso al centro commerciale esistente” (da concordare con la Polizia municipale).

Questo, in sintesi, quanto previsto dalla convenzione sottoscritta il 3 marzo 2009 presso gli uffici comunali (alla presenza del segretario generale di allora, Mariella Ettorre) tra Alessandro L’Abbate (funzionario tecnico del Comune), Emanuele Degennaro (amministratore unico della società Sudcommerci srl), e Giuseppe Cimbro (procuratore della società Gallerie commerciali Italia spa e della società Auchan) in merito al piano particolareggiato relativo all’area commerciale Auchan.

La questione torna di attualità stringente dopo che la settimana scorsa si era verificato un incidente mortale sul cavalcavia di via Noicattaro che da Casamassima porta al centro commerciale. Incidente, ricordiamo, che aveva visto coinvolta una donna che a piedi stava percorrendo il ponte, di rientro da Auchan con dei sacchetti in mano.

Il mormorio che ne è conseguito – come immaginabile – aveva scatenato le polemiche proprio sulla mancanza di percorsi pedonali. Molti, infatti, sono i cittadini che percorrono a piedi il tragitto e molti sono dunque i rischi che ne conseguono.

Di fatto la convenzione succitata prevedrebbe sia il passaggio pedonale sia la pista ciclabile, ma ad oggi non sono stati ancora realizzati.

“Il programma di fabbricazione oggetto del presente atto – è scritto nella convenzione – dovrà essere completato entro 10 anni decorrenti dalla data odierna”, salvo proroghe da accordare tra le parti. “L’esecuzione, il collaudo e la cessione delle predette opere (piste pedonali e ciclabile e illuminazione, ndr) dovrà avvenire – recita l’art. 5 bis – entro 24 mesi dalla data di sottoscrizione della convenzione”.

A garanzia del completo e puntuale adempimento degli obblighi assunti sono state consegnate al Comune fideiussioni a nome sia della Sudcommerci che di Auchan. Nel dettaglio, dell’importo di 1.533.885 euro per le opere di urbanizzazione primaria a nome di Sudcommerci; di 776mila + 25.765 euro + di 31.280 euro, per le opere di urbanizzazione aggiuntive a nome di Gallerie commerciali Italia. Il tutto corrispondente al 100% dell’importo globale delle opere di urbanizzazione indicate sopra.

“in caso di inadempienza – si legge ancora – da parte di una delle società a una qualsiasi clausola del presente atto, il Comune, dopo aver contestato per iscritto le inadempienze alla società stessa e dopo averle concesso un congruo termine per la rimozione delle inadempienze, ha facoltà di sospendere l’esecuzione dei lavori e di bloccare il rilascio dei permessi di costruire nelle zone interessate dalle inadempienze stesse”.

[da La voce del paese del 22 marzo 2014]

Commenti  

 
#12 domanda 2014-04-02 12:51
potrebbe un amministratore comunale essere autorevole e determinato nei confronti di chi deve rispettare la convenzione se per caso fosse un dipendente della stessa società?
 
 
#11 mimmo come te 2014-04-01 20:08
Mio caro amico, per fare il sindaco di un paese come il nostro ocoorrono persone sincere che si rivolgono ai cittadini e spieghino i veri motivi della propria incapacità'. Se non si ha questo coraggio, siamo destinati a restare paesani buzzurri governati solo dai capi dei buzzurri. I cittadini baresi , anche i più' umili ci snobbano grazie ai nostri amati sindaci che hanno anche aiutato alcuni o tanti di loro. Sindaco, se ti fumetti forse sara' la decisione più'saggia della tua vita, credimi. E non ti candidare mai piu'. Te ne saremo grati.
 
 
#10 pippo 2014-03-29 17:18
annibale...
tutti i temi di cui parli non sono operativi nemmeno nella cittadina... figurati nell'interland....
qualche esempio.. ??
scuole e asili? vedi lo stato di quelle esistenti.. sono a pezzi...
fogna? non scherziamo.. adesso arriva l'estate e rieccoci con il probema di via adelfia... ed il depuratore abbandonato in via cellammare...
pista ciclabile? si a conversano... no a casamassima... una cosa del genere è troppo per questo paese sfigato..imbarazzante!!!
strade... solo una risistemata a quelli principali.. (di facciata direi...);
immondizia.. un disastro...3° mondo!! da vomito!
palestre e parchi..? di cosa stiamo parlando?? non di casamassima...
segnaletica stradale ed uffici... un bagno di sangue!!!
MIMMO HAI BUCATO!
TE NE DEVI ANDARE VATTENE INCAPACE!!
 
 
#9 politicamente deluso 2014-03-28 13:14
Carissima redazione, perchè il nostro amato primo cittadino non rilascia mai un'intervista? grazie e buona giornata
 
 
#8 politicamente deluso 2014-03-28 12:49
UN APPLAUSO A BIRARDI CHE TANTO SI è RIEMPITO LA BOCCA " IO FARò CHIUDERE L'IPERMERCATO SE NON SI ADEGUANO". CARO CHIACCHIERONE, DOMANI IO FARò VOLARE GLI ASINI E MAGARI TU COMINCERAI A LAVORARE X LA COMUNITà.
 
 
#7 chetelodicoafà 2014-03-28 12:41
...senz aspettare altri incidenti come questi, perché comune, auchan e gli altri (cinema,leroy m.ecc... )non trovan un accordo per poter mettere una navetta gratuita? come tappe in paese farne 2-3,tipo centro e stazione e non far pagar nemmen un €!!! ma dal dire al fare...
 
 
#6 San Tommaso 2014-03-28 11:27
Dei ponti, della stazione sud-est, della centrale di trasformazione elettrica, dell'appalto smaltimento rifiuti, della scuola superiore, della piattaforma commerciale con nuove aule scolastiche, dei vari presunti abusi edilizi denunciati da anonimi (e non) e di quant'altro possa sfuggire alla memoria umana, s'è fatto un gran parlare. Certamente ne è venuta fuori un'immagine distorta che fa apparire il nostro come un comune * o quantomeno sprovveduto. E vi pare che la magistratura non sarebbe già intervenuta? Beh, per chi non ha dimenticato, un episodio non fa la regola, rientra nella normalità del quotidiano!
Comunque ognuno di noi si deve augurare, per il buon nome del paese, che il tutto sia frutto del fisiologico comportamento dei nauseati di questa politica. I nostri amministratori, tutti, vanno considerati "onesti e preparati". Beh, se poi venisse a galla il comportamento illecito di chi ha avuto la piena fiducia degli elettori (nessuno sarebbe escluso), solo allora sarebbe facoltà dei cittadini scolpire i loro nomi su una stele, a futura memoria, nella centrale piazza cittadina. Che mai accada, sarebbe una sconfitta per la città intera.
La mia fiducia va e fino a quanto possibile, all'amministrazione intera!
Ossequi.
 
 
#5 Biagio Elefante 2014-03-27 22:59
Bloccare i lavori se la ditta è inadempiente..... riguarda la fase di loro realizzazione. Ma una volta finiti i lavori dopo il 2009(non so quando ma certamente in epoca le cui responsabilità non sono prescritte..)e constatata la inadempienza della ditta, è il comune o meglio il tecniso preposto all'urbanistrica responsabile di non aver effettuato i lavori previsti con utilizzo della fideiussione, e eventualmente di non aver denunciato la eventuale insussistenza delle garanzie, in mancanza delle quali era tenuto a segnaalre lanecessità di reperire altri fondi e agire in danno dell'inadempiente civilmente e penalmente.
Si salva solo se l'amministrazione ha emanato un qualche atto ove ha deciso di non procedere alla realizzazione delle previste opere momentaneamente o definitivamente per via della insussistenza della garanzia.
Spero che qualche legale stia assistendo i parenti della georgiana e che i cittadini di casamassima denuncino per l'indubbiamente ipotizzabile omicidio colposo il responsabile della mancata effettuazione della pista pedonale che certo avrebbe impedito l'investimento.
Se ho ben capito il feudatario per Annibale si identifica con chi ha fatto i lavori, e che gode della complicità degli amministratori. Credo che il marcio stia nel palazzo è lì che nasce tutto, ed è lì che bisogna colpire senza pietà.
 
 
#4 Alfiere Nero 2014-03-27 21:02
La cattiva pratica, molto diffusa è quella di emulare Esterházy dell'affaire Dreyfuss: tutti bravi a dichiarare apertamente quello che fanno le multinazionali e gli imprenditori inadempienti, sapendo che non verranno condannati!

Allora impariamo ad odiarli! “Obsequium amicos, veritas odium parit." (Publius Terentius Afer, Andria, I, 67-68)... “L'ossequio genera amici, la verità odio”.

Insomma vogliamo cambiarlo questo mondo? O vogliamo vivere in un insano opportunismo per vivere al riparo dalle inimicizie mentre le disuguaglianze aumentano in modo vertiginoso? Come fa Renzi che asseconda, per dirla alla Hegel, la nuova struttura che ha generato il capitalismo: La finanza. Che detta l’austerità e impoverisce ancora di più chi è povero ed arricchisce ancora di più chi è ricco.

L’impegno di tagliare il debito di un ventesimo l’anno per por¬tarlo dal 133% al 60% in 20 anni a partire dal 2015 è uno scoglio che non si può affrontare. Stiamo entrando in una situazione rispetto alla quale la Grecia è un’isola felice. L’Italia non è in grado di trovare 50 miliardi di euro all’anno da tagliare. È una cosa inimmaginabile fare scendere il debito da più di 2 mila miliardi a 900. Accadrà quello che già accaduto altrove: tagli alla sanità, i bambini affamati, la povertà. La porta che abbiamo davanti è di ferro. O la si apre per altre strade o ci si sbatte contro. E Renzi ci andrà a sbattere contro. Solo che lui la pensione ce l’ha già a nostre spese e per merito ( o demerito ) di mamma e papà. I milioni di poveri cristi se la sognano. E gli 80 o 85 euro che ha promesso, sempre che arrivino e con quali coperture non si sa, nel 2015 saranno carta straccia.

Io da questo ipocrita bamboccio o bimbominkia non accetto lezioni: per giunta nessun lo ha eletto e la maggioranza di cui dispone e l’intero parlamento sono stati delegittimati dalla Corte Costituzionale.

Non facciamoci ingannare! Odiamo non violenti chei ci considera pupazzi disinformati e ci vuole ridurre alla schiavitù.

Cosa voterò alle prossime elezioni europee dopo anni di scheda bianca? La lista Tsipras. Il perché, spero, ad un’altra occasione.
 
 
#3 Alfiere Nero 2014-03-27 20:40
Mi sono già espresso sul tragico evento del 14 u.s. Vorrei aggiungere alcune riflessioni che mi sembrano pertinenti al caso e con qualche scantonata ( non troppo ) finale.

Da comunista combatto le multinazionali in nome del conflitto capitale lavoro e non sulla teoria del complotto. Io ho la certezza diretta di nessi di causalità ambiente lavorativo – patologie da mobbing, evasione fiscale e profitto grazie a illeciti contratti di intermediazione di manodopera su larga scala, assenza di una minima liceità etica, ecc. ecc.. Insomma un olocausto o massacro di centinaia di migliaia di lavoratori sull’altare del profitto. Mafia bianca o sepolcri imbiancati. E mi viene da ridere quando anche un presunto duro e puro come Landini non denuncia tutto questo. Occorre arrendersi all’ineluttabile? NO!

Chi fa tutto questo? Principalmente le multinazionali. E i guappi imprenditori ingrassatisi in politica a colpi di voti di scambio. Che fanno le mammolette e i disinteressati benefattori dell'umanità creando Università che peraltro si trovano sistematicamente all’ultimo posto secondo la graduatoria stilata dal Sole 24 ore.

Lavoro per la Repubblica Italiana e non faccio nessuna attività privata. Per inchiodare questi presunti benefattori dell’umanità occorre il sapere e la lotta non convenzionale. Combatterli solo in punta di diritto è tempo perso. Io sono l'autore di una lettera di denuncia ad Obama ed al presidente e CEO e consigliere di Obama di una delle prime multinazionali del mondo che ha una sede operativa in provincia di Bari e per cui ho lavoravo: una grande industria ma un granello rispetto all’immensa conglomerata. Ebbene grazie anche a Michael Moore abbiamo inchiodato il Leviatano alle sue magagne.

So come si combattono i poteri forti e si previene la loro barbarie. So pure come li si agevola. E le amministrazioni di Casamassima hanno agevolato troppo queste entità in nome dello sviluppo e dei posti di lavoro. Ma a quale prezzo?

L’articolo di Autonomia Cittadina che precede questo su cui sto postando è molto efficace a descrivere la situazione in cui ci troviamo, così come il post di Annibale.

La cattiva pratica, molto diffusa è quella di emulare Esterházy dell'affaire Dreyfuss: tutti bravi a dichiarare apertamente quello che fanno le multinazionali e gli imprenditori inadempienti, sapendo che non verranno condannati!

Allora impariamo ad odiarli! “Obsequium amicos, veritas odium parit." (Publius Terentius Afer, Andria, I, 67-68)... “L'ossequio genera amici, la verità odio”.
 
 
#2 fiducioso 2014-03-27 17:59
Annibale lei non si rende conto degli arresti che si susseguono sul territorio italiano negli ultimi tempi. Qualcosa sta cambiando e le protezioni sono sempre piů complicate. Se sono state commesse delle inadempienze, vedrá...
 
 
#1 Annibale 2014-03-27 14:55
Si potrebbe dire: fatta la legge trovato l'inganno
La legge parla chiaro, nella convenzione sottoscritta fra comune e committenti, è scritto:
“in caso di inadempienza ………… il Comune………… ha facoltà di sospendere l’esecuzione dei lavori e di bloccare il rilascio dei permessi di costruire nelle zone interessate dalle inadempienze stesse”.
Ma amici di casamassima e non, secondo voi per i cavalcavia della statale 100, con quale attenzione il feudatario di casamassima, tratterà l’argomento urbanizzazione primaria e secondaria?
Ma con la stessa attenzione con la quale ha considerato Barialto: senza illuminazione pubblica, senza fogna pubblica, spesso anche senza asfalto sulle strade, senza segnaletica stradale, senza uffici o strutture comunali,……ecc.
Aveva anche promesso e mai realizzato, le fermate della ferrovia, le scuole pubbliche, supermercati, palestre, parchi pubblici,….ecc.
E quindi anche questa volta per aggirare la legge, hanno adottato l’escamotage delle fideiussioni. Fideiussioni firmate da quale società di assicurazione ????? Sicuramente società con la stessa affidabilità del nostro feudatario !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Quindi amici di casamassima e non, state tranquilli e rilassatevi, perché anche questa volta il nostro feudatario, con la complicità dei nostri amministratori, la farà franca.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI