Domenica 19 Novembre 2017
   
Text Size

AGESCI 2 INAUGURA LA NUOVA SEDE

scout agesci 2 nuova sede

Lunedì 3 marzo si passava a stento in via Progresso, traversa di corso Vittorio Emanuele II, dove una folla di oltre un centinaio di persone si è radunata per assistere all’inaugurazione della nuova sede del gruppo scout Agesci Casamassima 2.

Un’attesa lunga anni per i giovani scout che non potevano più stare nel vecchio palazzo arcipretile del corso. Ora in via Progresso possono godere di un’accogliente sala per il reparto, formato da 4 squadriglie, e per il branco con le sue 5 sestiglie, e di una sala più piccola per il noviziato, clan e comunità capi, oltre ad un bagnetto di servizio.

I due capigruppo, Angela Acito e Vito Renna, hanno detto ai nostri microfoni di essere grati al Comune per gli spazi concessi in comodato d’uso gratuito e di aver gestito al meglio i mq a disposizione, condivisi con l’altro gruppo scout Agesci Casamassima 1.

I due capigruppo hanno tenuto, con emozione visibile, il discorso inaugurale alla presenza di tutti gli scout e delle loro famiglie. “Abbiamo con difficoltà lasciato la nostra vecchia sede alla quale eravamo molto legati – dice Angela Acito – ma siamo felici di avere questa possibilità.” E continua leggendo l’ultimo discorso pronunciato da Baden Powell, fondatore degli scout, che prende spunto dalla storia di Peter Pan. Lo scrittore ed educatore inglese invita i giovani scout ad essere felici e godere della vita senza riconcorrere soldi e carriera. Dice che lo studio della natura creata da Dio ci porta a guardare il lato bello delle cose e promuove felicità. L’ultimo invito di Baden Powell, e che Angela Acito fa suo rivolgendolo alle giovani generazioni è di migliorare il mondo partendo dal proprio piccolo.

Vito Renna continua il discorso dimostrando come i ragazzi del Casamassima 2 siano riusciti a migliorare in effetti le due stanze della sede, collaborando attivamente all’allestimento. “Hanno reso questo posto migliore con la loro creatività ed impegno e con l’aiuto di alcuni collaboratori esterni che ringraziamo insieme al Comune.”

Fra i partecipanti il vice sindaco Michele Bovino, ex scout, il quale portando i saluti dell’amministrazione, ci tiene a condividere la propria esperienza passata.

Rivolgendosi direttamente ai lupetti racconta di essere entrato negli scout alla loro età, a 6 anni, e di aver così vissuto in toto la storia del Casamassima 2 nei suoi diversi spostamenti di sede. “Sono molto felice di partecipare al battesimo di questa sede dopo tante cambiate nel corso degli anni. Lo scoutismo è per me un sentimento ancora vivo. Avevo 6 anni, oggi ne ho 34 e ancora ho nel cuore gli insegnamenti e i ricordi.”

Bovino dona, quasi commosso, un regalo ai lupetti, la fotografia del primo campo scout estivo del 1987 del gruppo del Casamassima 2.

Lungo l’applauso, che nel caso degli scout è una specie di verso degli indiani fatto portando la mano alla bocca, e si procede poi con l’atteso momento del taglio del nastro.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI