Lunedì 20 Novembre 2017
   
Text Size

SALVIAMO L’AMBIENTE PER SALVARE LA VITA

chiesa santa maria delle grazie

La Parrocchia Santa Maria delle Grazie e l’associazione “Scienza e vita”, con il patrocinio del Comune di Casamassima e della Pro Loco, organizzano venerdì 28 febbraio e domenica 2 marzo una manifestazione per sensibilizzare la popolazione sull’importanza di difendere l’ambiente per consentire il futuro della vita.

Il progetto pone come base di partenza la democrazia, come concezione politico-sociale e come ideale etico, che si fonda sul riconoscimento dei diritti inviolabili di ognuno, indipendentemente da qualsiasi giudizio circa le sue condizioni esistenziali. 

L’evento avrà un primo momento culturale-formativo con un seminario che si terrà il 28 febbraio alle ore 18.30 presso le Officine Ufo organizzato dalla Croce rossa italiana e che avrà per titolo “Un dono per la vita” e vedrà la partecipazione di Arianna Fornaro, responsabile regionale “Donazione organi, sangue e tessuti”, Vito Ricapito, dirigente medico urologo dell’Università degli Studi di Bari, Gennaro Volpe, specialista in ginecologia e presidente dell’Adisco, Paolo Schena, ordinario di nefrologia i.q. e responsabile regionale della “Donazione degli organi”, Rosa Palmieri, psicoterapeuta cognitivo comportamentale e dottore di ricerca europeo e Vito Scarola, presidente regionale dell’Aido. Il seminario sarà moderato da Santa Fizzarotti Selvaggi, presidente del comitato regionale della Croce rossa.

Domenica 2 marzo ci sarà invece un momento più celebrativo e divulgativo. Alle 18.30 nella Chiesa Santa Maria delle Grazie si terrà una Lectio Magistralis di Francesco Schittulli, presidente della Provincia di Bari e presidente nazionale della Lilt (Lega italiana per la lotta ai tumori) sul tema “Relazione tra alimentazione e cancerogenesi”. La lezione farà comprendere come il rispetto dell’ambiente è anche rispetto per la salute dell’uomo.

A seguire in piazza Moro si terrà uno spettacolo di canti e coreografie della scuola “Scarpette Rosa”, con vari stand delle associazioni partecipanti e del comitato organizzatore, l’installazione di elicottero B209 demilitarizzato, attrezzato per il soccorso aereo e la simulazione di intervento di pronto soccorso in incidente stradale a cui parteciperà un squadra dei Vigili del fuoco condotta dall’ Heliaime Casamassima. Non mancheranno gli stand enogastronomici per la degustazione di prodotti della terra.

L’iniziativa ha incontrato il favore di diverse associazioni di volontariato, quali Cri della Regione Puglia, Aido (donazione organi), Adisco (donazione sangue del cordone ombelicale), Avis (donazione sangue), Admo (donazione midollo osseo), Ant (assistenza ai malati terminali), Heliaime (associazione di medici e infermieri specializzati nell’elisoccorso).

Quest’evento vuole essere il numero 0 di una lunga serie di appuntamenti che avranno sempre lo scopo di richiamare l’attenzione sul fatto che solo una scienza al servizio di ogni essere umano è al sicuro da qualsiasi tentazione di onnipotenza. Solo l'alleanza tra scienza e vita offre il fondamento stabile e oggettivo per una società capace di porre al proprio centro, anche nel futuro, la dignità intrinseca ad ogni essere umano.

***

 

Venerdì l’assemblea costituente di Aido Casamassima

In occasione del seminario itinerante “Un dono per la vita”, organizzato per il giorno venerdì 28 febbraio 2014 alle ore 18.30, presso le Officine ufo, dalle ‘associazioni del dono’: Parrocchia Santa Maria delle Grazie Casamassima, Croce rossa italiana, Aidsco, Aido, Scienza & vita, col patrocinio del Comune di Casamassima e della Pro Loco di Casamassima; con Francesco Depalma (presidente Aido Provincia di Bari) e con Vito Scarola (presidente Aido Regione Puglia) è convocato un incontro preliminare – che si terrà un’ora prima del seminario suindicato, cioè alle 17,30, sempre presso le Officine ufo – per illustrare agli iscritti all’Aido e ai simpatizzanti, che nella successiva assemblea costituente andranno a formalizzare la Sezione comunale dell’Aido in Casamassima.

 

Commenti  

 
#1 Cittadino attivo 2014-02-26 10:24
Ottima iniziativa! Da cittadino parteciperò!

Noi seguiamo tutte le direttive di queste associazioni sulla prevenzione e la tutela del territorio ecc ecc..
peccato poi che la notte in Via Adelfia brucino: tendoni di vigneti, gomme auto e quant'altro tutto ricoperto la mattina da terra che continua a fumare. L'odore è terribile.

E quando ti lamenti con qualche testa nota in comune ti dicono: "Lass perd.. che quelli.."

E ritorniamo sempre al punto di partenza. I soliti noti non possono essere toccati.

Tutti sappiamo che vengono bruciati rifiuti in quella zona la notte da rendere l'aria irrespirabile, ma ci consigliano di non fare niente!!!

Poveri noi!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI