Venerdì 17 Novembre 2017
   
Text Size

CASA DELLA SALUTE, IL GIALLO FINISCE SU 'REPUBBLICA'

elena gentile a casamassima

Ne parla anche Repubblica di oggi. "Pronto dal 2011 - titola il quotidiano - e mai entrato in funzione. Il giallo del poliambilatorio di Casamassima". La vicenda della Casa della salute, pronta da 3 anni e mai avviata, sbarca sulle cronache extra territoriali. "Per trovare una soluzione - è riportato nel pezzo di cronaca - è scesa in campo anche l'assessore alla Salute, Elena Gentile". Poi più avanti la "denuncia di Rocco Matarozzo, segretario della Uil pensionati Bari e Puglia: 'Vogliamo sapere chi si sta opponendo, se sono i medici di medicina generale o qualcuno all'interno dell'amministrazione comunale'. Domani il comitato dei cittadini costituitosi incontrerà il sindacato".

casa della salute art repubblica 4 feb 2014

Intanto nei giorni scorsi, l'assessore regionale, nel corso dell'incontro promosso dal Partito democratico locale aveva riferito che "Il Centro polifunzionale territoriale di Casamassima si farà, quella struttura verrà utilizzata, punto. Nessuno pensi che possa rimanere chiusa ancora a lungo". All'iniziativa avevano preso parte i medici di base e i pediatri di Casamassima, il rappresentante del sindacato di categoria Fimmg, i rappresentanti dei sindacati Cgil e Uil, oltre alla segreteria del Partito democratico e a Elena Gentile.

"Qualcuno ci ha chiesto: da dove nasce questo incontro? La risposta – fornita dal segretario Adriano Bizzoco – sta nello spirito con cui il nuovo corso del Partito democratico di Casamassima intende operare da ora innanzi: un partito funziona solo se è capace di farsi mediatore tra gli interessi dei cittadini e le istituzioni, per risolvere così i problemi e mettere in cantiere le idee per il futuro. Se non siamo capaci di fare questo, e ci limitiamo solo a chiedere voti sotto le elezioni, tanto vale chiudere la baracca". "Per la Casa della salute dunque – ha detto Bizzoco – intendiamo fare la nostra parte a beneficio di tutti: abbiamo chiamato l'assessore Elena Gentile, del Partito democratico, per dare a tutti la possibilità di chiarire i propri dubbi e di avere garanzie circa l'impegno che la Regione intende profondere in questo progetto”.

Dai medici presenti diverse sono state le problematiche affrontate e i dubbi sollevati, sia rispetto alla forma organizzativa, sia rispetto alla necessità di integrare e potenziare il personale di segreteria e infermieristico, nella misura sufficiente a garantire un servizio consono a un Cpt. Da parte della maggior parte dei presenti, tuttavia, è emersa in modo inequivocabile la volontà di procedere sulla strada della nascita di questo centro, nella convinzione che si tratti di un'opportunità preziosa per tutta la cittadinanza.

Nell'intervento conclusivo dell'assessore Gentile, gli impegni e i chiarimenti più attesi: la Regione si attiverà per garantire un numero di unità di personale di segreteria e infermieristico congruo all'espletamento del servizio. L'assessore ha quindi annunciato che già lunedì si attiverà per incontrare i vertici dell'Asl barese e sbloccare la situazione. Infine ha annunciato di volersi interessare anche alla situazione dei pediatri casamassimesi - allo stato attuale fuori dal progetto Casa della salute - per ampliare l'offerta dei servizi al cittadino. A conclusione dell’incontro, l’intento di aggiornarsi a breve con la convocazione tra le parti e i vertici dell'ASL barese.

“È desolante – aveva commentato prima dell’incontro Giuseppe Carone, coordinatore della Cgil, Camera del lavoro di Casamassima – che qui da noi non si riesca ancora a far partire la nostra Casa della salute. La Cgil Casamassima insieme allo Spi Cgil, segue la questione sin dal lontano 2006, tentando di fare pressione sulle amministrazioni comunali affinché si raggiunga il sospirato traguardo dell’apertura. Una struttura che qui a Casamassima è ultimata e fornita di modernissime attrezzature sanitarie e con spazi completamente ristrutturati ed efficienti”. “Incredibile – aveva proseguito Carone – che alcuni tra i medici di base si siano messi di traverso e che non percepiscano l’importanza e il beneficio che la Casa della salute porterebbe a tutta la cittadinanza. Crediamo che ormai non si possa più parlare solo ed esclusivamente di responsabilità dell’Asl, ma pensiamo che tutti i soggetti interessati debbano fare realmente la loro parte”.

Commenti  

 
#17 Gino 2014-02-10 13:49
La pseudo uil dovrebbe vergognarsi assieme ai suoi collaboratori prezzolati di quello che sranno facendo lo fanno sembrare un favore alla comunità , ma serve solo a fare delle belle foto da pubblicare su Facebook
 
 
#16 curioso 2014-02-09 11:38
E' strano che un'asssessore regionale alla sanità viene a Casamassima in un partito senza invitare il Sindaco, la massima istituzione sanitaria nel paese, e racconta fabie. in Regione la questione è vecchia. Sono cambiati tanti assessori ma la storia non cambia. Sinistra fatti e non promesse.
 
 
#15 informatissimo 2014-02-08 22:37
Busto glie lo chiedo per cortesia, non crei nei cittadini false aspettative. Perche' lei con la sua organizzazzione non fa altro che quello.. I casamassimesi non se lo meritano. E sappia che prima o poi i cittadini le chiederanno il conto delle aspettative che sta creando, e staremo a vedere cosa sara' in grado di mostrare
 
 
#14 FRANCO 2014-02-08 18:19
casa della salute ! occupiamoci prima di chi la salute la perde rimanendo disoccupato e non puo' pagare nemmeno il fitto di casa
 
 
#13 Gino 2014-02-08 12:10
Fino a quanto i personaggi come pseudo dott busto continueranno con i propri * a raccogliere firme che servono solo a rimarcare il proprio ruolo nel partito la casa della salute non si farà mai
 
 
#12 glicerina 2014-02-07 20:43
Spero che questa volta la supposta la prendano chi fino ad oggi l'ha prescritta. Poi se ne resta qualcuna per gli ex-amministratori potranno andare a c..... senza sforzarsi molto.
 
 
#11 cittadino 2014-02-07 07:49
e per quale motivo alcuni medici di base si sono messi di traverso? I casamassimesi hanno bisogno di sapere quali sono le vere ragioni. I medici hanno il dovere di curare la comunità e non di fare ostruzionismo.
 
 
#10 FRANCO 2014-02-06 09:51
BUSTO, QUANDO LA FINISCI DI FARE DEMAGOGIA E POPULISMO, SMETTILAAAAA!
 
 
#9 primogenita 2014-02-05 09:12
Complimenti alla UIL: i suoi rappresentanti hanno imparato molto bene come si fa ad attribuirsi falsi meriti!
Sembra una gara tra loro e il nostro primo cittadino!
Brava Redazione perché sei stata la sola a riportare fedelmente gli eventi: l'incontro con l'assessore Gentile lo ha organizzato il PD DI CASAMASSIMA e le conclusioni sono state MOLTO INCORAGGIANTI!
 
 
#8 Vergogna 2014-02-05 01:36
Possibile complicare ogni cosa? E che è proprio vergognoso.
 
 
#7 Paradossale 2014-02-05 00:58
Una incapacità imperante e radicata, causa di infiniti fallimenti.
Lasciate che siano gli adulti ad affrontare i problemi, dedicatevii agli hobby se ne avete.
 
 
#6 Basta 2014-02-04 21:54
Alex torna nel paese delle fiabe
 
 
#5 alex 2014-02-04 19:50
SOLO UN GIORNALE DI SX POTEVA PARLARE COSI. SONO ANNI CIOè 2008CHE DOVEVA ESSERE FINATA PERCHè ALLORA NON SE NE PARLATO PRIMA??????? IL PROBLEMA SAPETE QUALè CHE VI RODE TANTO E LA VOLPE QUANDO NON ARRIVA ALL'UVA DICE CHE è ACERBA.
 
 
#4 max 2014-02-04 18:15
Pronta una nuova TARGA da appendere fuori all'ex Miulli, con la lode della cittadinanza allo straordinario impegno e passione civile del Sindaco e dei Consiglieri Medici....un solo Medico??? Chi sarà mai???
 
 
#3 Basta 2014-02-04 16:49
Nomi e cognomi di chi si oppone all'apertura. Assunzione di responsabilità' amministrativa e morale se non addirittura penale. Basta con le chiacchiere al vento venite allo scoperto e dichiaratevi davanti alla cittadinanza che ne ha piene le p.... di questo modo di fare.
 
 
#2 Andrea C. 2014-02-04 16:24
Caro dott. Laricchia, pensa alle cose serie e lascia stare le targhe!!!!!!
 
 
#1 PROFETA 2014-02-04 15:52
STATE SICURI CHE DOPO TANTO RITARDO ED INDOLENZA GRAZIE ANCHE ALL'IMPEGNO DELLE REALTà SOCIALI CITTADINE ALLA FINE QUANDO SARà INAUGURATA LA CASA DELLA SALUTE IL SINDACO SARA' PRONTO AD ATTRIBUIRSENE LA PATERNITA'. MENO MALE CHE C'E' MIMMO ...è un fuoriclasse delle mistificazioni della realtà
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI