Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

SCUOLA MEDIA, ALUNNI E GENITORI AL LAVORO

scuola media lavori gen 2014 01

Nei giorni 2, 3 e 4 gennaio i volenterosi genitori di quattro alunni della 2ª A della scuola media "D. Alighieri" succursale si sono resi protagonisti di un'iniziativa spontanea di pitturazione, ripristino muri e pulizia dell'aula quotidianamente occupata dai propri figli per le attività scolastiche.

I cittadini in questione, approfittando della pausa natalizia, sono stati impegnati in interventi che, finalizzati a garantire un più elevato grado di sicurezza ed una maggiore qualità estetica delle aule, rientrano nel quadro delle iniziative previste da "La banca del tempo", un progetto sorto due anni fa e fortemente voluto dal dirigente scolastico della scuola media, Francesca Santolla, allo scopo di costruire una rete di relazioni tra i genitori degli alunni della scuola media casamassimese. La banca del tempo punta infatti a creare situazioni di aiuto vicendevole tra genitori in base alla disponibilità di ciascuno.

scuola media lavori gen 2014 02

In una fase caratterizzata dal continuo amplificarsi del senso di precarietà nelle scuole, anche Casamassima registra ancora una volta, in una situazione di penuria di fondi, la mancanza di un’adeguata manutenzione degli edifici scolastici. Questo il motivo che avrebbe spinto i genitori a mobilitarsi, presentando prima una richiesta di realizzazione lavori e una dichiarazione di responsabilità in merito agli interventi da effettuare e procedendo poi materialmente con i lavori di manutenzione e riparazione.

Ci si auspica che l'iniziativa, svoltasi con il supporto organizzativo della professoressa Rosanna Selvaggi, coordinatrice della 2ª A, possa agire da monito per un numero sempre crescente di genitori. In realtà già lo scorso anno in altre classi erano stati effettuati lavori di questo tipo che la preside aveva lodato come grandi dimostrazioni di solidarietà, di cooperazione e di impegno.

Commenti  

 
#11 Mi guscio 2014-01-28 09:56
Cari e volenterosi genitori, da ammirare il vostro impegno e la vostra fede verso le istituzioni, ma pensate che sia un buon esempio per i vostri figli questa vostra dedizione verso una politica che spende spesso il denaro pubblico in maniera inopportuna dimenticando quelle che sono le priorità della società? Esempio la scuola,la pulizia, la viabilità, i luoghi di incontro, e così via!
Cari genitori, chiedete di risparmiare sulle manifestazioni inutili e fallimentari, sulle spese della politica, su targhe e targhette e tutto ciò che, in un momento di crisi, rappresenta uno schiaffo alla povertà!
 
 
#10 disgustato2 2014-01-27 20:05
Mentre si promettono 300000 euro per la nuova scuola superiore si lascia in questo stato le altre scuole. Che vergogna! Aveva trovato una scuola disposta a sobbarcarsi il carico della nuova scuola superiore, almeno avrebbe potuto accantonare queste somme promesse (badate bene PROMESSE) per le scuole elementari e medie. Ma evidentemente gli sembra faccia più scena una scuola superiore affiliata ad una scuola di Bari...informatevi cari concittadini prima di iscrivere i vostri figli!
 
 
#9 Paziente 2014-01-24 14:53
Cara Terry, è chiaro che per il progetto ci vorrà un tecnico, e siccome i migliori del nostro paese sono politicamente impegnati, qualcuno dovrà pur progettarle. Magari di qualche paese limitrofo, chessò*, Acquaviva delle Fonti, oppure...Importante che si progetti!
Il tempo è galantuomo!
*errore
 
 
#8 Terry 2014-01-23 14:06
Chi si sacrifica per tenere pulite le aule e chi già si organizza per progettare le nuove.
 
 
#7 Carlo. 2014-01-22 20:59
L' abbiamo fatto anche noi ......
 
 
#6 Neos 2014-01-22 19:45
Più educativo mettere a pulire chi sporca, cioè gli alunni...
 
 
#5 Stasy 2014-01-22 18:19
Ma se la giunta ha stanziato 300 mila euro per l'istituto superiore quanto stanzierà per le scuole elementari e medie? Poi si dice che c'è la crisi!!!
 
 
#4 disgustato 2014-01-22 11:57
L'unico risultato che il sindaco porta a casa e quello che si evince in questo articolo. Non ci sono parole. Vogliono creare cattedrali nel deserto e non hanno spiccioli per la salubrità' dei nostri bambini. Perche' non devolvono i loro compensi per sanare le pietose condizioni in cui versano le nostre scuole?
 
 
#3 Monica 2014-01-22 09:11
La banca del tempo: bella scusa per far erogare ai genitori un servizio che non solo non gli compete, ma che pagano ad altri attraverso le tasse.
 
 
#2 Pepò 2014-01-22 08:36
Siamo alla frutta ....
Gongola durbans gongola il tempo x te è finito !
 
 
#1 Un genitore vagabond 2014-01-22 00:29
Bravi, è ora che anche altri rinuncino a qualcosa.
Sindaco che ne dice di rinunciare ai suoi compensi per almeno un paio di mesi? Con quella cifra si rimetterebbero a nuovo almeno quattro o cinque aule.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI