Martedì 18 Dicembre 2018
   
Text Size

SANTA LUCIA, LA PRO LOCO TRIPLICA LA FESTA

presepe

Domani venerdì 13 dicembre, l’a Pro Loco Casamassima organizza la 3° edizione di “Vivi il Natale”, con una veste particolarmente intimista che riscopre valori e tradizioni. Il13 dicembre è un giorno particolarmente sentito a Casamassima, in cui come ogni anno torna l’atteso appuntamento con la devozione di Santa Lucia che dà inizio ufficialmente al lungo periodo delle festività natalizie.

A questa festa di tradizione, con l’intento continuo di promuovere i valori ambientali, storico-architettonici e turistici locali finalizzati al recupero dell’edilizia tipica del “Paese Azzurro”, si affianca la premiazione della 2° edizione del concorso “Il balcone di Natale nel Paese azzurro”. I circa 90 borghisti partecipanti hanno addobbato con le tradizionali luci e decorazioni natalizie balconi, finestre e vignali.

Il programma della giornata parte con la Santa Messa delle ore 5 alla chiesetta di Santa Maria del Soccorso, detta anche di Santa Lucia, appena fuori dall’abitato, e termina la sera nel borgo antico con un’inaspettata incursione di Babbo Natale. Alle ore 16 parte da Largo Fiera la fiaccolata che attraversa le principali vie del paese raggiungendo la Chiesa di Santa Lucia dove si svolgerà un’ulteriore Santa Messa. Alle ore 18 nel piazzale antistante Palazzo Monacelle si terrà la premiazione del concorso “Il balcone di Natale nel Paese azzurro” e sarà consegnata la targa speciale “Paese azzurro 2013”. Dalle ore 18:30 in poi Babbo Natale, aiutato dai suoi preziosi elfi, incontrerà i bambini casamassimesi per ascoltare i loro desideri e ricevere le loro letterine.

Non manca la parte gastronomica, anche questa all’insegna della tradizione, infatti al termine della celebrazione eucaristica mattutina, sarà possibile consumare i tradizionali dolci tipici, biscottini di Santa Lucia e delle pettole calde, preparati dal gruppo scout Agesci al riparo del caratteristico campanile a vela. La sera invece, nel centro storico, ci sarà la degustazione dei tradizionali prodotti tipici a cura degli scout e dell’associazione Fungai Casamassima.

In occasione di “Vivi il Natale” inoltre, sarà possibile aderire all’iniziativa di solidarietà "Dona un giocattolo e regala un Sorriso”, anche quest'anno ricevere un giocattolo sarà un lusso che non tutti i bambini potranno permettersi. Alla luce di questo, risulta doveroso coinvolgere le istituzioni, le associazioni, le parrocchie e tutte le persone di buona volontà, grandi e piccini, in una raccolta di giocattoli che faranno la gioia di tanti piccoli meno fortunati. La raccolta di solidarietà si svolgerà il giorno 13 dicembre presso Palazzo Monacelle dalle ore 18 alle ore 21.

Info: 347 0926633, 388 4764295

vivi il natale 2013

Commenti  

 
#14 Pro cultura 2013-12-15 19:16
# 11pro Casamassima. Se ti riferisci al solito personaggio che non sa esprimere manco un concetto, allora ti dico che noto un miglioramento quasi percettibile!
Speriamo migliori ancora per il bene dei ragazzi che seguono questo blog!
 
 
#13 collaborazione? 2013-12-15 19:12
vi siete mai chiesti come mai poche associazioni o privati vogliono partecipare ad eventi con la pro loco? Lo sanno quasi tutti, a che serve collaborare? Abbiamo bisogno di persone costruttive...
 
 
#12 Luomogiustoalpostogi 2013-12-15 12:12
Ma dai signor Aprite Gli Occhi, cerca di essere un po' obiettivo, cosa ha fatto di eccezionale fino ad oggi la tua pro loco?
Normali, stucchevoli e ripetitive manifestazioni che a volte hanno avuto il sapore del flop.
Coraggio, non ti voglio demoralizzare, ma stimolare la fantasia e dirti che per ogni cosa ci vuole il professionista, leggi organizzatore di eventi colto, capace e con titolo specifico!
Vedrai come è diverso dal fai da te (o da voi)! E probabilmente si risparmieranno un po' di soldi!
 
 
#11 Pro Casamassima 2013-12-15 11:39
Arch. esci sei stato visto ericonosciuto, solo tu a casamassima scrivi in questo modo, altro che volpacchiotti. Il problema è che vi sentite troppo belli per ricevere critiche. Continuate così allora.
 
 
#10 aprite gli occhi 2013-12-14 23:42
Fedro in una sua favola raccontava della volpe che non potendo raggiungere l'uva si rititò dicendo che era amara. Ci domandiamo se dietro i pseudonimi ci sono tanti volpacchiotti? Noi siamo per l'unità delle forze e per lo stesso fine, i volpacchiotti invece perdono il pelo ma non il vizio di parlare a vanvera.
 
 
#9 Maria Giul. 2013-12-14 20:53
vedo che la proloco di casamassima non è molto amata dai casamassimesi e dall'altre associazioni, eppure sono la mamma delle altre associzioni.
 
 
#8 UNA TRADIZIONALISTA 2013-12-13 16:45
premetto che io amo ogni tradizione, ci lega sempre ad una identità che ci appartiene, che ci fa essere oggi quello che siamo.
Santa Lucia, era una festa molto vissuta a Casamassima: con bancarelle, banda, SS Messa e processioni. E' giustissimo che la pro loco si occupi di queste iniziative, le coordini, le fortifichi.
Sia perché questa è la festa di Santa lucia, come si è sempre svolta, sia perché la Pro loco ha questo mandato.

Dal mio punto di vista quello che manca alla PRO LOCO, ( e lo dico da una che ci collabora) è il vero coordinamento degli eventi, quello SERIO!!
se voglimi che Casamassima cresca ( ed io lo vorrei tanto perché ne sono tanto legata) è necessario che spianiamo la strada..
bisogna fare più INFORMAZIONE, più COORDINAMENTO delle forze, più PROMOZIONE della attività commerciali.. come?? ci sono tanti modi: maggiori manifesti, maggiore partecipazione dei bar a questa festa.. così come si faceva una volta.

Non c'è bisogno di inventarsi nulla secondo me, c'è bisogno di unire le forse e riprendere tante vecchie tradizioni: Santa Lucia, San Giuseppe (bellissima festa), la festa di Santa Croce, quella che si faceva con la processione e petali di fiori.., e permettetemi di dire una cosa : IL COMUNE NON DEVE promuovere eventi paralleli!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ma cosa diamine ci azzecca fare i mercatini domenica? ma allora?? dobbiamo guadagnare o far crescere il paese? se l'organizzatore non lo capisce, il comune deve *!!! è un dovere civico!!!

scusate, io credo in Casamassima e nei casamassimesi, mi piace il mio paese, il centro storico.. vedo gli altri paesi e mi chiedo perché!!!!???? perché noi no?!? e la risposta è solo una : LO SPERARE LE FORZE invece di unirle!!!

UNIAMOCI, io ci credo!!
 
 
#7 Vergogna 2013-12-13 15:17
Pro loco avete fatto scappare l associazione cartapesta i all Auchan, che vergogna. Il sig magnifico con i suoi presepi, opere d arti, doveva restare a casamassima e non all interno del centro commerciale. Siete * voi ed il paese azzurro, è una fissazione di pochi che credo non sarà mai realizzata.
 
 
#6 Lucia 2 2013-12-13 13:29
per aprite gli occhi.paroloni, paroloni, paroloni niente altro che paroloni. senti a me apri gli occhi e chiudi la bocca.
 
 
#5 aprite gli occhi 2013-12-13 10:02
La Pro Loco (UNPLI) è un'istituzione pubblica, riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali e dall'UNESCO, alla quale viene chiesto di coordinare e in manzanza organizzare eventi pubblici.
La sua presenza nelle menifestazioni garantisce qualità , sicurezza e copertura assicurativa sugli eventi. In quanto Istituzione, come il Comune, non fà bene ed è criticabile se non partecipa, non quando partecipa.
I soci , compresi chi è intervenuto prima se s'iscrivono, non perseguono alcuno scopo di lucro , ma dedicano parte del loro tempo privato per il progresso di Casamassima.
Tutte le procedure ed autorizzazioni , pianificate, si risolvono positivamente in quanto sono richieste ed avvallate da persone qualificate e con titoli riconosciuti per legge ; di ciò spessissimo ne trovano giovamento sia associazioni che privati e per tanto si rivolgono alle Pro Loco.
Possiamo discutere su una manifestazione, se fosse stato il caso di svolgerla diversamente , ma se non partecipate come possiamo confrontarci ? Il nostro fine è collaborare e promuovere le associazioni e i loro eventi , gli artigiani, le attività in genere, migliorare i luoghi e continuare negli anni le tradizioni , usi e costumi di una comunità per non perdere l'identità vera di un popolo.
 
 
#4 De voto 2013-12-13 09:39
A proposito di Santa Lucia, vedo che sono stati fatti dei lavori di restiling della chiesetta. Dice qualcuno che siano stati fatti dal Comune, ma visto che non ho trovato nessuna delibera in merito vorrei porre due domande: chi ha pagato realmente i lavori? Se li ha pagati il Comune è normale che il comune finanzi un'opera nella proprietà della Curia, mentre le scuole hanno problemi molto gravi?
Non so se la Redazione o qualche ben informato ne sappia più di me.
 
 
#3 Lucia 2 2013-12-13 00:24
Brava Lucia ormai organizzare manifestazioni a volontà serve ad avere sovvenzionamenti da ogni parte. non importa cosa si organizza l'importante è fare fare fare per mettersin mostra, manca solo San Rocco, visto che la * la tengono già in famiglia.
 
 
#2 Lucia 2013-12-12 20:19
Ma possibile che ogni occasione è buona per festeggiare?
Ma i componenti di questa pro loco hanno scambiato Casamassima per il paese dei balocchi? Santa Lucia è stata sempre festeggiata, con parsimonia e religiosità!
Poi ci si lamenta come il Battesimo, la Prima Comunione, la Cresima vengono scambiate per feste nuziali!
E basta, le tradizioni vanno rispettate non stravolte!
O forse qualcuno si è inventato un lavoro con queste festicciole di quartiere?
 
 
#1 Una Mamma 2013-12-12 15:59
La Proloco deve finirla di impossessarsi di tradizioni storiche di Casamassima senza realizzare niente di nuovo.La mattina, vogliono creare un corteo per andare alla chiesetta in processione, visto che prima c'è il cimitero, non mi sembra buona cosa. Il pmeriggio vogliono gestire la fiaccolata organizzata dalla scuola come se fosse una loro idea. Facevano vivi il natale con nico pastore, poi si sono divisi e mo non si capisce più niente. Mi hanno riferito che anche nel presepe della scuola volevano metterci lo zampino, ma le mamme hanno detto di no. Ma inventatevi qualcosa di nuovo e di buono...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI