Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

SEGNALI STRADALI: CAMBIANO I SENSI DI MARCIA

divieto di accesso in via puccini

Occhio ai segnali stradali. La norma, valida sempre quando si è alla conduzione di veicoli e mezzi di trasporto, adesso deve essere osservata con ancor maggiore attenzione da parte di tutti i guidatori. E questo perché, nei giorni scorsi, sono cambiati numerosi sensi di marcia, soprattutto nelle strade adiacenti o comunque prossime a via Libertà. Imboccando quest'ultima arteria stradale dal corso principale, e percorrendola in direzione di via Noicattaro, per esempio, si incrocia prima via Puccini, a sinistra, adesso oggetto di divieto e quindi non più percorribile arrivando da via Libertà, mentre dall'altra parte si trova via Rossini, il cui senso unico impone di attraversarla dalla stessa via Libertà verso le stradine interne che poi sboccano su corso Garibaldi. Sempre procedendo sulla via dell'ex ospedale, direzione corso Vittorio Emanuele-via Noicattaro, arrivando alla seconda traversa a sinistra si trova via Verdi, sulla quale ci si può immettere regolarmente, al contrario di via Nazionale, a destra, adesso chiusa dal divieto di accesso. Qualche metro più avanti, sempre procedendo su via Libertà nella stessa direzione, a sinistra c'è via Piccinni, che si può impegnare senza problemi, mentre di fronte a via Piccinni, guardando verso destra, c'è via Cavallerizza anch'essa chiusa dal divieto.

La stessa via Cavallerizza, dunque, è invece a disposizione dei veicoli che intendono percorrerla da corso San Sabino verso via Libertà, e non il contrario. Via Umberto Giordano, qualche metro più avanti sempre seguendo la direzione corso principale-via Noicattaro, non permette la svolta al suo interno, al contrario di quanto avviene per la strada sulla destra di via Libertà, che le si trova di fronte. Questa strada è percorribile giungendo dalla stessa via Libertà ma, e questo è un altro aspetto, non presenta alcuna targa che ne indichi il nome. Di fronte a via Umberto Giordano, dunque, vi è una via (via Trieste, secondo la cartina stradale del nostro comune) della quale non è facilmente individuabile il nome. Pur percorrendola da via Libertà fino a corso San Sabino, infatti, non si trova alcuna indicazione a riguardo: la prima targa che si può osservare seguendo questa direzione è oltre corso san Sabino e indica via Bandoliera, ma qui siamo già in un'altra strada. La successiva via Mascagni, sempre tornando su via Libertà secondo il nostro tragitto iniziale, si può impegnare svoltando a sinistra, mentre la stessa cosa non vale per via Camporeale, a destra. Queste sono solo alcune delle novità introdotte di recente in merito alla circolazione stradale, ma tante altre strade nella stessa zona sono diventate oggetto di nuovi sensi unici o divieti. Quindi adesso l'imperativo è uno: prestare attenzione alla guida, principio validissimo e preziosissimo sempre, ma adesso ancora di più, perché l'abitudine legata al fatto che fino a poco tempo fa tutte queste strade siano state a doppio senso di marcia, potrebbe giocare dei brutti scherzi. Ora non è più così, quindi massima attenzione ai segnali e al loro rigoroso rispetto.

Commenti  

 
#17 preoccupato 2013-12-24 01:02
con i problemi SERI che ci sono l'amministrazione pensa bene di spendere i nostri soldi per pagare divieti e sensi unici..infatti stiamo andando sempre più nel senso unico della povertà di denaro, di idee e di volontà di fare poche cose ma fatte bene.tra l'altro sensi unici su strade molto larghe...mah!
 
 
#16 michele 2013-11-26 07:18
ma perchè tutte le stade della zona a senso unico tranne via GIovanni XXIII?
 
 
#15 assurdo 2013-11-26 00:33
le cose più assurde si fanno solo a Casamassima,questa dei nuovi segnali è proprio na caricatura ed uno spendio di soldi pubblici buttati al vento!!!!!
 
 
#14 luca 2013-11-25 16:10
Signori cittadini sono cambiati i segnali stradali, sono cambiati i sensi di marcia, ma attenzione non sono cambiate le strade piene di fossi, buche, avvallamenti. Se i soldi si sarebbero spesi per sistemare le strade di Casamassima non era meglio? A voi giudicare..........
 
 
#13 Totò... 2013-11-25 15:52
Ridamo valore ai buoni principi, ridiamo responsabilità a chi compete, ridiamo sicurezza... ma si,....RIDIAMO!...AHAHAHAH
 
 
#12 cittadino 2013-11-25 13:03
nu schifo pensassero alle cose essenziali in comune, perche' non un marciapiede su via noicattaro sul ponte un giorno ne sentiremo di persone investite prima il morto ci vuole poi si passa ai fatti vergogna
 
 
#11 piero 2013-11-25 11:49
concordo pienamente con gli altri utenti,il nuovo senso di marcia di via Cellamare e' qualcosa di incredibilmente scriteriato....non e' possibile creare dei sensi unici in modo cosi
inqualificabile.
 
 
#10 via cellamare 2013-11-25 00:41
Io che ci abito su via cellamare vi chiedo....ma perché non vi fate i fatti vostri?? Avrebbero dovuta farla tutta a senso unico,non solo l'ultimo tratto,così com'era previsto inizialmente.
 
 
#9 sconcertato 2013-11-24 19:36
Basta vietare il parcheggio sull'ultimo tratto di via Cellammare e il problema è risolto per la sua ristrettezza.
 
 
#8 metar77 2013-11-24 18:35
infatti ma la spiegazione che mi è stata data è che quel pezzo è troppo stretto per essere a doppio senso di marcia!!!!
 
 
#7 unanime 2013-11-24 17:08
Finalmente Biradi mette tutti daccordo: il nuovo senso unico di via Cellamare é per tutti una stupidaggine!
 
 
#6 angelo 2013-11-24 17:01
ma perché l'ultimo tratto di via cellamare così ???? semplicemente assurdo
 
 
#5 Neos 2013-11-24 15:30
Concordo: l'ultimo tratto di via Cellamare è un senso vietato senza buonsenso...
 
 
#4 Topolino 2013-11-24 10:25
Chi ha studiato il piano stradale si è laureato all università di paperopoli? È senza senso quello che hanno fatto, in particolar modo l ultimo in crocio di via cellamare. La cosa che mi fa rabbia che queste persone e i costi per fare tutto ciò derivano na noi cittadini.
 
 
#3 CURIOSONE 2013-11-24 08:37
Il cambio dei sensi senza senso serve solo a fare cassa, perché i vigili sono già in agguato per multare quello che fino a ieri era logico percorrere, a cui noi tutti siamo abituati, ma all'improvviso diventa una infrazione. Vorrei sapere dallo scienziato che ha vietato l'ultimo tratto di via Cellamare a quelli che vengono da Auschan qual' è la ratio che lo ha guidato.
 
 
#2 x VIGILI 2013-11-24 00:56
venendo dall'auchan l'ultimo tratto di via Cellamare è controsenso nonostante il divieto nessuno lo rispetta
 
 
#1 Leo 2013-11-24 00:39
E perché tutti questi cambiamenti, quali i vantaggi?
Proprio indispensabile in questo momento di crisi economica?
Assurdo!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI