Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

SONDAGGIO: CHE SCUOLA SUPERIORE VUOI?

sondaggio scuola superiore

Anche Casamassima avrà una scuola superiore. Questa non è certo una notizia, visto che la cosa è chiara da un bel po', ciò che invece parrebbe non ancora chiaro (e/o definitivo) è l'indirizzo didattico di questa nuova scuola. É una scelta che andrà fatta con cura, valutando le potenzialità del paese e delle zone limitrofe. Si deve creare un liceo o un istituto tecnico?

L’anno scorso, ricordiamo, la Provincia approvava la scelta della Rosa Luxemburg (indirizzo professionale commerciale), ma è da capire che accadrà quest’anno: sarà confermata?

Sono molte le possibilità che si prospettano a chi dovrà scegliere. L'apertura di una scuola superiore, si sa, è sempre un'opportunità di sviluppo, culturale e non solo, per una comunità. Attrae ragazzi dai paesi vicini e potrebbe permettere a diversi giovani casamassimesi di non dover spostarsi nel caso fosse centrato il giusto indirizzo.

Abbiamo provato a chiedere ai giovani, i più interessati da questa novità, cosa ne pensano, quale dovrebbe essere secondo loro l'indirizzo della scuola.

Antonella Claudio: “La costruzione della scuola è una cosa che sto vedendo tutti i giorni perché è situata proprio dietro casa mia. Se dovessi scegliere, preferirei tanto che diventasse un alberghiero perché nelle vicinanze non ce ne sono poi tanti. Mi auguro solamente che, qualsiasi sarà l'orientamento della scuola, ci siano dei docenti ben qualificati che ne portino sempre più in alto il nome. Cosi che anche molti ragazzi di Casamassima possano sceglierla”.

Enrico De Marzo: “Secondo me tra le "pecche" della nostra cittadina non si può non menzionare l'impossibilità, per i nostri giovani, di poter seguire un percorso di studi secondari. Ergo ogni giovane studente è costretto a "emigrare" nei vicini paesi per poter frequentare un qualsiasi indirizzo scolastico. In questo modo la cittadina perde letteralmente le sue nuove generazioni che, ovviamente, finiscono a legarsi ai luoghi in cui trascorrono 9 mesi all'anno. Una città in rapida espansione demografica non può più non considerare la possibilità di fornire un'adeguata scelta formativa per le nuove generazioni. Tra le tante possibilità formative che il nostro paese può offrire, mi piacerebbe molto che venisse scelto un indirizzo professionale. Questo permetterebbe uno sbocco lavorativo più immediato o comunque una preparazione che non escluderebbe qualsiasi possibile futuro universitario.

Vorrei concludere con una citazione di Elbert Green Hubbard: ‘Questo non sarà mai un paese civilizzato fino a quando non si spenderanno più soldi nei libri che nelle gomme da masticare’”.

Michele Barnabà: “Io penso che si dovrebbe puntare su un istituto tecnico, una scuola che dia sbocchi e che imposti già la mente dei ragazzi all'ambito lavorativo”.

Luca Castellano: “Sia per esperienza personale che per preferenza, sarei soddisfatto se la nuova scuola fosse un istituto tecnico economico. Le motivazioni sono tante: offre maggiori sbocchi lavorativi, in quanto le aziende richiedono spesso diplomati tecnici; l’area amministrazione, finanza e marketing attraversa tutti i settori produttivi; le figure più ambite dal mercato del lavoro sono coloro che possiedono capacità tecniche e culturali, in grado non solo di tenere l'azienda sul mercato, ma anche di migliorarla. Inoltre, gli istituti tecnici hanno nel loro piano di studi materie specifiche che permettono di imparare una professione o un mestiere, quindi permettono dopo 5 anni di offrirsi con profitto al mercato del lavoro (quando c’è!). Gli istituti tecnici non devono essere considerati, come spesso accade, una scuola di secondo piano, anche perché permettono comunque, una volta finiti i 5 anni, di proseguire con qualsiasi percorso, anche con gli studi universitari”.

Isa De Tommaso: “La scelta di una scuola superiore é qualcosa di individuale. Non è facile dire quale scuola superiore costruire perché ognuno sceglie di frequentare quella che più si avvicina ai propri interessi e alla propria prospettiva futura. La scuola superiore che potrebbe offrire un insegnamento completo è il liceo classico, ma prima di arrivare a una conclusione bisogna tener conto delle problematiche della società. La maggior parte dei giovani, oggi, si iscrive alle scuole superiori più per obbligo che per volontà, quindi sono portati a scegliere quelle più "semplici" per studiare di meno, per avere più tempo libero e per evitare tutte quelle materie ritenute difficili o a volte inutili. Per questo ritengo più opportuno optare per la costruzione non di un liceo, ma di un Istituto tecnico e professionale. Un liceo ha l'obiettivo di fornire una formazione a livello generale e dà agli studenti un metodo di studio rigoroso e necessario per affrontare al meglio l'università. L'istituto tecnico e professionale ha l'obiettivo di preparare lo studente in una specifica professione. La costruzione di quest’ultimo, dunque, sarebbe più utile, perché avvicinerebbe più giovani alla cultura e all’educazione, permettendo loro di inserirsi, dopo i cinque anni di studio, nel mondo del lavoro”.

Alberto Bonomi: “Personalmente preferirei che la nuova scuola fosse un liceo classico, perché questo tipo di scuole sono lontane dal nostro paese. Secondo me creare un liceo classico sarebbe un punto di slancio e di crescita culturale per il nostro paese, basti pensare a tutti gli eventi che potrebbero esservi collegati, come il teatro, convegni e relazioni”.

Commenti  

 
#17 stefano 2013-09-04 22:57
sicuramente un Professionale meglio se un Alberghiero, in quanto sin dalle prime classi si ha la possibilità di entrare nel mondo del lavoro!
 
 
#16 Augusto 2013-09-01 14:35
Un liceo linguistico sarebbe perfetto.
 
 
#15 enza 2013-08-31 09:46
penso sia meglio, in via eccezionale e se si potesse, utilizzare la nuova costruzione per ospitare la scuola elementare MARCONI e la scuola media D. ALIGHIERI, il tempo necessario per consentire di effettuare interventi di ristrutturazione su tali edifici.
 
 
#14 Alain 2013-08-31 06:52
Considerando le dimensioni mastodontiche della nuova scuola, non sarebbe possibile creare un "POLIVALENTE" come quello del quartiere Japigia a Bari? Non scontenterebbe nessuno, si spera!
 
 
#13 Cultura94 2013-08-31 01:37
Se non volete creare una generazione di falliti e ignoranti, dovete necessariamente optare per un liceo o classico o scientifico. Non vogliamo un istituto che sfornì capre che un domani si ritroveranno a vagabondare in cerca di lavoro come cameriere. Ma per favore la formazione è fondamentale, volete vedere i vostri figli realizzerai come avvocati o medici o fare i pizzaioli in questo paese in via di sviluppo. Perché casamassima secondo me è al pari del Bangladesh.
 
 
#12 marisa 2013-08-28 22:18
Concordo..un paese peggiore di questo..è introvabile..ma io dico..i politici il cervello lo lasciano a casa, magari sotto il cuscino????? Ma dai..una scuola che è a due passi..che vale poco e niente(visti i tempi) e poi che risposta è non ci sono soldi per interventi alla Marconi? Trovateli o il sindaco vuole finire in cronaca nera? Vuole vittime? Ma scherziamo..trovasse i soldi..tutti mendicanti quando si tratta di uscirli..abbassatevi gli stipendi..fate il vostro dovere o tutti a casa. Che schifoooooooo
 
 
#11 Ignazio Bruno 2013-08-28 10:32
Ragazzi optate per i linguistici...credo sia quello il futuro!
 
 
#10 mamma furiosa 2013-08-28 08:35
l'anno scolastico sta per cominciare e non si sa quale sarà l'indirizzo didattico ? che vergogna ! sono secoli che ci lamentiamo del fatto che i nostri figli devono andare fino a Castellana per frequentare l'istituto ALBERGHIERO e poi vogliono fare una scuola che abbiamo a due passi da noi.....sarà l'ennesimo spreco di soldi dei cittadini!!!!!
 
 
#9 GENITORE 2013-08-28 08:11
Parlando con alcuni * della Marconi emerge una situazione strutturale al limite della decenza. Ci sono richieste di intervento inoltrate al comune che vanno avanti da anni, che hanno avuto come risposta "non ci sono soldi per gli interventi. Personalmente grazie all' open day, ho potuto constatare di persona la situazione disastrosa.intonaco che si stacca dai muri, pavimento sconnesso e traballante, servizi igienici vecchi e usurati e spesso guasti, porte dei bagni e delle aule trasandate e con maniglie rotte, il prospetto dell'edificio che in caso di forte vento o pioggia cadono calcinacci, insomma una situazione che aspetta solo che ci scappi l'incidente serio per essere affrontata. A questo proposito chiedo al comune se la vera necessita' e' quella di una nuova scuola superiore a Casamassima oppure mettere in sicurezza le centinaia di alunni delle elementari.
 
 
#8 Informato 2013-08-28 00:02
Inutile sondaggio! I soloni della provincia hanno optato per una succursale del * istituto "Rosa Luxemburg" di Acquaviva.
 
 
#7 cittadina 2013-08-27 22:17
penso che un indirizzo alberghiero sia il più appropriato tra i tanti citati perchè non ci sono molte scuole del genere nei dintorni (al contrario degli istituti tecnici che sono presenti in quasi tutti i paesi limitrofi e ben collegati con Casamassima a livello di mezzi) e offre comunque sbocchi lavorativi potenzialmente significativi.
 
 
#6 teo 2013-08-27 21:50
che paese fallito....
 
 
#5 Un dipendente 2013-08-27 19:10
La marconi cade a pezzi, ci sono da salvare solo gli infissi il resto e' un vero disastro. Piu' che rimetterla a posto spendendo una valanga di euro, si farebbe prima a costruirne un'altra o magari cedere una parte della nuova struttura.,
 
 
#4 Pasquale 2013-08-27 18:37
Direi ragioneria ... sempre utile ;) !
 
 
#3 Cittadino 2013-08-27 14:08
Pro Alberghiero!
 
 
#2 rosamaria 2013-08-27 13:33
:lol:
 
 
#1 secondo me 2013-08-27 13:14
vista la celerità dei lavori con cui stanno procedendo, e le disastrose condizioni della Guglielmo Marconi, credo tanto che ci sarà qualche bella sorpresa per gli alunni della scuola elementare. Anche perché credo che quest'anno ci sarà di nuovo l'intervento dei vigili del fuoco, visto che anche quest'anno non sono stati fatti i lavori per a messa in sicurezza e per la manutenzione della scuola. I bambini hanno il diritto di stare in luoghi sicuri e puliti e non fatiscenti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI