Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

PRO LOCO, PIÙ ROSA NEL NUOVO DIRETTIVO

pro loco direttivo femminile

Aumentano le quota rosa nel consiglio di amministrazione dell’associazione turistica Pro Loco di Casamassima. Dopo le dimissioni del vicepresidente Nicola Pastore, lunedì scorso nelle stanze di Palazzo Accadia è subentrato il neo consigliere Virginia Polignano, prima dei non eletti alle votazioni del 29 marzo 2012, e si sono decise le cariche e deleghe interne al direttivo. Confermata alla presidenza Maria Rosaria Tanzella, succede a Pastore nella carica di vicepresidente Paola Maiellaro che insieme alla Tanzella curerà i rapporti con l'amministrazione, gli enti istituzionali e la supervisione di finanziamenti e gare di bando; subentra come segretario il tesoriere Valentina Lacaputo che si occuperà della gestione amministrativa; a Luna Pastore resta la delega come addetto stampa e marketing; ai consiglieri Giovanni De Tommaso e Virginia Polignano spettano le relazioni con il territorio che comprende associazioni, ambiente e tutela e promozione del centro storico.

Il turnover del direttivo determina cambiamenti importanti per la Pro loco per quanto riguarda programma, finalità e modus operandi?

“I cambiamenti intervenuti nell’ultimo periodo – ha riferito la presidente Tanzella – non muteranno il programma della Pro Loco, peraltro già definito da tempo. La Pro Loco non è un lavoro ed è per questo che bisogna essere animati dal solo spirito di voler fare qualcosa per il proprio paese. Le persone che mi affiancano sposano i fondamentali principi dell’associazionismo, primo fra tutti l’assenza di fini di lucro ed è per questo che continueremo ad andare avanti con grande entusiasmo e grinta, organizzando eventi che promuovano il territorio nei suoi molteplici aspetti tradizionali, folkloristici e sociali, il resto lo lasciamo ad altri. Sono rammaricata dall’aver letto sul giornale chegli eventi della Pro Loco, anche e soprattutto per mancanza di fondi, quest’anno, scarseggiano” , questo non corrisponde al vero, o meglio lo è solo in parte. Infatti, se non si può negare che vi sia una grossa carenza di fondi (le ristrettezze economiche comunali non hanno consentito l’elargizione di alcun contributo nell’anno 2013), ciononostante il nostro programma è rimasto immutato rispetto a quello degli anni precedenti, anzi, ne ha guadagnato in qualità. A dimostrazione di quanto detto si sottolinea che la Pentolaccia ha visto sfilare carri allegorici di assoluto pregio artistico, sicuramente superiore a quello degli anni scorsi; l’evento “Il Balcone fiorito” per la prima volta si è svolto su due giornate con una crescente partecipazione delle associazioni e degli alunni, che appaiono sempre più sensibili alla rivalutazione del nostro prezioso Paese azzurro; le serate culturali costituite da presentazione di libri e cortometraggi che si tengono presso le Officine Ufo, hanno visto una notevole crescita qualitativa, dimostrata anche dall’aumento del pubblico ed i prossimi appuntamenti lo dimostreranno ulteriormente. Colgo l’occasione per annunciare che l’atteso evento del corteo storico, in questa edizione, subirà notevoli cambiamenti che saranno sicuramente apprezzati”.

Mancano 2 anni alla fine del mandato, in cosa sarà impegnata maggiormente la Pro loco?

Il desiderio più grande è che il nuovo team possa operare in allegria e serenità per realizzare interamente il programma, riuscendo, nel contempo, a porre le basi per il futuro. Auguro a Paola Maiellaro, neo vice presidente, a Valentina Lacaputo, nuovo segretario, e al nuovo consigliere Virginia Polignano un grandissimo e speciale in bocca al lupo, affinché la grinta che le ha animate in questi anni possa esplodere nelle rispettive cariche, facendo crescere ancor più la qualità che contraddistingue da sempre l’operato della Pro Loco”.

A Virginia Polignano, 24 anni e laureanda in Architettura al Politecnico di Bari, abbiamo posto le stesse domande che ad aprile 2012 ponevamo ai suoi ‘colleghi’: cosa ama e cosa odia di Casamassima, come la vorrebbe a fine mandato e verso quali obiettivi profonderà il suo impegno.

“Di Casamassima amo quella gente, anche se poca, sempre interessata ai problemi che riguardano il nostro paese e sempre partecipe alle manifestazioni che enti e associazioni cercano di fare nel migliore dei modi e per cui si impegnano costantemente nel corso di tutto l’anno. Odio chi si lamenta puntualmente di ciò che gli altri fanno invece di scendere in campo e metterci del suo per recuperare il paese. Alla fine del mio mandato vorrei vedere un paese più “solido”, mi piacerebbe vedere la gente più sensibile a quelli che sono gli input che come Pro loco lanciamo. Mi piacerebbe vedere una rivalorizzazione concreta di quelle che sono le bellezze di Casamassima come il nostro borgo antico, impegno che la Pro loco porta avanti da anni e di cui personalmente continuerò ad occuparmi, soprattutto continuando a coinvolgere le scuole in questo discorso”.

Al neo vicepresidente e al neo segretario abbiamo chiesto sensazioni, emozioni e timori legati alla nuova carica e i propositi per i prossimi due anni di mandato.

"Questa mia nuova carica all'interno del direttivo Pro loco – confessa Paola Maiellaro – mi riempie di orgoglio ed entusiasmo, ma anche di responsabilità. Colgo questa opportunità ringraziando per la fiducia accordatami e riconoscendo il grande lavoro e impegno dell'amico Nicola Pastore, che mi ha preceduto. Il mio obiettivo per il proseguo del mandato è quello di mantenere standard elevati per la carica di vicepresidente, magari con un pizzico di giovinezza in più. È importante che cariche di responsabilità vengano affidate anche a noi giovani, per dimostrare che dove non si arriva con l'esperienza si arriva con il coraggio e la voglia di fare”.

“Le sensazioni – afferma entusiasta Valentina Lacaputo – sono certamente molto positive. Ricoprire questo nuovo incarico è insieme motivo di gioia e orgoglio. Essere parte integrante di un'associazione come la Pro Loco implica un impegno costante e continuo per la valorizzazione del  territorio e lo sviluppo delle proprie potenzialità. Obiettivi ambiziosi e grande senso del dovere e di responsabilità animano ogni singolo socio all'interno della Pro Loco, senza dare troppa importanza ai ruoli. Da un anno segretaria provinciale dell'UNPLI, conosco molto bene le dinamiche di segreteria che mi auguro di svolgere al meglio, come lo è stato per colei che mi ha preceduta. Nessun timore quindi, piuttosto tanta voglia di mettersi in gioco. Dall'anno della sua fondazione ad oggi, la Pro Loco si è confermata importante realtà attiva sul territorio. Mio proposito è portare avanti e al meglio il percorso intrapreso, al fine non solo di continuare ad offrire un "servizio" a Casamassima e ai casamassimesi, ma di affermare l'identità del paese varcando i confini  territoriali”.

[da La voce del paese del 10 agosto 2013]

Commenti  

 
#3 pro casamassima 2013-08-28 16:22
Aggiungerei BRAVE , LAUREATE, SPOSATE, IMPEGNATE SOCIALMENTE E CULTURALMENTE , LAVORATRICI ( impegnate autonome e/o impiegate )alcune con famiglie a carico.
Ma dove lo trovano il tempo ? E se lo travano loro non sprechiamolo noi , arruoliamoci e COLLABORIAMO . Ho letto un prossimo ricco calendario di manifestazioni. CASAMASSIMA HA BISOGNO DI TUTTI I SUOI CITTADINI.
 
 
#2 Mik 2013-08-28 14:10
condivido su giovani e carine!
 
 
#1 Criticone 2013-08-27 06:30
Ragazze giovani e carine che parlano come politici navigati. Si cominciano i preparativi per il dopo Birardi?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI