Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

UNA PAUSA VAL BENE UNA RIFLESSIONE

evento donna settembre

Facciamola questa pausa. Facciamola e prendiamoci il tempo per riflettere.

Fa caldo e il caldo dà alla testa, per cui.. rilassiamoci e cerchiamo di ragionare cercando di ritrovare un po’ di equilibrio e sobrietà. Del resto, i migliori affari si fanno in due. Se lo fa uno è uno truffa. Scagliandosi con violenza contro qualcuno si rischia un risultato deludente, gli animi esacerbati non sono mai lucidi e si scivola negli errori dei dilettanti, solo perché si è data per scontata la vittoria. Non sempre conviene credere di poter concedere grazie, perché – come recita un antico adagio – si rischia di ricevere giustizia.

Che tradotto potremmo renderlo così: credere di poter vincere imponendosi con stratagemmi sul limite della legalità rende fragile un’intera comunità, perché non si è mai soli in una crociata. Questo la storia lo insegna molto bene. Non si può sempre vincere con l’arma del ricatto sociale. Prima o poi accade l’imponderabile, l’oggetto misterioso sottovalutato che scombina tutti i piani.

Viene in mente, manco a farlo apposta, Berlusconi.

Al di là che possa avere torto o ragione. Che sia colpevole o no.

L’aspetto curioso è lo ‘scandalo’ scoppiato sul presidente di Cassazione. Sulla sua testa, ora, pende il dubbio del secolo: la magistratura è scevra da inquinamenti o è davvero politicizzata come il Cavaliere denuncia da 20 anni?

Se persino le testate orientate a sinistra sono costrette a riportare la notizia c’è da interrogarsi. Prima o poi qualcosa accade che fa scoperchiare gli altarini.. laddove ci sono.

Aver ‘vinto’ per un certo numero di anni le proprie questioni non è garanzia che accadrà per sempre. Così come non può accadere che per sempre chi faccia causa al Comune per presunti danni sia indennizzato al 100%, sempre.

Accade l’imprevisto, talvolta.voto al 2 ago 2013

Accade quello che non si era calcolato per sufficienza.

Torniamo a Berlusconi. Gli elettori, se votassero oggi, premierebbero il presunto ‘supplizio’ dell’ex premier. Così come potrebbe accadere che se un giornalista racconta la persecuzione di cui sarebbe vittima, potrebbe scatenare la corsa al diritto di essere informati.. Lo scontro violento produce guerre violente. E la violenza produce vittime.

La violenza contro le donne, poi, sarà argomento di un dibattito che a settembre vedrà impegnata la nostra redazione nell’organizzazione dell’iniziativa ‘Chi dice donna dice danno’, alla quale prenderanno parte notabili avvocati penalisti del foro di Bari (richiamati sulla scena nazionale), l’ex assessore regionale alla Pari opportunità, esperti di comunicazione pubblicitaria e colleghi giornalisti, artisti e personaggi dello spettacolo.

Noi la nostra crociata l’abbiamo intrapresa. Il nostro obiettivo è quello di riappropriarci degli spazi del diritto di vivere con dignità la nostra vita sociale e professionale, oltre che famigliare.

Noi non ci arrenderemo.

Per ora buone vacanze, il settimanale va in ferie per 2 settimane. Ci rivediamo il 31 agosto.

[editoriale da La voce del paese del 10 agosto 2013]

Commenti  

 
#9 Burattinaio 2013-08-28 00:25
Le "marionette ", straordinario Alfiere Nero, sono dei pezzi di grande valore artistico e sociale, e Lei fa un paragona con un B* qualsiasi? Suvvia, siamo realisti!
 
 
#8 Alfiere Nero 2013-08-26 08:25
Caro Lello, conosco l’autore e l’uso distorto che ne diamo oggi della massima.
Infatti ogni movimento corporeo di Birardi appare eterodiretto, quasi da marionetta, perché è totalmente posseduto dal daimon nascosto nel microchip.
Quindi, invece, ben si addice la seguente massima:

Quintia formosa est multis. mihi candida, longa, recta est: haec ego sic singula confiteor.
totum illud formosa nego: nam nulla venustas, nulla in tam magno est corpore mica salis.
Lesbia formosa est, quae cum pulcerrima tota est, tum omnibus una omnis surripuit. Veneres.


Da cui estraggo.
Quale grazia sarà mai se in un corpo così bello (... lo lascio per dovere di traduzione ) non c'è neppure un granello di sale? Catullo - Liber Catullianus - Sezione 3 Epigrammata, Carme 86
 
 
#7 Lettore schifato 2013-08-24 01:00
Post n^ 3 A. N.
Cosa potrebbe "dire" chi ha venduto l'anima al diavolo pur di raggiungere un sogno rincorso da troppo tempo?
Il fine giustifica i mezzi, o meglio le mezze calzette!
 
 
#6 Incredibilmente vero 2013-08-24 00:35
Questa pausa dà la possibilità ai politici di rigenerarsi con qualche bel tuffo in vaschetta e la possibilità agli studiosi di ricredersi sulla bontà della pratica sportiva!
Se i risultati sono questi: ABBASSO LO SPORT!
 
 
#5 Lello 2013-08-24 00:21
X ALFIERE NERO # 4
"MENS SANA IN CORPORE SANO"
Lei che è persona colta, mi ricorda chi scrisse tale sciocca e mendace affermazione?
La ringrazio!
 
 
#4 Alfiere Nero 2013-08-20 13:38
Ba-tuffo-li di bambagia

Polignano 20/08/2013. Vento di grecale. Riflessione.

Informato da un amico, ho visto sul profilo facebook “Amo Casamassima”, il bimbominnkista tuffo-volteggio di Birardi in piscina abarth. Ai casamassimesi con microchip incorporato che l’hanno votato, dalla sua bambagia, vuole dire: “Sono il meglio fico del bigoncio. Have you seen me!” Ma de che?
Ennio Flaiano diceva: “Se siete in debito di visibilità, scegliete contesti facili”. Attento però Birardi a non perdere il microchip cutaneo che ti connette a tua volta al Conte Zio…. Un tuffo dalla scogliera a picco, comunque, non sei capace di farlo. Il microchip lo perderesti di sicuro…
Questo, non perché una persona non ha diritto di tuffarsi in piscina: nel nostro caso, però, è l’effetto plastico e di insostenibile leggerezza della estraneità dalla vita reale del paese che il Sindaco amministra…. Come a scansare e rimuovere la responsabilità dell’osso duro della crisi casamassimese e le responsabilità connesse con la carica, in un periodo di evidente involuzione; il conformismo; la pedagogia del deserto del cuore, della fuga dal peso immane della responsabilità caduta sulle spalle. Dove responsabilità è il nome che le persone serie danno alla dignità e all’amore verso i propri doveri.
Questo poteva risparmiarselo. Lei doveva rimanere a Casamasima a sudare su come risolvere i problemi di Casamassima. Quell’immagine crea, a mio avviso, notevoli imbarazzi, soprattutto alle persone a cui sta a cuore il bene di Casamassima e non possono permettersi ville o resort con vista su piscina.
Siamo seri Sindaco.
 
 
#3 Alfiere Nero 2013-08-20 10:25
Pe ex ex....

La ringrazio. Vede, Lei a differenza della persona a cui si riferisce dopo i puntini di sospensione, ha fatto la Sua riflessione. "Lui", invece, non si è mai degnato di dire la sua alle mie.
Mi occupo solo di quel che è riferibile e, di quel che fu la nostra giovinezza, in un dialogo tra gentiluomini. E registro la squallida conclusione di una vicenda poltica nata nel modo peggiore e finita senza rimpianti, senza uno straccio di dignitosa presa d'atto, di virile lettura del passato prossimo e di generosa assunzione di responsabilità. Non godo e non mi addoloro della incombente malasorte di tutti i componenti della sgangherata combriccola nata nel 1994. Perchè, pur da avversario politico, mi sono morti dentro ( come a Lei ). E' solo la religione civile della Patria (madre di tutti e matrigna per nessuno) che dovrebbe tenere aperta la ferita della passione civile nella memoria e nel cuore dei veri missini e dei veri uomini di sinistra. E questo, a me come a Lei, costituisce un problema. E "Lui" che dice? Figuriamoci!
 
 
#2 Biagio 2013-08-17 00:10
Pur avendo grande stima e rispetto per l'architetto Pastore, vorrei conoscere le funzioni che lo stesso svolge in municipio.
Presente alle riunioni, presente nell'ufficio tecnico, presente ovunque e, a detta di qualche consigliere di maggioranza, seduto davanti ai computers!
Per me va bene, potrebbe essere un buon collaboratore a costo zero, ma tanti pensano che sia stato nominato, come esterno, assessore ai lavori pubblici!
Da parte mia nessun tentativo di polemica, ma solo per amore di verità!
 
 
#1 Ex ex e ex ex ex ex 2013-08-16 14:03
Approfittando di questa pausa e rubando qualche rigo, approfitto per ringraziare Alfiere Nero che nel post 15 (Birardi ai fornelli...) cita il M.S.I con parole di stima e riguardo!
Quei ragazzi sono diventati adulti senza aver mai accettato compromessi squallidi e vergognosi e rifiutarono quella politica che oggi ha spalancato le porte agli umili, bisognosi, solamente, di visibiltà a qualsiasi prezzo!
E come ALMIRANTE commise il grande errore di allevare FINI, così quelle persone che incutevano rispetto (ALfiere Nero docet!) , commiserò l'errore di fidarsi di...!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI