Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

VERDE PUBBLICO, RIMOSSI 5 ALBERTI MORTI

corso palma abbattuta

La palma di corso Vittorio Emanuele, il cipresso di via Pascoli, il gelso selvatico di via Sammichele e due pini di via Acquaviva non ci sono più. Questi cinque alberi, infatti, sono stati rimossi nei giorni scorsi a causa delle loro condizioni di 'salute', che ne hanno reso necessario l'abbattimento. Dopo la storica palma di Largo Lago, e dopo i due esemplari della stessa specie di via Sammichele, rimossi nei mesi scorsi a causa del punteruolo rosso, scompaiono adesso altri simboli del nostro paese. La palma di corso Vittorio Emanuele, nei pressi dell'imbocco con corso Garibaldi, infatti, è presente nella memoria dei più anziani, in quanto pare abbia circa un'ottantina d'anni. E anche il gelso di via Sammichele, così come i pini di via Acquaviva, di sicuro avevano una certa longevità. Ma anche se la cosa dispiace, al momento non sembrava esserci altra strada da seguire rispetto a quella dell'abbattimento.

“La palma, come i pini e il cipresso – ha precisato a riguardo l'assessore al verde pubblico, Paolo Montanaro – erano malati da tempo ed era concreto il rischio che potessero cadere recando danni alle persone che si fossero trovate a passare nelle loro vicinanze, o alle cose o alle macchine che si fossero trovate nei pressi di queste stesse piante. Prima di far eseguire gli interventi di rimozione, ho richiesto all'agronomo comunale un'apposita relazione circa lo stato di 'salute' di questi alberi, e solo dopo aver ottenuto questi risultati abbiamo deciso di procedere all'abbattimento. Era la cosa più giusta da fare, dato che la chioma della palma rischiava seriamente di cadere da un momento all'altro, così come il tronco e i rami del cipresso di via Pascoli. Adesso, al posto della palma di corso Vittorio Emanuele, faremo mettere a dimora una magnolia bianca, dunque un albero a fusto alto, di almeno cinque o sei metri. Per quel che riguarda il gelso di via Sammichele, invece – ha proseguito l'assessore – la sua rimozione si è resa necessaria per questioni di natura igienico-sanitaria: all'interno del tronco della pianta, infatti, abbiamo riscontrato la presenza di tane di topi, che ne hanno consigliato pertanto l'abbattimento, dato che il gelso si trovava in una zona densamente abitata. Anche a noi del Comune è dispiaciuto far tagliare questi alberi di una certa età, ma la cosa è stata necessaria, dato che le condizioni di questi fusti si sono andate sempre più aggravando nel corso degli anni, fino a renderne adesso indispensabile e inevitabile il taglio”.via pascoli cipresso abbattutp

A eseguire materialmente gli interventi per conto del Comune, nei giorni scorsi, è stata la ditta casamassimese di Antonio Berardino, specializzata in lavori di giardinaggio a trecentosessanta gradi, così come nella realizzazione e manutenzione di aree verdi. Pietro Berardino, figlio di Antonio, è in particolar modo colui il quale ha effettuato le opere di potatura e abbattimento degli alberi in questione, essendosi specializzato nel corso degli anni in tree climbing, la tecnica di arrampicata che consente di raggiungere la chioma degli alberi e di muoversi e lavorare in sicurezza, passando da un ramo all'altro per mezzo di un'imbragatura, al fine di eseguire operazioni di potatura, consolidamento, ancoraggio e, appunto, abbattimento delle piante ad alto fusto. Questa tecnica, nata negli Stati Uniti e poi diffusasi anche in Europa, è stata appresa da Pietro Berardino, che continua a seguire corsi di aggiornamento a riguardo, dopo una serie di studi effettuati tra Assisi e Perugia.

Commenti  

 
#10 Gio. 2013-08-23 19:55
X1234 vergognati tu .. I commenti vanno accettati .. Quelli inutili scartati quelli onesti presi in considerazione .. L'arroganza e la presunzione di questo paese scarta tutto !!
Peccato !! Comunque vatto a fare un giro vicino al darma.. È fammi sapere se non ho ragione!!
vergognati tu!
 
 
#9 mery 2013-08-22 15:59
scusami michele amoruso, ma qual'è il pioppo su via Sammichele?
 
 
#8 Campodatennis 2013-08-20 09:56
E gli alberi mezzi secchi vicino al campo da tennis? Zona totalmente abbandonata a se stessa?
 
 
#7 Altrimorienti 2013-08-20 09:55
Gli alberi in via salvo d'acquisto, sono destinati a cadere, perche' sono stati potati malissimo! Lo scorso announo e' cadoto su una auto parcheggiata! La chioma deve essere poata in orizzontale, non in verticale, chiunque abbia piccoe nozioni di botanica questo lo conosce.
 
 
#6 1234 2013-08-19 18:45
Da vero casamassimesi, se l non c'è critica Distruttiva, non si vive sereni! Tutti Dottori, competenti, specializzati, con titoli riconosciuti! Vergognatevi
 
 
#5 Gio. 2013-08-19 15:14
D'accordo per la rimozione dei pini sul perimetro del dharma .. È nei pressi della futura scuola superiore .. L''asfalto è stato sfondato i marciapiedi inagibili x non parlare del degrado generale VERGOGNA !!
Poi dico io.. Caro durbans e company ..ma siete di questo paese o fare solo finta ?? Ma che aspettate a rimuovere il tronco del pino abbattuto sempre vicino al dharma ???
Ma possibile che siete così lenti ed inetti ???!!
VEROGNATEVI !!
 
 
#4 Vincenzo S. 2013-08-17 19:16
E quell'alberone di largo lago perchè non viene mi potato?
State aspettando che cada? E così domani si potrà dare colpe alle passate amministrazioni
 
 
#3 michele 2013-08-17 18:44
bisogna rimuovere gli alberi attorno al dharma, fanno più danno che bn
 
 
#2 Agricola 2013-08-17 11:24
Bene, proprio a quell'agronomo andava chiesto anche: come mai sono seccati i pini di via cimitero? Non sarà mica per il modo * di potare che hanno i 2 factotum * o talpe che siano? E a chi loro ammoniva dicendo che sono seccati, cosa rispondevano? E allora perchè gli altri non lo sono? Incompetenza sovrana...
 
 
#1 michele amoruso 2013-08-16 12:12
l'enorme pioppo su via sammichele non era morto per niente. ci stavano provando già da tempo ad abbatterlo e ci sono riusciti sotto l'indifferenza totale di tutti noi. un vero e proprio crimine. quell'albero doveva avere almeno 2/300 anni.quel pioppo andava tutelato e reso punto di valorizzazione territoriale, poichè di valori, effettivamente il territorio scarseggia abbondantemente.l'umanità s'impoverisce sempre di più svuotandosi di elementi naturali a arrichendosi di simboli fasulli imposti dalla cultura del mercato. complimenti a chi ha voluto ed ottenuto l'abbattimento di quell'albero. VERGOGNA!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI