Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

OGGI IL 3° INCONTRO. A CASAMASSIMA, IN VIA DEI RIFIUTI ZERO

chiesetta della pieta

Così, domenica 2 giugno, Casamassima ha visto nascere una nuova via. Via dei Rifiuti Zero. L’occasione è stata, la manifestazione de “il Balcone fiorito”. Anzi riconosciamolo. È stato un titolo suggerito da una delle ragazze della Pro Loco, durante un brain storming improvvisato, per dare un nome alla iniziativa. Immaginate se fosse vera? Potrebbe diventare anche una via centrale o addirittura una piazza. Comunque è nata! È stata molto frequentata e ha destato molta curiosità. Un bambino si è presentato da me e mi ha chiesto la “riciclandola”. Eh?!?! Poi mi sono ricordato, era una girandola fatta con bottigliette di plastica. Beh, possiamo chiamarla una bella soddisfazione. C’erano delle signore che hanno fatto dei vestiti usati, un modo per essere sempre alla moda con soli 3 euro. Abbiamo anche gustato dei germogli di lenticchie, seppur con un po’ di timore… diciamolo. Ma nessuno si è negato.

C’erano saponi naturali (prodotti in loco), alimenti biologici con annesso Gas (Gruppo di acquisto solidale) inaugurato per l’occasione. Erano presenti 2 masserie didattiche (una di prossima apertura), e iniziative dei bambini delle scuole elementari (oggi primarie). A conclusione della giornata abbiamo tirato un soddisfatto sospiro di sollievo.

Forse una lucidata va fatta all’intero argomento. Ormai da qualche mese si è costituito il Comitato Casamassima verso Rifiuti zero. Senza dilungarmi troppo, dirò che è un percorso a lungo termine (10 anni), per arrivare alla produzione minima di rifiuti portandola sotto il 5%. L’azione principale è la raccolta differenziata porta a porta, ma grande rilievo riveste la formazione culturale dei cittadini verso questa nuova pratica. Nuova per noi, ma per migliaia di cittadini in Italia, ormai prassi consolidata, seppur permeata di problemi logistici appropriatamente risolvibili. A questi due punti ne vanno aggiunti almeno altri 8, e per conoscerli basta semplicemente collegarsi a facebook e cercare la pagina “Casamassima verso Rifiuti zero”. Ci troverete sufficiente materiale per farvi una idea.

Rifiuti zero, è anche il titolo di una proposta di legge nazionale proposto dal Comitato nazionale per i Rifiuti zero. Per questo sono state raccolte firme in tutta l’Italia, affinché fosse possibile farla approdare in Parlamento, metterla in discussione e far si che diventi legge nazionale. Le firme sono state abbondantemente superate, ma l’iter burocratico richiederà sicuramente qualche mese (o anno?).

Adesso però è il nostro turno. Infatti è prevista una raccolta firme su Casamassima per presentare una richiesta formale al Consiglio comunale e farlo aderire alla “strategia dei Rifiuti zero” tramite una delibera consiliare, il passo successivo sarà l’obbligo da parte del nuovo Aro Ba5, di prevedere all’interno del bando per l’affidamento del servizio di raccolta rifiuti urbani, la raccolta differenziata porta a porta, un centro comunale di raccolta ed altri fondamentali passaggi, oggi previsti ormai per legge regionale.

Bene, l’invito è quello di seguire il Comitato Casamassima verso rifiuti zero, sostenerlo, e partecipare alle prossime iniziative. Tra queste una nuova Via dei Rifiuti zero. Intanto vi aspettiamo tutti oggi, 10 giugno presso la pinetina della Cappella della Pietà, in Via Pietà, dalle 18 alle 20.

 

Michele Amoruso

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI