Martedì 18 Dicembre 2018
   
Text Size

“OFFESI, ABBIAMO RITIRATO LA BANDIERA”

francesco dammicco con lanc

È Francesco Dammicco, presidente dell’Associazione nazionale carabinieri (Anc), a raccontarci gli episodi, in occasione delle celebrazioni ufficiali, che avrebbero fatto scoppiare il caso diplomatico. “Noi – racconta Dammicco – abbiamo partecipato per la prima volta, in forma ufficiale con la bandiera dell’associazione, il 4 novembre scorso in occasione delle celebrazioni dei Caduti, per il deposito della corona al monumento in piazza Moro. Lì non mi piacque molto il sindaco: non ebbe nessun riguardo nel far presente che l’associazione nazionale carabinieri partecipava in forma ufficiale”. Avete immaginato che fosse un caso di distrazione? “Sì, in primo momento sì. Ho pensato che non fossero ancora abituati alla nostra presenza e che potesse essere sfuggito di mente. Però poi, nella seconda occasione, si è verificato di nuovo il 25 aprile scorso. Al termine della locuzione il sindaco ha voluto salutare una per una tutte le bandiere presenti delle varie associazioni combattentistiche d’armi di Casamassima. Arrivato il nostro turno si è dimenticato. Ha salutato la Marina, che non è presente come Anmi (Associazione nazionale marinai d’Italia). C’era un ufficiale in congedo, Rocco Giove (affianco a me), ma che però era presente come Associazione nazionale sottufficiali d’Italia (Ansi)”.

L’associazione presieduta da Dammicco nasce nel dicembre 2011, da un minimo di 15 carabinieri in congedo (come prevede lo statuto). “Ci è giunto l’ok dalla presidenza nazionale a Roma”, riferisce il presidente. “Nella primavera successiva – continua – nell’aprile scorso (2012), abbiamo trovato (per dare rappresentanza) un piccolo locale nel borgo antico, precisamente Torre orologio 17. Da lì abbiamo avviato le nostre attività e col tempo abbiamo anche raggiunto un buon numero di iscritti. Oggi siamo una trentina.

Avete fatto regolare comunicazione al Comune? “Sì, certo. Oltre alla comunicazione ho effettuato l’iscrizione della sezione all’albo delle associazioni del Comune e persino una richiesta ufficiale per valutare la possibilità di usufruire di uno spazio comunale. Poi sono seguiti incontri ufficiali tra il sindaco e una delegazione dell’associazione”.

Durante gli incontri ufficiali il sindaco vi ha chiesto di partecipare a iniziative pubbliche? “Sì, a parte le manifestazioni istituzionali (4 novembre, 25 aprile, 2 giugno) che prevedono l’intervento di tutte le associazioni combattentistiche d’armi, abbiamo ricevuto una proposta dal sindaco di collaborazione per una eventuale sorveglianza sul territorio dal momento in cui fosse partita la raccolta differenziata porta a porta”.

Mi faccia capire: assistenza a chi avrebbe svolto il servizio? “No, proprio di vigilanza, ma ci siamo riservati di riparlarne per valutare la cosa, se fosse fattibile. Con la scomparsa dei cassonetti avremmo dovuto vigilare”. E questo quando accadeva? “Circa 3 mesi fa, durante un incontro formale”.

Torniamo alle celebrazioni del 25 aprile: quindi avete ritenuto opportuno offendervi?

“Sì, ci siamo risentiti. Non tanto per noi ma per la presenza della bandiera. Consultandoci abbiamo ritenuto opportuno ritirare la bandiera e rientrare prima della fine della manifestazione”.

Vi è giunta qualche ambasciata di scuse in merito all’accaduto?

“No, niente di niente. Lettera muta, nonostante ho manifestato questo mio disappunto nei suoi confronti, ma non ho ricevuto alcuna risposta. Nemmeno per interposta persona. Come se non fosse accaduto nulla”.

Cosa intendete fare adesso?

“Fino a che non riceviamo un minimo di scuse ufficiali dal sindaco, noi non parteciperemo più ad alcuna manifestazione a Casamassima finché ci sarà questa amministrazione”.


[da La voce del paese del 4 maggio 2013]

Commenti  

 
#12 TEMISTOCLE 2013-05-21 18:20
Chi è offeso? quale bandiera?? avete bisogno per caso di un titolista nella vostra redazione? sapete che è un ruolo definito e c'è un redattore dedicato a questo specifico compito???
 
 
#11 amico 2013-05-18 00:07
Che cosa orribile ha fatto il sindaco si e dimenticato di nominare l'arma dei carabinieri. Gravissimo. Ma pensate alle cose serie
 
 
#10 cittadino 2013-05-17 20:06
Mamma mia quanta demagogia!!!!!!!!!!!!!
ha ragione lo scrivente strumentalizzate ogni cosa e buona per scrivere sciocchezze e getter fanco.
 
 
#9 pedes calcantibus 2013-05-17 10:00
PER STRUMENTALIZZATE: elenco, please.
 
 
#8 vergognoso 2013-05-17 07:46
MA COSA SI POTEVA ASPETTARE DA UN SINDACO CHE NON RISPETTA NEANCHE LA POPOLAZIONE......IL SUPERSINDACO NON HA RISPETTO DI NESSUNO E SPERO CHE QUESTO TRAGICO MOMENTO PER CASAMASSIMA FINISCA AL PIU' PRESTO. COGLIO STARE A VEDERE QUANDO ALLE PROSSIME ELEZIONI VERRETE A CHIEDERE IL VOTO, VORREI VEDERE SE LA PROSSIMA VOLTA SE I FRATELLI BIRARDI SI METTERANNO PRIMA DELLA SCUOLA A FERMARE LA GENTE PER IL VOTO.... VEDRETE COSA SUCCEDERE
 
 
#7 Michelangelo Bellomo 2013-05-16 21:58
Per quanto concerne l'errore diplomatico che il Sindaco ha commesso,essendo presente anche io alla manifestazione,ed avendo subito fatto la stessa riflessione,porgo stima e solidarietà all'Associazione dei Carabinieri e a tutte le forze armate civili e militari che hanno contribuito alla liberazione.Saluti
 
 
#6 Michelangelo Bellomo 2013-05-16 21:54
PER ANDREA F.Caro Signor Andrea F. intervengo in qualità di figlio del presidente Pietro Bellomo presidente dell'Associazione Arma Aeronautica di Casamassima nata nel 1993.
Probabilmente anzi quasi sicuramente Lei non conosce mio padre(Le suggerisco di farlo)e voglio rassicurarla che se il sottoscritto ha militato per un periodo nel partito del Sindaco,(partito che a livello nazionale non esiste più, come lei saprà, perchè bocciato dagli elettori)questo non significhi che, applicando un elementare sillogismo,lei ne deduca che mio padre ne abbia mai fatto parte o che sia politicamente vicino al partito del Sindaco.Quindi verifichi quanto sospetta e resterà meravigliato dalla serietà di mio padre verso le istituzioni a prescindere dal loro colore.Tanto dovevo la saluto .Michelangelo Bellomo
 
 
#5 telecamere nascoste 2013-05-16 21:10
un plauso a vergognoso e un vergognati al sindaco... dimettiti subito c.....
 
 
#4 Giuseppe75 2013-05-16 19:50
per il commento di #2 Strumentalizzate: forse anche tu non sei differente dal fare un commento a dir poco strumentalizzato , a tal proposito mi potresti elencare le cose buone che la nostra amministrazione sta facendo??? forse sono così tante che io stesso elettore del Sindaco non riesco a metterle in elenco.Piuttosto riesco a creare un elenco dettagliato di tutte le marachelle fatte da questa amministrazione da quando si è insidiata
Ma per piacere!!!!!!!!!
 
 
#3 Vergognoso 2013-05-16 19:35
In questo paese anche nei confronti delle associazioni c'è favoritismo e raccomandazioni.
Comunque Caro Sindaco le do' due numeri e due notizie che forse dovrebbero farla riflettere e portare più rispetto verso L'Arma dei Carabinieri e quindi anche i reduci dell'Associazione Nazionale Carabinieri (Anc)che sono stati denigrati dal suo comportamento aggravato dal fatto che lei copre un ruolo importante come il Sindaco. La Storia ed il Futuro ci insegna che, L'Arma dei Carabinieri è stata fondata il 13 luglio 1814. L'Arma dei Carabinieri svolge compiti di:
Polizia militare,Polizia Giudiziaria
Pubblica Sicurezza.Per via della sua doppia natura di forza militare e forza di polizia le sono devoluti compiti militari in cui concorre
alla difesa del territorio italiano, garantisce la sicurezza delle rappresentanze diplomatiche italiane all'estero, partecipa alle operazioni militari in Italia e all'estero,dipende da due Ministeri quello Dell'Interno e quello Della Difesa
Ad oggi conta 118.716 unità effettive. I recenti fatti di cronaca ci insegnano che ancora oggi molti Carabinieri perdono la vita per cercare di garantire la nostra sicurezza in Italia e all'Estero.
A questo punto caro SINDACO si ricordi che l'educazione e un importante elemento che ci contraddistingue specialmente se si copre un ruolo di importante Autorità come il suo. Cordiali Saluti
 
 
#2 Strumentalizzate 2013-05-16 15:52
Non poteva essere che della Rodi un articolo del genere, atto a strumentalizzare e boicottare l'attuale amministrazione, d'altronde cosa si può pretendere da chi ha stretti rapporti familiari con "l'opposizione"? Questa testata giornalistica che io reputo di interessanti contenuti pur essendo strettamente locale, a volte pecca di essere troppo di parte a certe linee politiche purtroppo, mai ho letto delle cose buone che la nostra amministrazione attuale sta facendo, poche o molte comunque ce ne sono.
 
 
#1 Andrea F. 2013-05-16 13:14
Non è forse che l'Associazione Arma Aeronautica, molto vicina di partito al Sindaco, ha fatto sì che foste considerati reietti per avere il monopolio delle manifestazioni? Bah!!! Da verificare!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI