Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

FREESTYLE, “CASAMASSIMA UN PO’ PROVINCIALE”. IL BILANCIO

freestyle brumotti gianni maggipinto e pino cristantielli

Chiusa baracca e burattini domenica sera, gli organizzatori dell’evento Freestyle hanno potuto finalmente tirare un sospiro di sollievo. Lo scorso week end, ricordiamo, a Casamassima si è svolta la seconda edizione del “Casamassima in Freestyle” organizzato e fortemente voluto dall’associazione Giovani per Casamassima. Ma quali sono stati i risultati di tanto impegno e onerosi sacrifici? Il pubblico ha reagito in maniera positiva? Le aspettative degli organizzatori sono state deluse? Di certo il tempo non ha giocato a loro favore, infatti seppur fosse fine aprile, sabato ha piovuto e il vento non ha dato requie neanche la domenica. Però i giovani e tutti gli artisti non si sono lasciati intimorire e nonostante queste difficoltà hanno cercato di dare il massimo.

Sentiamo quali sono i primi commenti a caldo di Gianni Maggipinto (dell’associazione Giovani per Casamassima): “Sabato abbiamo iniziato in ritardo, perché molti standisti hanno montato la loro postazione sabato invece che venerdì come era stato tassativamente indicato. Il venerdì era stato messo a disposizione per il montaggio e il sabato sarebbe dovuto servire per lo scarico della merce. Rispettando questo calendario che ci eravamo imposti, avremmo evitato il ritardo. A nostro svantaggio hanno giocato imprevisti come vento, pioggia (di sabato pomeriggio) e anche il ritardo nella consegna di alcuni materiali. A parte le difficoltà avute sabato credo che domenica l’evento abbia funzionato meglio e la gente abbia risposto in modo decisamente più positiva. Non è andata come ci aspettavamo, ma errare è umano e da persone costruttive impareremo dagli errori fatti. Purtroppo Casamassima soffre di un’acuta forma di provincialismo che la porta a una mentalità chiusa e ricca di pregiudizi nei confronti di eventi nuovi. Io da parte mia, sento di poter camminare a testa alta. Ho dato il massimo in questi ultimi mesi, sacrificando il resto della mia vita. Vivere l’evento è stato davvero molto emozionante. Conoscere gente come Brumotti o Eugenio Scarlato (cantante sordo muto) mi ha arricchito. Mi sento di ringraziare chi come me si è impegnato e ha creduto fino all’ultimo nella buona riuscita dei tale evento. Un grazie al sindaco e a Franco Reginella, che ci hanno aiutati a trovare i giusti sponsor (Dino Fortunato, Mister T, caffè Melior, Vito Colucci, Neon D’oro, caffè Sospeso). Un grazie a Rocco Fiermonte, Tefa, Leo (dell’associazione fungai), Marianna di Kasamatta, Nico Ratti, Rocco Fiermonte, grazie a tutti i ragazzi di Back Jump e a tutti gli altri ragazzi che hanno dato il massimo”.

Commenti  

 
#9 casamassimese 2013-05-10 08:26
x pro casamassima: grazie del tuo perdono, ma ti perdono anche io perche non sai cosa dici...... chiedi in giro ed informati che cosa è successo dopo la manifestazione..
 
 
#8 pro casamassima 2013-05-07 18:54
...per casamassimese...cerca di seguire bene la discussione, non sono certo io a dovermi vergognare, qualcuno ha offeso il mio paese,anche tu cerca di comprenedere invece di offendere...ti perdono comunque...
 
 
#7 Mary 2013-05-06 22:29
Vorrei rispondere a pro casamassima,io mi sono integrata venissimo qui ecci vivo benissimo,io ho un eta' che mi consente di spostarmi e di vivere altre realta' ma penso ai tantissimi giovani che qui non banno nu lla da fare xche' al di la dei bar e dell'auchan cosa c'e' per igiovani senza auto?ben vengano iniziatve come il free style e la nia. On voleva essere una critica strrile ma un incentivo a fare sempre di piu,per tutti.......
 
 
#6 casamassimese 2013-05-06 17:21
x pro casamassima: vai a zappare vergognati, sei un pez....nte.
 
 
#5 maria 2013-05-06 14:29
non è il mio genere, ma manifestazioni così vanno sempre incoraggiate e incentivate. bravo gianni, lascia stare le critiche: chi le fa non si merita nulla e oltretutto non alza mai un dito per il nostro paese
 
 
#4 pro casamassima 2013-05-06 05:11
...per mary, questo non è il paese dei morti viventi, questo è un grande paese con tantissima brave gente, a chi non va bene ...può andare altrove...smettiamola con il populismo sterile e distruttivo!!!
 
 
#3 Mary 2013-05-05 17:33
Io non ho patecipato prsonalmente all'evento,ma le mie 2 nipoti si e' sono rimaste entusiate.Continua cosi' anche se il 1 maggio ho sentito a monacelle che il manager di brumotti ti svrebbe detto di aver subito un'atto vandalico sulla sua macchina,ecci questo non va bene e a me mi veniva spontaneo dirti "non fare piu' nulla per questo paese xche' non meritano nulla"m poi ragionandovi su ho capoto che tra tani idioti ce ne sono tanti altri he meritano il meglio,quindi continua cosi' e fai deollare questo paese che io lo hiamo "dei morti viventi"ciao e buon lavoro
 
 
#2 pro casamassima 2013-05-04 21:44
...complimenti per l'impegno e tutto quello che hai fatto caro Gianni, penso però che stia criticando troppo Casamassima e i Casamassimesi, se non ti sta bene potresti andare a Cozze per organizzare la prossima edizione...certo traspare la tua inesperienza e immaturità sotto molti aspetti ma è normale...soprattutto ci auguriamo che il free style non diventi un movimento politico...occhio questo è un consiglio perchè tu possa crescere sotto l'aspetto manageriale non politico..bye bye friend
 
 
#1 Fabio 2013-05-04 14:16
vai gianni, avanti a testa alta tanto si sà che questo paese non crescerà mai!
Tutti i ragazzi di fuori si sono meravigliati per la stupenda riuscita dell'evento e organizzazione!!! ;):) :D
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI