Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

AIDO, UN TIMBRO PER IL CONSENSO SULLA CARTA D’IDENTITÀ

donazione organi

Un timbro da apporre sulla carta d'identità – una volta ricevuto il consenso da parte del diretto interessato – al fine di dare il proprio assenso alla donazione dei propri organi qualora se ne presenti l'eventualità. È la proposta avanzata dal capogruppo di Autonomia cittadina, Vito Rodi, nel corso dell'ultimo consiglio comunale. “L'idea – osserva Rodi – mi è venuta in occasione dell'ultimo incontro svoltosi alle Officine ufo, nel corso del quale si è parlato del libro di Palma Pastore 'Il tocco dell'angelo'. Durante quella serata, ai presenti che lo volessero, è stato fatto sottoscrivere un documento attraverso il quale i firmatari davano il loro consenso all'eventuale donazione dei loro organi, nel caso in cui questa possibilità fosse diventata in futuro reale. E allora mi sono detto: perché, per semplificare le cose, e rendere questo iter burocratico più semplice, non si pensa a far apporre sulla carta d'identità di ognuno di noi – una volta chiesto ovviamente il parere dei titolari del documento – un timbrino che evidenzi la manifestazione di volontà dei soggetti favorevoli all'idea di donare gli organi? In questo modo si potrebbe rendere meno tortuoso il percorso burocratico attinente alla materia, rendendolo più rapido e snello. E si potrebbe, contestualmente, ridurre i tempi dell'espianto degli organi, cosa che in medicina non di rado vuol dire salvare delle vite”.

“Ho avanzato questa mia proposta – prosegue Rodi – nel corso dell'ultima seduta consiliare, durante la quale il segretario generale del Comune, Anna Maria Punzi, mi ha assicurato che chiederà lumi in Prefettura, per verificare le possibilità di attuazione di questo progetto. Ma anche se dalla Prefettura dovesse arrivare parere negativo, perché la cosa non è fattibile da un punto di vista legale, o perché non è possibile realizzarla in un Comune soltanto, si potrebbe comunque pensare di proporla, attraverso l'Aido (Associazione italiana per la donazione di organi, ndr) a livello ministeriale. E questo perché credo che sia importante diffondere la cultura della donazione”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI