Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

ESTATE: RICOMINCIA L’INCUBO? I CITTADINI CI SCRIVONO

casamassima1

Gentile redazione, vogliate pubblicare questa nostra lettera in risposta al vostro articolo di pag.21 del 23/03/2013. Abitiamo nelle immediate vicinanze delle attività oggetto del vostro articolo e vi chiediamo di darci la possibilità di rispondere alle affermazioni dei proprietari e gestori interpellati. Vi chiediamo di garantire il nostro anonimato per la nostra incolumità.
Grazie in anticipo.


Rispetto chiama rispetto

Nel numero precedente, leggendo l’articolo “Sboccia la primavera, le attese dei locali”, abbiamo appreso con rammarico che l’incubo dell’anno scorso si ripeterà anche questa estate. Con questa lettera diamo voce a molte persone che abitano nelle immediate
vicinanze di alcune attività commerciali che sperano (cito testualmente) di “non ricevere perquisizioni, esposti e/o reclami da parte della cittadinanza… e che continuano ad avere enormi difficoltà” e che “con l’entrata in vigore dell’ora solare.. ci possano essere delle agevolazioni per quanta riguarda gli orari”.
Vorremmo raccontare ciò che siamo costretti a sopportare noi cittadini, perché se qui ci sono delle vittime non siete certo voi proprietari di queste attività.

È facile dire che le vostre serate durano fino a mezzanotte. Perché non parlate anche del fatto che in estate ormai non è più possibile passare una tranquilla serata a casa perché tutte le persone che sostano fino a tarda notte (non certo mezzanotte) ci disturbano con i loro schiamazzi, con urla e a volte litigi. Per non parlare poi di bottiglie e rifiuti di tutti generi buttati nelle nostre proprietà ogni sera. Automobili che sostano con il volume dello stereo altissimo, in aggiunta alla musica che proviene dalle vostre attività e che non cessa sicuramente a mezzanotte come da voi specificato (non parlo dei concerti). Devo parlare anche delle coppiette che, un po’ alticce, vengono a sfogare i loro bollori
proprio dietro le finestre delle nostre abitazioni? Devo parlare poi dei gruppetti di persone che si allontanano dai vostri locali e invadono le nostre proprietà private per drogarsi?
Dopo una giornata di lavoro uno vorrebbe tornare a casa e starsene tranquillo a vedere un film, ma non lo può fare perché il vociare proveniente dalle vostre attività copre il volume del televisore. Se a tutto questo aggiungiamo i concerti fatti anche in giorni feriali, quando la gente deve alzarsi alle 4.30 del mattino per andare a lavorare…

È veramente sleale parlare dei vostri problemi incontrati quando fate i concerti, perché noi vi sopportiamo tutte le sere fino alle 3 di notte e ci costringete, in piena estate, e restare con tutte le finestre chiuse per cercare di attenuare il disturbo proveniente dalle vostre attività. Chi è ora la vittima? Prima di esigere rispetto, bisognerebbe imparare a
rispettare gli altri.

Casamassimesi molto pazienti

Commenti  

 
#22 Testimone 2013-04-20 20:02
Io proporrei e ne sono stato testimone ,perché lavoravo in un bar di casamassima turno di notte del casino che fanno i clienti , io proporrei da parte dei gestori di assumere dei guardiani e sistemarli fuori dai locali e controllare i clienti casinosi .......
 
 
#21 che amarezza 2013-04-20 19:31
ho capito perfettamente che zona è ma per rispetto di chi vi abita non dirò nulla!
posso solo dire di aver visto di ritorno a casa dopo una serata fuori con la mia fidanzata questi *** CHE IL GIORNO DOPO NON HANNO NIENTE DA FARE!
è qlla maledetta zona di via bari (cosa ke prima accadeva al bar *** che rompevano le *** a noi della zona fino all'una di notte!)

BASTA!!!!!!!! NON SE NE PUO' PIU'!!!!
 
 
#20 vincenzo3 2013-04-15 12:42
è tanto difficile creare discoteche all'aperto in periferia ma LONTANO dalle abitazioni, almeno di 3-4 km!
 
 
#19 numeriallamano 2013-04-15 10:56
così parlò magellano....a tutti gli scriventi: l'inghilterra, l'olanda sono un pò grandi come paese. Qui parliamo di casamssima, potete scrivere le città con la quale la state confrontando??
 
 
#18 OK OK OK OK 2013-04-14 22:48
NUMERIALLAMANO DOVRESTI CAMBIARE IL TUO NIK CON NUMERINELLATESTA! LA CIVILTA E' LONTANA DA TE ANNI LUCE! VIAGGIA, VIAGGIA E VIAGGIA!
 
 
#17 paola 2013-04-14 14:23
Numeriallamano ma cosa dici!!!!???

Informati e viaggia un pò di piu'!!!

In Inghilterra e in Germania risse di continuo??? O_o secondo me vedi troppi telefilm!!!

Informati: in Germania i "pub" alle 23 chiudono bottega e se ti "sgama" la polizei a far casino per strada o risse ti sbattano in galera senza troppi complimenti!!!
 
 
#16 controglistereotipi 2013-04-14 11:14
gentile numeriallamano, io vivo da tanti anni in inghilterra e frequento assiduamente pub e locali ma risse all'ordine del giorno mi sembra un estremismo dettato da poca conoscenza. viaggiare per lavoro e' ben diverso dal vivere in un luogo e la inviterei gentilmente a verificare la veridicita' delle sue affermazioni prima di divulgarle. ne sentiamo gia' troppi di luoghi comuni.
 
 
#15 Arturo 2013-04-13 22:16
Per NUMERIALLAMANO: la continua presenza delle forze dell'ordine nelle città, non consente quello che forse accadeva tempo fa!
Confusione e risse potrebbero nascere durante particolari manifestazioni o feste o nelle zone di divertimento!
 
 
#14 Numeriallamano 2013-04-13 10:17
Caro sig. Arturo, non ho capito a quali paesi si riferisce Lei, ma forse non intende la Spagna...acciarpona per eccellenza, la Germania o l'Inghilterra famosa per i pub dove scorre birra a fiumi e le risse sono all'ordine del giorno, e potrei citarne diversi altri visto che ho avuto la fortuna di girare tanti posti e per lavoro e per piacere...se entra più nello specifico possiamo parlarne meglio, anzi ci sono dei colleghi di Amburgo qui a bari con il quale potrei metterla in contatto e chiedere a che ora chiudono di notte i locali sotto casa loro.
Sig.Artuno, parliamo di fatti, non di fantasie
 
 
#13 Arturo 2013-04-12 19:39
NUMERIALLAMANO dovresti mettere un pò di soldi da parte e fare un viaggietto nei paesi civili europei.
Capirai come si vive nei bar e pub senza disturbare il tuo vicino di tavolo, attraverserai le strade senza fare salti mortali per conquistare il marciapiedi opposto, ti sentirai rispettato e se i primi tempi sarai a disagio, piano piano ti abituerai e percepirai il vero senso del vivere civile!
Scusami, ma vivo in Olanda da tempo per assuefarmi al tuo incomprensibile linguaggio!
 
 
#12 numeriallamano 2013-04-12 13:28
Fermiamo il paese perchè vogliamo dormire! Ma avete visto i volti dei proprietari dei locali? Sono tutti giovani ragazzi che provano a costruirsi un futuro, che danno lavoro a dei collaboratori e cercano di non far morire il paese perchè "vogliamo dormire". E dormiamo sempre, perchè ci danno fastidio anche i ragazzi che giocano nei campi e disturbano il nostro riposo pomeridiano. Insomma dormiamo di giorno e dormiano di notte. Io spero solo che un giorno leggiate anche commenti di persone che chiederanno la perdita del vostro posto di lavoro perchè "l'auto che usate per recarvi al lavoro inquina l'aria che respiriamo"....per imparare che la vostra ottusa mentalità mi porterà all'autoditruzione!
 
 
#11 Romano 2013-04-12 09:11
Questo perché lo sviluppo del paese (leggasi PRG o PUG) è stato concepito e sviluppato da gente insipiente e bramosa di lucrare con miliardi di lire mangiati a suon di ruspe e cemento armato, senza una benché minima razionalità nell'armonia delle costruzioni e quindi non vi è un'area precisa per lo sviluppo di queste attività commerciali che sorgono qua e la nei quartieri residenziali (cioè l'unico tipo di quartiere che c'è), disturbando la gente che vuole dormire...In sostanza, le menti illuminate dei proto * (*) che hanno concepito il PRG non avevano altro concetto di sviluppo se non il cemento, i centri commerciali, il PIP e così discorrendo..Niente all'infuori del cemento...Ed ecco il risultato
 
 
#10 redazione. 2013-04-11 21:28
#9
Caro lettore, il problema si era già posto lo scorso anno, tanto è vero che il 2 agosto fu diramata un'ordinanza del sindaco con una serie di restrizioni sugli orari e persino sul trasporto di lattine e vetro fuori dai locali.
Qui l'ordinanza: www.casamassimaweb.it/cronaca/1901-locali-musica-stop-a-mezzanotte-vietato-alcol-a-meno-di-16-anni.html

In molti chiedono un confronto tra le parti, ci auguriamo che si concretizzi.
 
 
#9 disinteressato 2013-04-11 21:07
PER REDAZIONE # 8. Si intuisce dalla vostra risposta che la gente è esasperata per quello che accade in estate nei dintorni dei bar e mi pare abbiano ragione da vendere!
Ma il comportamento di un sindaco che rilascia autorizzazioni che non salvaguardano la tranquillità e la salute dei suoi cittadini è quanto meno preoccupante, boh!
E le leggi che regolano le attività dei bar nei comuni non turistici cosa recitano?
 
 
#8 redazione. 2013-04-11 19:49
Linguaggio scurrile. Diciamo così.
 
 
#7 CURIOSONE 2013-04-11 19:45
REDAZIONE MA NON PUBBLICATE TANTI COMMENTI PERCHE' VOLGARI?
SONO A FAVORE DELLE DISCOTECHE ALL'APERTO IN PIENA PERIFERIA O CONTRARI E QUINDI PER IL RISPETTO DEGLI ABITANTI?
GRAZIE.
 
 
#6 redazione. 2013-04-11 17:25
Ai lettori: sono giunti commenti che non pubblicheremo per intuibili motivi. Vi chiediamo di riformulare. Grazie.
 
 
#5 aiutoooooooooooooooo 2013-04-10 20:57
GIANLUCA B.
Chi sceglie Casamassima per Conversano, Polignano o Bari è gente che solamente qui può dare sfogo ai primordiali istinti! E chi li controlla?
Questo è un vero paese liberale!
E i nostri baristi, che altrove non potrebbero avere tale opportunità, sono dei liberisti convinti!
Un vero paese grezzo!
 
 
#4 barman 2013-04-10 19:39
al di là dei decibel, delle leggi, dei controlli molto superficiali e degli interessi economici dei pochi non dimentichiamo le regole morali per una civile convivenza!
casamassima avrà il primato di cittadina fracassona e sempre più...volgare!
 
 
#3 Gianluca B. 2013-04-10 18:32
io penso che il fatto della musica sia uno, quello del poco senso civile della popolazione casamassimese è un altro... non si puo incolpare un bar per fare il proprio lavoro e offrire un servizio, poi come uno utilizza il servizio...ecco quello è una cosa sulla quale si puo discutere!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI