Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

LOCALI NOTTURNI, POLEMICHE E PETIZIONI GIOVANILI

bar melior serata brasiliana

L’estate 2012 si sta evolvendo in una maniera insolita per le abitudini tipicamente casamassimesi, tanto da creare ‘il caso’.

I locali notturni e soprattutto le iniziative canterine o ballerine, prolificatisi negli ultimi mesi, fanno i conti con l’abitudine soporifera della cittadina, mai abituata a schiamazzi notturni e viavai di genti. Tanto da aver fatto insorgere la protesta popolare sui rumori, i decibel, gli strombazzamenti e il vociare insistente, talvolta davvero insopportabile, nei dintorni delle abitazioni.

Molti sono stati infatti (come da reportage pubblicato in precedenza) i tentativi di boicottaggio per mettere a tacere questi ‘suoni rumorosi’, ma sorprendente si sta rivelando la solidarietà dei cittadini a favore degli esercizi commerciali.

Su facebook, per esempio, il gruppo “Giovani per Casamassima” si è attivato nel dialogo con i gestori offrendo supporto motivando soprattutto con “meglio i nostri giovani nel nostro paese”; mentre dai ragazzi che preferiscono frequentare il loro paese piuttosto che arricchire solo quelli limitrofi giunge un grido di indignazione: “Solo i casamassimesi si ribellano, non si può fare nulla in questo paese. Alle sagre tutti contenti”.

quintessenza u2

Fermo restando che esiste una legge sulla sicurezza (basterebbe che la Asl si attivasse per fare campagna di informazione sull’argomento) nella quale vengono indicati tutti i parametri entro i quali contenere la gestione di certe iniziative, il gruppo in questione, “Giovani per Casamassima”, propone una petizione popolare, che riportiamo integralmente:

L’Associazione “Giovani per Casamassima”, dopo i vari episodi che hanno coinvolto le numerose attività commerciali casamassimesi, invita tutta la cittadinanza ed in particolare i giovani casamassimesi a firmare la nostra petizione. Come ribadito in più di un’occasione, ci sconforta notare che, ogni qualvolta ci siano eventi musicali organizzati dagli esercizi commerciali (bar, pub, pizzerie) presenti nel nostro paese, ci sia l’intervento delle Forze dell’ordine, seppur rispettando il loro ruolo di controllo, per bloccare le serate a causa del volume della musica. Noi, di Giovani per Casamassima, continuiamo il ns. impegno di rivalutazione e promozione del territorio affinché sia prolungato nel fine settimana l’orario di tollerabilità per la musica, e a base della ns. richiesta poniamo le seguenti giustificazioni:
A) mantenere sul territorio i giovani casamassimesi;
B) presenza di numerosi giovani provenienti dai paesi limitrofi;
C) promozione del territorio e delle attività commerciali;
D) esibizione di numerosi artisti locali casamassimesi (cantanti, dj’s, musicisti ecc..)
Noi amiamo il nostro paese, e tu?
Potete trovare i moduli per firmare la petizione nei seguenti bar: Caffè Melior; Caffè Sospeso; Quintessenza; Madì; Jappson cafè.

Il Presidente Avv. Giovanni Maggipinto”.

Opportuno risulterebbe per tutti, tentare una mediazione tra decibel ‘erogati’, schiamazzi ‘civili’ (tanto da non disturbare chi invece riposa o è in condizioni di malattia) ed educazione allo stare insieme all’aperto.

A Torino, giusto per citare una cronaca nazionale, gli abitanti del centro storico stanno costituendosi parte civile per ottenere il risarcimento dei danni a tutela della salute, visto che schiamazzi e vociare si protraggono da anni fino alle prime luci dell’alba, tutti i giorni, e non solo per il periodo estivo.

Commenti  

 
#31 Alberto 2012-07-23 16:36
Per ?? prendo per buono il tuo consiglio, passerò dal quel bar, conoscerò nuova gente, riderò e poi devo come dici tu, spriciarmi nel vedere voi come siete bravi, belli, intelligenti e nettamente superiori a tutti. Chissà forse proverò anche a bere qualcosina, proverò la vera ebrezza dei giovani. Hai ragione sai!!, non posso contraddirti. RIDERE E BELLO E CON VOI SICURAMENTE NON MANCHERA, PERCHE' ESSERE PATETICI!! IL GIORNO DOPO COME DICE SESSANTENNE LA GIORNATA CON LA ZAPPA O SOTTO IL SOLE IN CAMPAGNA MI PASSERA' PRIMA.
 
 
#30 ?? 2012-07-18 14:09
IN RISPOSTA AD ALBERTO..ALBERTO RIPRENDITI! I GIOVANI SONO TRISTI?è NORMALE SE CI SIETE VOI "SPRISCIATI"!! A NOI GIOVANI PIACE STARE INSIEME, CHIACCHIERARE, RIDERE.. NON SIAMO DEGLI UBRIACONI COME VOLETE FAR CREDERE!SIETE DEI FALSI MORALISTI!! POI LA STORIA DELLA GUERRA.. PATETICA!SE TI SENTI FRUSTRATO PASSA IN QUEI BAR FORSE CONOSCI GENTE NUOVA..FA BENE ALLO SPIRITO RIDERE!!
 
 
#29 msòrutt... 2012-07-15 15:08
paese senza ambizioni, pensate solo a dormire, vergognatevi!!!!
 
 
#28 michele 2012-07-15 13:25
scusate ragazzi è un bene che ci sono questi locali ma bisogna rispettare gli orari di chiusura, così come il volume della musica, per nn disturbare la quiete pubblica.
Peraltro l'esercente è ha conoscenza dei diritti e doveri quindi nn troviamo scuse.
 
 
#27 magtras 2012-07-14 19:00
Caro gianni non fermarti mai,vai avanti e non mollare, qui tutti dicono quello che vogliono dire e non organizzano nulla per il nostro paese. La loro invidia per quello che stai facendo deve essere la tua forza . coraggio gianni non mollare :-)
 
 
#26 magtras 2012-07-14 18:27
giovanni maggipinto va solo apprezzato! vai gianni nn mollare
 
 
#25 .... 2012-07-14 09:48
Credo che stiamo uscendo fuori tema. Non c'è dubbio che i giovani pagano per le responsabilità degli adulti e per questo pur essendo più colti rispetto alle generazioni del passato risultano spetto vuoti e smarriti fino al punto di annegare il proprio malessere nell'alcol e nelle frivolezze quasi per illudersi che tutton continua ad andare bene. Sia ne giovani e nei meno gioani pero c'è gente capace e lungimirante su cui si puo investire per cambiare la nostra città e la nostra nazione. Questo infatti è il punto centrale del nostro confronto. Mi rivolgo a giovanni maggipinto in particolar modo,...un giovane che sta cercando di fare qualcosa come altre persone ma che con questa iniziativa ha denunciato tutta la frivolezza e la mancanza di spessore. Scusami giovanni per queste mie parole. Riflettici su e rettifica la tua azione e sopratutto non cedere all'egocentrismo credendo di essere il salvatore della patria.
 
 
#24 magtras 2012-07-13 16:17
poi nn dite che casamassima è un dormitoio.e nn lamentatevi che noi giovani andiamo in altri paesi vicini per trovare una serata da passare!
 
 
#23 Domy A. 2012-07-13 16:01
Quando vediamo giovani coraggiosi avviare un'attività siamo tutti decisamente contenti,perchè, oggi, il lavoro bisogna inventarselo,partendo da zero con grandi sacrifici.
Ciò premesso,desidero mettere in rilievo che l'apertura di un'attività ha delle regole da rispettare, previste nella normativa, che non vanno trasgredite, altrimenti si sfocia nella illegalità.
Se riteniamo che Casamassima sia un paese civile, rispettiamo le norme e, soprattutto, le persone.
Il divertimento dei giovani è legittimo, come pure è legittimo che vengano rispettate le soglie fonometriche consentite e le fasce-orarie protette in cui i Cittadini hanno il sacrosanto diritto di riposare per poter essere pronti, il giorno successivo,ad intraprendere la giornata lavorativa, che per molti inizia anche alle prime luci dell'alba.
Chi gestisce attività di ristorazione e bar nel centro abitato non può imporre ai Cittadini residenti nelle immediate vicinanze e nell'intera zona di subire musica a tutto volume, il cui suono nelle ore notturne viene percepito ancora più forte, fino a tarda ora.
L'animazione dei nostri quartieri e il divertimento dei giovani in loco sono aspetti positivi,che, però,nel rispetto delle norme, non devono ledere i diritti delle altre persone.
Il gruppo"Giovani per Casamassima" ha saputo organizzare momenti di svago e divertimento per tutti,senza trasgredire le regole;sarebbe auspicabile una loro collaborazione con bar ed esrcizi di ristorazione per organizzare altre attività piacevoli, mirate al divertimento e ad incentivare il lavoro delle attività commerciali.
Vorrei che a Casamassima si favorissero iniziative come il FESTIVAL organizzato da Stefano Ottomano a Bari; allora sì che si animerebbe la nostra Cittadina, con ritorni positivi sul piano culturale e di ordine economico.
 
 
#22 SESSANTENNE 2012-07-13 12:16
LA ZAPPA DI 5 KG O IL ZAPPONE, Poi vediamo se ballano e bevono i giovani moderni, con i caroni, le basettine ed i capelli a coccodè + le lampadine che si fanno in faccia. Viva la pensione della nonna e del nonno che nella loro vita hanno mangiato fichi secchi per vivere ed oggi fanno fare la vita da chiaconi al bar con i bicchieri. E' verogna vedere quando si torna da campagna alle 12,00 questi personaggi appena svegliati dal sonno della notte in ballo e musica. ZAPPATE, ZAPPATE, ZAPPATE.
 
 
#21 antidoto 2012-07-13 12:09
Scusate, permettetemi un appunto, con serenità e senza demagogie.
Ai giovani si rinfaccia 'il fronte' (mentre si condanna la spesa per la guerra),
ai vecchi si rinfaccia il dormitorio (mentre loro lo stavano creando a svantaggio dei giovani scappati in altri paesi e mentre non fanno nulla per favorire l'occupazione giovanile).
Scusate, ma chi governa, se non vecchi che ai giovani non danno alcun ruolo?

E poi, la campagna?
Ma dov'è la campagna, se l'avete mangiata con il cemento?
E poi: i proprietari (o per eufemismo) imprenditori di Casamassima perchè devono sfruttare i giovani per loro tornaconto?

Non c'è dialogo fra le generazioni, ecco perchè i giovani fanno uso di robacce.

Dovreste vergognarvi se i vecchi hanno consegnato ai giovani questo schifo.
 
 
#20 Alberto 2012-07-13 11:51
Caro Giovanni hai detto di un attacco personale a quel giovane, nessuno ha voluto attaccare e quantomeno era nelle intenzioni. Ho preso in considerazione quel giovanotto essendo l' unico visibile in fotografica, non certo per dar addosso a nessuno, ma solo per far capire che chi lavora seriamente e faticosamente, non può certo essere paragonato a balletti del tipo in fotografia di stile brasiliano e cubano. Chi lavora duramente e sotto il sole, certamente si sente male nel vedere e sentire simili cose. Ormai è un coro di tutti non sopportare questo modo barbaro di festeggiare, riunitemi in campagna sulla murgia dove non vi sente nessuno e in tale posto potete fare tutto quello che volete, evitando di inquinare con bottiglie unico strumento ormai del divertimento giovanile. In tale posto, nessuno potrà dirvi nulla e nessuno vi sentirà, ma vivrete sicuramente la vostra solitudine, in quanto i giovani oggi sono tristi, in quanto non hanno più valori e sentimenti, ma sono solo presi dall' ebbrezza. Sottoscrivete tutti insieme una petizione contro l'alcol essendo ormai diventato la causa principale dei dramma famigliari. Questo è un gesto nobile e degno di giovani che vogliono fare qualcosa per il sociale, non le feste caraibiche disturbando la quiete pubblica ed il malessere generale che attanaglia la nazione in piena recessione economica. Lo sapete che in Italia Secondo quanto afferma il rapporto trimestrale della situazione occupazione e sociale nell’Unione europea, pubblicato dalla Commissione, sono aumentate le famiglie italiane che non riescono a pagare la rata del mutuo, “una famiglia su quattro”. Lo sapete che in Italia il tasso di disoccupazione è ai massimi storici, Lo sapete che in Italia la poverta aumenta in maniera esponenziale. Lo sapete che in Italia le famiglie non arrivano a fine mese di chi ha la fortuna di poter lavorare. Lo sapete che i suicidi aumentano a causa della tristezza dei padri di famiglia. Lo sapete che in Italia esistono persone che vivono con miseri 600 € al mese con la pressione fiscale attuale. Questa è la realtà non i balletti, le musiche, i cocktel e tutto quello che preferite fare. NON FATE DEMAGOGIA E NON DITE FESSERIE MA CERCATE I DI ESSERE PIù RAZIONALI E RESPONSABILI. QUESTO E' IL CONSIGLIO!!! I GIOVANI DELLA VOSTRA ETA' PARTIVANO IN GUERRA PER LA PATRIA MORENDO AL FRONTE, NON BEVENDO E SCHIAMAZZANDO IN UN LOCALE PUBBLICO. QUESTO E' L' ESEMPIO ANCHE SE POTREBBE ESSERE ANACRONISTICO. tutto il resto "è noia" per riprendere il testo di una vecchia canzone Italiana
 
 
#19 Casamassimese 2012-07-12 18:21
Trovo che tutto questo scenario festaiolo rappresenti verament un offesa per i lavoratori e per coloro che non riescono ad arrivare a fine mese. Vorrei dire agli organizzatori di queste feste spacca timapni che dovrebbero saper leggere i tempi preche da questa lettura scaturiscono le idee migliori per campare senza offendere con l'opulenza chi invece rinuncia gia a troppe cose. Ad alcuni questo mio commenti potrebbe sembrare una forzatura ma non è cosi. Basterebbe soffermarsi sullo sguardo di un passante che assiste impotente alle festaiole da Bar e che non può starsene nemmeno tranquillo a casa sua.
 
 
#18 Materialista 2012-07-12 17:46
Se la musica la metteste a volumi tali da poter chiacchierare al bar, vedreste il silenzio totale e questo perché oggi non si va al bar per dire 2 chiacchiere, ma per apparire. CI VUOLE LA ZAPPA a voi giovani, altro che i bar e le discoteche..ma ve ne accorgerete molto presto, come ha detto qualcuno, la pensione del nonno prima o poi finirà...E poi voglio vedere i soldi dai parrucchieri, per farvi i rasi alle tempie e il riporto sul carone...Pettinature da Zoo Safari..
 
 
#17 Giovanni Maggipinto 2012-07-12 17:04
Meglio chiarire i fraintendimenti.
X quanto riguarda il rispetto delle regole e delle leggi nessuno sta opinando.Ovviamente anche i proprietari dei locali devono adeguarsi alla normativa in questione e questo nessuno lo ha messo in discussione.
Siamo NOI i primi ad aver invitato i proprietari dei locali a :posizionare più bidoni nei pressi dell'attività, a servire le bevande, dopo determinati orari, in bicchieri di plastica, ad adeguare il volume della musica, a posizionare uomini per la sicurezza per evitare schiamazzi o altro, per una pacifica convivenza con il vicinato.
Non stiamo chiedendo di trasformare i locali in discoteche, ma solo di aumentare l'orario musicale fino all'una di notte nel fine settimana.
A chi lamenta una scarsa educazione di una parte dei giovani, concordo in parte, in quanto, saranno pur figli di qualcuno questi ragazzi?...se solo a casa i genitori pensassero ad educarli, forse il lavoro sarebbe più semplice!!!
Rispondo ad Alberto. SI, siamo sempre NOI che la domenica(e non solo di domenica) da metà marzo fino a metà maggio, abbiamo ripulito alcune villette, anche se ora versano quasi nello stesso stato.
Anche NOI abbiamo da lavorare e se abbiamo preferito determinati periodi forse è anche perchè molti di NOI la domenica lavorano in questo periodo di campagna.
La ZAPPA la usiamo ed anche bene e non ci vergogniamo di aver ripulito quello che alcuni INCIVILI avevano lasciato in alcune zone del paese.(FRIGORIFERI, TV,LETTI, BOTTIGLIE DI URINA, ESCREMENTI DI CANI,ecc...saranno stati lasciati dai ragazzi questi rifiuti?).
NOI vogliamo un PAESE MIGLIORE, che possa accontentare tutte le categorie: bambini, ragazzi, genitori ed anziani.
Questo lo si può ottenere se solo TUTTI rispettassero le regole, non solo i ragazzi.
Dal punto di vista economico, attività commerciali piene significa maggior visibilità sia del paese, che della cittadinanza nella promozione non solo del ns. territorio, ma anche dei prodotti "nostrani".(SIAMO L'UNICO PAESE DOVE NEL CENTRO STORICO NON CI SONO ATTIVITA' COMMERICIALI, o meglio, sono pochissime e dove non ci sono COOPERATIVE di agricoltori!!).
Sempre in risposta ad ALBERTO, quel ragazzo che attacchi inopportunamente, ha un'attività, si sveglia alle 4 del mattino e va a dormire alle 3, dà lavoro a 10 ragazzi, e penso che di sacrifici ne faccia già troppi nell'aver investito in
un'attività commerciale!!!
Sempre ad ALBERTO, anzichè parlare, perchè non ti rendi + utile anche tu per la comunità??non credo di averti mai visto la domenica con NOI a ripulire villette.Se ci tieni così tanto al tuo paese, TI aspettiamo a braccia aperte, la ZAPPA te la diamo noi il 2 settembre quando riprenderemo a ripulire le villette.
C.D.
 
 
#16 .... 2012-07-12 15:41
@ Giovanni Maggipinto.. Caro avvocato mi dispiace per il temine che ho usato ma se lo lasci dire serenamente e senza offesa è veramente una stronzata questa petizione. Lei sa bene da avvocato che non ci sono petizioni che tengano davanti ad un articolo di legge e da qui deduco che non può essere altro che una trovata per ottenere una certa visibilità. Infatti chi ci mette la faccia non vuol altro, più delle volte, che ottenere visibilità . Mi congratulo con Lei per tutte le iniziative che ripercorrono quelle di altre associazioni che si sono avute in questi ultimi tempi ma sottolineo nuovamente che la petizione è una stronzata che solo la sua giovane età può giustificare ma non la sua professione. Per avere una casamassima più civile non si può andare in deroga alla legge ma farla rispettare. I giovani proprietari dei bar se fanno funzionare la creatività possono far soldi a palate senza infastidire nessuno. Il degrado del nostro paese caro Maggipinto si è rispecchiato, questa volta, anche nella sua volontà. Poi mi permetta, ravviso una notevole presunzione in un commento che ho letto sulla vostra pagina "Giovani per Casamassima" di FB dove lei, attaccando gli interventi della dott. Antonicelli, sostiene che solo i giovani possono salvare Casamassima. Bhe se lei si considera giovane allora possiamo sostenere che anche questo suo commento è un altra stronzata vista la sua volontà di fare una petizione contro legge. Lei è un avvocato, quindi dovrebbe saperla lunga, ... se vuol veramente dare un contributo per salvare Casamassima non è questa la strada da seguire. A titolo personale aggiungo che questa strada è cmq sbagliata nel caso la stia percorrendo con ambizioni politiche.
 
 
#15 un padre 2012-07-12 15:28
Giovanni l' organizzatore della petizione, conosci il senso del lavoro!!!! Vai a lavorare la mattina all' alba e poi capisci cosa significa fare nel .....Basta con le paghette ed i vizi garantiti da genitori e nonni. I giovani si divertissero passeggiando sul corso di Casamassima come si faceva una volta, divertimento non significa rumori, alcolismo e depravazione. Vi rendete conto cosa avete combinato tutta la notte tempo addietro in prossimità delle poste. Mi sembravano le comunità di accampati dei figli dei fiori. Se vi piacciono i fiori, la campagna è il posto giusto per tali tipologie di giovani: sveglia ore 3,30, furgone in partenza per Castellaneta, arrivo ore 4.45 inizio lavoro sotto i tendoni, termine lavoro 11.45 ore 12,00 rientro, arrivo previsto ore 13,00, incasso 40,00 €. poi vediamo se avete voglia di schiamazzare ed urlare ad alto volume il venerdì o il sabato. Il medico non vi ha ordinato per terapia i locali notturni per bere, il medico potrà ordinarvi sicuramente attività fisica e sotto i tendoni con i teli si perdono tutte le tossine al sudore. Tanto la mattina all' alba questi giovani dei locali notturni vomitano tutto e in qualsiasi angolo di strada, vi è gente che vomita sotto i teli a causa del caldo e del forte odore di pesticidi usati in tali ambienti. Quando finiranno le paghettine dei papini e nonnini farete le bevutine con le lacrimine....
 
 
#14 La Legge 2012-07-12 14:17
Purtroppo in italia il rispetto delle leggi e sempre un OPTIONAL,da quel che vedo anche la nuova generazione con tanta spavalderia tenta di scavalcare le leggi.
Punto 1.la legge prevede che entro una certa ora è possibile fare musica; dopo mezzanotte stop.al baccano.
Punto 2.l'interesse del gestore del bar che è quella di attirare gente e guadagnare, non deve essere prerogativa che autorizza arbitrariamente a fare baccano dopo una certa ora.
Punto 3.chi fa baccano dopo mezzanotte disturba la quiete pubblica e danneggia moralmente chi per necessità e non per "divertimento" deve alzarsi presto per andare a lavoro.
Punto 4.Ci sono luoghi limitrofi all'aperto e appropriati, "le cosi dette sedi estive" dove senza troppe storie è possibile svolgere eventi di divertentismo fino a notte inoltrata e senza il disturbo della quiete pubblica.
Punto 5.Il giovane ha diritto al divertimento ma allo stesso modo non deve strafare nel disturbare il resto della comunità.
Punto 6: ci sono tanti buoni pretesti e altre cause per fare petizioni ma questa fatta da "Giovani di Casamassima" è solo pancia piena.
Punto7. Ben-vengano le irruzioni delle forze dell'ordine per il rispetto delle regole e non confondere questo atteggiamento come repressione.
Le regole ci sono e vanno rispettate.
 
 
#13 un sessantenne 2012-07-12 11:21
non si può sempre pensare al sociale,alle tasse,alla politica etc,nella vita c'è bisogno anche della musica,dello stare insieme.Eppoi questi giovani portano,con le loro iniziative,benessere economico,benessere che prima andava nelle casse di altri paesi.
Bravi ragazzi,l'importante è il rispetto della legge,dei decibel ed eventualmente delle situazioni particolari che si vengono a creare.
p.s. a pochi passi da dove vivo c'è uno di questi locali,forse sarà l'unico ma a me non dà nessun fastidio.
Diamo la possibilità a questo paese di crescere,senza che resti nel tempo solo ed esclusivamente un dormitorio.
 
 
#12 Alberto 2012-07-12 11:06
Ma il presidente della petizione non è la stessa persona che aveva organizzato la pulizia dei giardini!! Quella era una bella iniziativa, non i frastuoni e schiamazzi. Il lavoro pesava e la zappa era pesante, allora hanno deciso altro.
L' acinino è cominciato ed i giovani di una volta lavoravano per raccimulare qualche spicciolo e non pesare sui genitori, oggi è il contrario si divertono facendo soffrire gli altri con i rumori.Ringraziassero i genitori e le pensioni dei nonni, sino a quando durerà!!! Quel giovane immortalato nella prima foto sulla destra lo vorremmo vedere alle 5,00 di mattina sotto un tendone di uva da tavola a 35 gradi e poi forse comprenderebbe cosa significa portare 40 euro a Casa per vivere una famiglia.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI