Martedì 18 Dicembre 2018
   
Text Size

ECONOMIA USA E GETTA? NO, DECRESCITA FELICE

“Il Movimento per la "Decrescita Felice" (Mdf) è un movimento italiano nato e cresciuto informalmente dall'inizio degli anni 2000 sui temi della demitizzazione dello sviluppo fine a se stesso, e successivamente sfociato in un'associazione fondata da Maurizio Pallante, esperto di risparmio energetico. Il movimento, ispirato alla decrescita teorizzata da Nicholas Georgescu-Roegen, fondatore della bioeconomia, e in linea con il pensiero di Serge Latouche, parte dal presupposto che la correlazione tra crescita economica e benessere non sia necessariamente positiva, ma che esistano situazioni frequenti in cui a un aumento del Prodotto interno lordo (Pil) si riscontra una diminuzione della qualità della vita” (fonte Wikipedia)

Economia usa e getta. Ma è possibile vivere in una realtà diversa? Di questo si è parlato giovedì scorso durante il learning  coffee “Una città che ripara invece che buttare”.

Il dibattito, organizzato dall’associazione di promozione sociale ‘Learning cities-rete per le comunità che apprendono’, assieme al Comune di Casamassima e con il sostegno della Regione e la collaborazione di altri enti, ha visto la partecipazione di esperti del settore e personalità del mondo politico e istituzionale locali. Curatore scientifico di questo incontro, Nello De Padova, autore del libro ‘DePILiamoci’.

Commenti  

 
#27 Casamassimese. 2012-05-30 10:06
Dall’aggettivo latino commūnis, (comune, pubblico, che appartiene a tutti, ma anche, neutrale, imparziale, equilibrato), anch’esso di molteplice significato, il termine comunismo è stato variamente interpretato nel corso della storia, spesso portando a situazioni politicamente conflittuali tra differenti visioni dello stesso. Le pratiche comuniste sono presenti nel corso degli eventi della storia umana, ben prima che l’uso del termine privilegiasse l’accezione marxista dello stesso. « Or tutti coloro che credevano stavano insieme ed avevano ogni cosa in comune. E vendevano i poderi e i beni e li distribuivano a tutti, secondo il bisogno di ciascuno. E perseveravano con una sola mente tutti i giorni nel tempio e rompendo il pane di casa in casa, prendevano il cibo insieme con gioia e semplicità di cuore, lodando Dio e godendo il favore di tutto il popolo. »
...quindi Ing.Mmm....quando posso passare da lei???
 
 
#26 pro casamassima 2012-05-29 21:02
...ah poi c'è sempre la saggezza comunista...ve la raccomando!
 
 
#25 pro casamassima 2012-05-29 21:00
Chi continua ad offendere è lei dicendo "alla casamassimese" se lei non sta bene con i casamassimesi e a Casamassima può gentilmente accomodarsi altrove SIGNOR LA SO IO LA SOLUZIONE... ma dove vai...scommetto che ti paghiamo anche la pensione!!
 
 
#24 comunista 2012-05-29 17:20
Signori, sia Cassano che il De Padova sono valori aggiunti per la nostre comunità e non mi sembra opportuno cedere ad offese gratuite.
 
 
#23 pro casamassima 2012-05-28 21:42
100000000000000000000 cassano
1 Mmm...è già controproducente per la terra!
buona vita a tutti
 
 
#22 Mmm 2012-05-28 20:22
Ma quali offese, siete voi che mi offendete, denigrando le idee altrui. Potete non condividerle, ma non insultarle gratuitamente. E poi, volete farmi una colpa dell'essermi laureato? Quante persone inette laureate ci sono e quante non laureate che sanno fare meglio? Quindi, per favore, smettetela di generalizzare alla casamassimese..
 
 
#21 vito cassano 2012-05-28 18:30
Credo che, in quanto a testardaggine, sono un pessimo competitore, e le lascio la medaglia d'oro. Mi dispiace invece aver toccato la sua suscettibilità, la battuta era per la sig.ra Lilli della quale pur apprezzando il trasporto, la mettevo in guardia dall'eventuale richiesta di Birardi di una imposta sul suo VALORE AGGIUNTO per Casamassima e quindi per i Cittadini. Questo, con le difficoltà che ha, è capace di metterci su una tassa, non crede? Se invece il suo disappunto era riferito al non voler comprare il libro di Nello, allora mi convinca che le osservazioni fatte sono sbagliate e se mi convincerà che un libro partecipa alla “decrescita felice” mi impegno pubblicamente ad acquistarlo. Personalmente non mi sono mai accreditato come economista né potrei mai mettere in discussione la sua laurea in economia, ma il fatto stesso che si nasconde dietro un nomignolo la dice lunga sui suoi convincimenti e sulla sua capacità di convincere. Mi sono però laureato a Lugano, come Di Vittorio. E siccome la mia laurea prevedeva un lungo praticantato di vita, ho potuto elaborare le domande che ho posto (il libro che stavo leggendo è “Pensare come le montagne”) e che potrebbe dare a Nello l'occasione di fare opera di pubblico convincimento.
 
 
#20 BOOM ECONOMICO 2012-05-28 17:15
Trovo che Mmm sia piuttosto nervoso...non condividete?
 
 
#19 Casamassimese. 2012-05-28 15:44
A questo punto......caro Mmm mi sono proprio stancato delle sue gratuite offese ...cosa che gli riesce ottimamente al contrario di far capire le sua assurde teorie. Quindi cercerò di liberarmi dai miei impegni e farò di tutto per venirLa a trovare nella sua Villa ( alla faccia della decrescita)...dove spero non sarà cosi codardo nell'affrontare il discorso De Visu.....( per chi ha la 3° media come me....incontro diretto tra due o più persone incontrarsi "da vicino".
 
 
#18 Mmm 2012-05-28 13:04
Vabbè, signori, qui non vale manco la pena di continuare a lavare le teste ai muli. Si perde solo acqua e sapone. Certo è che ci sono tante persone aperte a nuove idee su cosa significa "crescita", "benessere", "vivibilità" e "felicità". Non mi aspetto che un sostenitore del liberismo economico sfrenato, qual è Cassano, membro dell'ipocrita partito che prima difende i diritti dei lavoratori (l'Art.18 non si tocca, quando c'era Berlusca), ora è pronto a stilare una bozza per distruggerlo, possa capire cosa voglia significare. Anzi pregherei che si astenesse dal fare queste squallide battutine idiote sul PIL, perché penso che di economia ne capisca quanto un'albicocca (vedi commento su Spread, dell'articolo su Monti). Né mi aspetto che voi 2 capiate, basta guardare il commento del casamassimese, che evidentemente lascia trasparire un'ottusità madornale (l'elettricità non è ammessa, ma le fonti alternative sono le benvenute). Chi ha mai detto di essere contrario alle rinnovabili, caro Casamassimese? Forse, a lei piace vedere i nostri campi coperti di silicio, o le nostre colline pullulare di pale eoliche? L'elettricità, va bene, ma bisogna vedere dove e come la si produce! E comunque torno a ripetere: dai vostri commenti, si capisce benissimo chi dei 2 è aperto e chi invece conserva una mentalità granitica, tipica dei più arretrati trogloditi..Saluti.
 
 
#17 Casamassimese. 2012-05-28 11:34
Vabèèè...Sig, Cassano...pro Casamassima...ma quelli sono pluriLaureati!!! Vivono come contadini e artigiani in campagne che tengono gelosamente libere dalle intrusioni della civilizzazione che possano intaccare i loro princìpi guida.
Questo genera una sorta di binomio che può apparire curioso: l'elettricità non è ammessa, poiché rovina la naturalezza del creato e la semplicità del vivere, mentre fonti alternative di energia (come il vento, il sole, l'acqua) sono le benvenute. Non viaggiano su automobili, poiché il loro intento è di vivere con semplice umiltà......ma la cosa più curiosa è che non vanno nei supermercati a fare la spesa!!!!!!!
 
 
#16 pro casamassima 2012-05-26 15:13
Complimenti a Vito Cassano per le analisi e lo stile speriamo che sia apprezzato anche da coloro che seguono delle strade impervie , anzi oserei dire ...senza uscita...Mmm, barese...CONVERTITEVI PRIMA CHE LUCIFERO VI DOMINI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
 
#15 vito cassano 2012-05-26 09:59
Poiché anche le pulci hanno la tosse, provo a tossire anch'io. La mia attenzione e curiosità verso le nuove concettualità mi spinge spesso ad approfondire, e qualche giorno fa leggevo un libro sul concetto di decrescita. Mi sono fermato a riflettere ed ho realizzato che il libro in questione, di decrescita felice, ha fatto crescere felicemente, anche se di qualche frattale, nell'ordine; il PIL nazionale, lo scrittore, l'editore, il distributore, il commerciante, solo per indicarne una piccola parte). Così come sarà successo per il libro di Nello di cui non conoscevo l'esistenza e che, per rispetto delle sue idee, mi impegno a non comprare. Credo, invece, sia assolutamente vero che, come le teorie economiche del primo novecento (pianificazione quinquennale dell'economia e proprietà statale dei mezzi di produzione e liberismo – concorrenza di mercato) abbiano seguito nella parabola nascita-crescita-declino la loro concretizzazione, così oggi si devono cercare nuove elaborazioni scientifiche per superare un indistinto ed incontrollato sviluppo economico in cui i nuovi protagonisti (Cina, India, Sud America, AFRICA!) non seguano la dannosa strada che Europa e Stati Uniti hanno percorso e cioè, del consumo fine a se stesso.
Vi è, nell'articolo, un'affermazione che condivido: “la correlazione tra crescita economica e benessere (sociale ndr) non sia necessariamente positiva”. In effetti si sta discutendo, molto e da tempo, sulla necessità di inserire indicatori che oltre a misurare le produzioni di un paese, misurino anche la ricchezza sociale che si produce: cultura, salute, istruzione, lavoro, ecc. Cioè aggiungere la misurazione dei prodotti immateriali che sono indicativi del grado di civiltà raggiunto. Per mia natura non mi lascio scappare la battuta quando se ne presenta l'occasione: attenta, che sul valore aggiunto si paga una imposta, e comunque compone il PIL che Nello con le sue cerette vuole eliminare. Ciao.
 
 
#14 Barese 2012-05-26 09:46
è ovvio che la decrescita non la puoi studiare sui libri di scuola. Secondo te è possibile che il sistema va contro se stesso. Menomale che il sistema, nonostante le sue resistenze sarà costretto a cambiare. Cmq se vuole aggiornarsi può trovare un po di documentari sulla necessità della decrescita. Mi rendo conto che queste cose oggi appaiano visionarie specialmente ai tipi come pro casamassima ma la visione del fuuro non può che essere questa.
 
 
#13 pro casamassima 2012-05-25 16:46
Cari Mmm, casalinga e barese non voglio fare il bastian contrario per partito preso ma le VOSTRE TEORIE NON SI STUDIANO DA NESSUNA PARTE ( MENO MALE ) E NON PERCHE' VOLUTAMENTE NON LO SI FA' ( TROPPO FACILE DIRE COSI ) MA PERCHE' SAREBBE DA PAZZI...RIBADISCO E' IL CONTRARIO DELLA REALTA'. Caro barese mi dispiace ma è lei ch deve aggiornarsi anzi svegliarsi...in quanto a casalinga se propio lo vuole sapere non voto nè Biradi nè mai il Berlusca...SONO UNO VIVE PER STRADA IO MICA CERCO LA REALTA' SU WIKIPEDIA E FACCIO I RIASSUNTI!!
 
 
#12 barese 2012-05-25 10:00
Casamassimese,pro Casamassima, dovete aggiornarvi.. se Casamassima sta come sta è anche grazie a Voi che siete cosi chiusi
 
 
#11 casalinga 2012-05-25 08:10
C'era....una volta......in ....Italia......Berlusconi..e...la ...Lega Nord. Oggi a Casamassima.........c'è .....Birardi..........e.......la.......pro Casamassima....................
 
 
#10 Mmm 2012-05-25 07:35
Ignorante: Colui che non sa! A differenza mia (e nostra) che abbiamo visto cosa combina un centro commerciale su un territorio, tu non mi pare che abbia visto cosa significhi praticamente la cultura della Decrescita Felice (sappi, per curiosità, che le risorse del pianeta, non sono infinite, ma forse i tuoi nipoti se ne renderanno conto più da vicino), ciononostante ne parli a sproposito, da tipico casamassimese denigratore delle iniziative altrui. La Decrescita porta posti di lavoro, la crescita li toglie, questo lo sapete? Andate a cercare un po' su google e ve ne renderete conto..Il mondo va a rotoli ANCHE per gente come te ed il fatto che non si voglia dar spazio anche ad altre correnti di pensiero, implica che volutamente si vuol persistere in questo modo di vivere (precario ed instabile). Quindi bando alle ciance, se i dinosauri stanno nei musei a far la polvere, che ci stanno a fare i paleontologi che li studiano ancora??
 
 
#9 inshalla 2012-05-24 21:44
grazie pro casamassima, finalmente un commento sensato sotto questa intervista!a volte la fantascienza gioca davvero brutti scherzi!abbiamo bisogno di più fatti, concretezze, integrazione sociale vera e meno protagonismi......intelligentibus pauca....grazie ancora pro casamassima....con stima
 
 
#8 pro casamassima 2012-05-24 21:06
Caro Mmm SE TU FOSSI UN LUMINARE NON STARESTI DOVE TI RITROVI IO SARO' PURE IGNORANTE MA TU SEI UGUALE ALL'OPPOSTO DI ME...IL MONDO PURTROPPO VA A ROTOLI PERCHE' NON SI E' ACCORTO DI TE... CERTO CHE LEI HA UNA PRESUNZIONE INARRIVABILE PER NON PARLARE DELL'ARROGANZA VISTO CHE SI PERMETTE DI DARE DELL'IGNORANTE IN MANIERA COSI LEGGERA...COMUNQUE SEI UN SANTONE DA SETTA!...ANZI UN DINOSAURO E I DINOSAURI DEVONO STARE NEI MUSEI!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI