Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

FONDI PER LE FATTORIE DIDATTICHE E IL TURISMO

gal 19dic

Numerosi impegni hanno visto impegnato in questi giorni per il GAL Sud Est Barese: dopo la partecipazione alla manifestazione “Dolce Natale” a Conversano, l’appuntamento di Casamassima con i soci, i cittadini e i giornalisti, è stata l’occasione per illustrare le attività svolte e le prospettive per un 2012 che promette ancora più occasioni per lo sviluppo rurale

Dopo i saluti del sindaco, Domenico Birardi, nel suo intervento Arianna Zizzo, membro casamassimese del Cda del GAL, ha sottolineato il valore strategico delle attività di animazione del Gal sui sei territori che ne fanno parte in quanto solo la promozione congiunta può costituire un vero traino per lo sviluppo locale. Sulla stessa linea l’intervento del presidente Pasquale Redavid che ha concluso la prima parte dell’incontro evidenziando come il Gal abbia tutte le potenzialità per funzionare come agenzia di sviluppo del territorio in sinergia con enti, istituzioni e imprese private. Molto importante in questo senso risulta la partecipazione alle fiere internazionali dedicate al settore dell’ortofrutta come è stato dimostrato dalla recente partecipazione a Mac Frut a Cesena.

Il direttore tecnico del Gal Arcangelo Cirone ha poi illustrato i bandi in corso e le nuove strutture finanziate per un totale di circa 3 milioni di euro messi a bando ne sono stati spesi la metà, questo vuol dire che ci sono ancora 1,5 milioni di euro circa per lo sviluppo rurale dell’area Sud est barese. In particolare stanno per chiudersi i bandi relativi alle masserie didattiche e fattorie sociali (mis. 311, az. 2 e 3) che scade il 29 dicembre come quello per l’incentivazione di attività turistiche (mis.313, az. 4 e 5) mentre per il 27 è fissata la scadenza del bando per la fornitura di ospitalità agrituristica (mis. 311, az. 1).

Al termine è stato offerto un buffet a km 0 servito con stoviglie in materiale riciclabile e compostabile coerentemente alla mission del Gal che sostiene le produzioni locali, la valorizzazione dei prodotti di qualità e il rispetto per l’ambiente. Contestualmente è stata allestita una mostra dedicata ai Balocchi d’epoca, piccoli esempi di creatività e maestria artigianale. Un piccolo saggio del museo della civiltà contadina non ancora dotato di una sede ufficiale ma attivamente promosso da Luca Acito, presidente dell’Associazione Terra di Puglia nel mondo che ha raccolto pezzi davvero straordinari della storia contadina locale. Parte attiva nell’incontro ha avuto anche la pro loco di Casamassima che ha allestito una piccola mostra fotografica del borgo nelle quali è ancora visibile il colore azzurro che connotava anticamente le abitazioni e per le quali si è fatta promotrice dell’iniziativa “Il Paese Azzurro” per riportare il centro storico al suo colore originario. Ancora in corso a Palazzo Monacelle l’allestimento dei presepi artistici dell’Associazione Cartapestai di Casamassima, anch’essa imperdibile saggio di maestria artigianale e amore per le tradizioni.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI