Domenica 09 Dicembre 2018
   
Text Size

DEGRADO, SE QUESTA È CASAMASSIMA. ALLERTA RIBELLIONE

discarica via rutigliano_06

Lo stato di degrado di Casamassima assume connotazioni vandaliche, degne delle peggiori periferie abbandonate a se stesse e talmente depredate da evocare territori off limits.

Non è solo il caso della periferia urbana, così come la si intende solitamente: queste immagini sono state scattate a ridosso e durante i festeggiamenti della Madonna del Carmine. Un bigliettino da visita, per i “turisti” e per i “rimpatriati” appositamente per la festa, che certamente lascia intendere quali siano le priorità dell’amministrazione in pieno periodo estivo e alla vigilia di una annunciata rivoluzione fiscale.

I cittadini sono stanchi delle condizioni precarie di igiene e di salute ambientale; versano ingenti importi di Tarsu e non hanno nemmeno a disposizione i cassonetti nei quali riversare le immondizie (la differenziata e l'isola ecologica annunciate in campagna elettorale sono, al momento, un miraggio). È il caso dei residenti della zona pseudo-industriale di via Rutigliano, nei paraggi della complanare che porta verso la statale 100: “Se ha bisogno delle firme per una contestazione e/o denuncia siamo disponibilissimi, non ne possiamo più di vivere in queste condizioni. Ma dove siamo?”, ha riferito a chi scrive un automobilista mentre venivano scattate le foto: “La pulizia l’abbiamo fatta da soli, e l’azienda che dovrebbe provvedere a ripulire questa discarica abusiva a cielo aperto è assolutamente assente. Paghiamo una Tarsu elevatissima e non riceviamo in cambio alcun servizio”. E continua in preda all’esasperazione: “I cittadini poi sono di un’inciviltà estrema, passando lanciano la spazzatura dal finestrino”.

discarica via rutigliano_04

 

discarica via rutigliano_05

 

discarica via rutigliano_03

 

discarica via rutigliano_02

 

discarica via rutigliano_01

Non è la prima volta che effettuiamo la segnalazione su questa area (è da un anno che ogni tanto torniamo sull’argomento), puntualizzando che si tratta anche di inquinamento della falda acquifera (e considerato che dalle profondità di Casamassima si procura acqua che si imbottiglia, ci scapperebbe una denuncia alla Procura). In un’altra occasione abbiamo segnalato la discarica abusiva dei Raee (in zona via Sammichele) all’organismo preposto e ora quelle zone sono sotto osservazione.

Ricordiamo ai cittadini, tuttavia, che esiste una legge che prevede, per esempio, una multa da 500 a 1000 euro per chi svuota il posacenere al semaforo, lancia cartacce o mozziconi di sigarette dal finestrino, come pure lattine e bottiglie d’acqua vuote. Dovremo ridurci a fare il cane da guardia degli incivili?

Intanto, nell’ultimo consiglio comunale l’assessore all’Ambiente Gengo ha riferito d’aver fatto ripulire altre zone abusate e segnalate in articoli precedenti: siamo tornati per le verifiche del caso (pubblichiamo le immagini del prima e del dopo), ma siamo ancora abbastanza lontani dall’avere un territorio ripulito.

p-d_cassonetti via sammichele

cassonetti in zona via vecchia Sammichele

p-d_via don mazzone

parchetto di via don Mazzone

p-d_via sammichele

parchetto tra via vecchia Sammichele e via Piave

Intanto un gruppo di cittadini (lo stesso che reclamava pulizia poco tempo fa) torna a far sapere che se entro un arco di tempo ragionevole non si procede con la ripulitura di Casamassima scatta lo stato di allerta.

Per dovere di cronaca dobbiamo riferire che il contratto con l’azienda responsabile della pulizia urbana è stato prorogato.

via pasolini_01

Via Pasolini

via pasolini_02

Via Pasolini

via pasolini_03

Via Pasolini

Via Pasolini

Commenti  

 
#35 casamassimese 2011-08-16 11:45
va bene tutto. ma prima è necessario non permettere alle truffe e alla disonestà di prendere vigore come è accaduto a Casamassima. Sono pochi gli operatori ecologici che fanno veramente il loro dovere per fare altri lavori nelle ore di servizio. Chi controlla? Il comune paga milioni di euro per un servizio fatto bene eppure la città non è mai pulita Ques'estate è più pulita rispetto gli anni passati ma solo perchè c'è la novita della nuova amministrazione e sopratutto della scadenza del capitolato d'apparlto per la raccolta dei rifiuti che dovrà essere rinnovato. Tra non molto Casamassima ricadra in quello a cui tutti noi siamo abituati. La cittadinanza deve pretendere di vivere in una città civile e ben venga una dimostrzione di volontariato..ma questo non puo che essere un atto simbolico poco fruttuoso se non viene accompagnato dall'interesse verso l'ipegno politico.
 
 
#34 Daniela 2011-08-14 12:35
Caro Casamassimese,
Scusa se mi permetto ma non sono interamente daccordo con te.
Si, capisco che le persone incaricate dovrebbero impegnarsi di piu' nell'organizzazione smaltimento rifiuti sparsi nei sobborghi del paese ma, non penso come dici tu loro ricevano tutti questi soldi da noi cittadini... Alla fine chi paga di preciso? Meta' non lavora, un altro 40% non paga le tasse,resta alla fine soltanto il 10% di noi che segue le procedure e si comporta da persona civile. Una percentuale troppo bassa per l'evoluzione del paese. La polizia dell'ordine dovrebbe iniziare ad essere piu' rigida ed intrudurre multe salate per chi vandalizza il paese. Inoltre si dovrebbero utilizzare cctv camere per catturare i colpevoli. Capisco che sarebbe un progetto costoso ma sicuramente necessario per un futuro migliore.
 
 
#33 casamassimese 2011-08-13 10:35
@ Daniela : sai quanto spendiamo per tenere il paese pulito? oltre all'inciviltà del popolo si agginge l'inoperosità di chi è preposto e quindi regolarmente pagato per svolgere le attività di pulizia. Il volontariato dei cittadine puo e deve essere solo un atto simbolico per rendere visibile una protesta ma non deve sostituirsi all'ente. Tra le cose che i cittadini possono fare c'è anche quello di esigere dai politici un regolare svolgimento dei servizii di pulizia. Anche questo serve ad un popolo per diventare più civile.
 
 
#32 Daniela 2011-08-12 21:55
Ne abbiamo parlato per lungo e per largo...Ci siamo lamentati abbastanza, adesso l'unica soluzione sicura e immediata e' fare un po' di volontariato. Quindi lanciare un messaggio chiaro ai cittadini che ne hanno abbastanza, poi rimboccarsi le maniche e iniziare a pulire le aree piu' critiche.
Questo si dovrebbe svolgere quasi ogni Domenica. Se intorno si inizia a vedere ordine e pulizia, la gente si comportera' da ordinata e pulita.
Perche' aspettare che gli altri facciano qualcosa? Perche' prendersela sempre con le persone che hanno un titolo li' al comune? Lamentarsi non porta a niente :/ Bisogna lavorare insieme e mettere in atto quello che si desidera.
 
 
#31 Antonio Santorsola 2011-08-12 07:23
Chiedo scusa, mi rivolgo agli anonimi e non, soffermiamoci sul problema, il degrado a Casamassima persiste, bisogna sensibilizzare la gente e "obbligare" le autorità ad intervenire... come possiamo farlo? Ribadisco, non è sufficiente rimuovere la spazzatura, va rimossa l'inciviltà e l'ignoranza e senza colpevolizzare nessuno.
 
 
#30 arch A_P 2011-08-10 14:22
Bello sarebbe stato se le foto fossero state esposte, quartiere per quartiere, insieme ai cartelli elettorali .... mischiare una festa di tradizione religiosa ( san Rocco )con tanti ospiti non di Casamassima lo vedo sconveniente e non risolutiva .... certamente l'isola ecologica in progetto e una più accorta e puntuale presenza sul territorio con foto di CHI lascia l'oggetto e non dell'oggetto con conseguente multa ecc.ecc. risolverebbe i problemi .... Cerchiamo di essere pratici la soluzione è alla nostra portata ; se ci sono riusciti in altri comuni non capisco perchè non dobbiamo riuscirci noi ... non è nenche un problema di "CULTURA" ci sono Comuni a pochi chilometri di distanza con uno pieno di monnezza e l'altro con una percentuale di raccolta differenziata da premio... dipende dai cittadini; anche l'operato dell'Amministrazione dipende da noi , sono amici, conoscenti , abitanti di Casamassima , con gli stessi nostri problemi... anzicchè protestare proponiamo....
 
 
#29 .... 2011-08-09 18:07
Perchè si vuol insinuare una responsabilità dell'ex sindaco ?
Lui certamente ha avuto molte colpe ma gli si deve riconoscrere che non ha mai proibito nulla. Avrebbe potuto fare di più. Questo si.
Non è bello colpevolizzare gli altri con racconti subdoli, dire e non dire e lasciar pensare. Adesso tutti contro l'ex sindaco tanto non fa più paura. Anche questo è un comportamento poco edificante. E poi perchè oggi e non ieri. Avreste dovuto denunciare questa cosa al momento e non oggi.
Sarà una questione di memoria o d'ipocrisia opportunistica?. Bho.. non è dato saperlo.
 
 
#28 anonimo 2011-08-09 18:00
Lo striscione e le foto furono fatti spostare dallo stesso tizio.
Infatti lo stesso iniziò con il far spostare prima il luogo della postazione e poi quando vide le foto s'imbestiali dicendo "così mi rovinate la festa" e andò dai vigili.. e poi ne abbiam discusso tutta la sera e non si è mai parlato del sindaco.

scusami Marianna chiudo qui.
 
 
#27 laura magnifico 2011-08-09 11:39
@anonimo:caro anonimo,evidentemente la memoria ti fa brutti scherzi.il "litigio" con il membro del comitato fu per lo striscione che avevamo esposto in piazza e nn per le foto. le foto furono rimosse dopo l'intervento del comandante che ci invito per una questione di immagine verso i forestieri che prendevano parte alla festa a coprire il materiale fotografico esposto. per ovviare a questo "divieto" il giorno dopo abbiamo presidiato la piazza indossando delle magliette bianche sulle quali avevamo fatto stampare parte delle foto che rappresentavano il degrado a casamassima.se ancora la memoria nn l'accompagna,sul gruppo fb "odv casamassimafutura" puo' trovare le immagini di quella serata.
 
 
#26 marianna quarto 2011-08-09 10:46
PER MESSAGGIOallaria...........compagnuccio?? ma di che cosa stiamo parlando?? cosa sono queste chiacchiere da bar? dovrebbe assumersi la responsabilità di quanto detto senza nascondersi dietro ad un nick!!! un po di dignità!!!!ma xche non vi firmate.forse xche le vostre sono solo illazioni??? questo è il degrado piu pericoloso e piu difficile da combattere.......complimenti per il bell'esempio. non risponderò piu a queste insinuazioni di bassa lega.

ps invito ANONIMO a rivelare la sua identità non capisco tanta segretezza..mha resto allibita
 
 
#25 luca battista 2011-08-08 22:39
propongo una processione alternativa a quella del santo,dove anzi che portare in spalla il protettore da montpellier,per le strade cittadine si sfila con un bel frigorifero di quelli abbandonati nella periferia del paese,emblema della devozione da una parte e dall'altra dell'incuria del territorio di cui San ROCCO è il protettore,sono curioso di vedere chi la ferma una manifestazione così concepita.
 
 
#24 Messaggioallaria 2011-08-08 12:52
Che ipocrisia; anzichè confermare quanto detto da altri, perchè non lo dici tu in prima persona? Forse perchè era il compagnuccio della tua amica?
 
 
#23 anonimo 2011-08-08 12:05
scusate il mio anonimato e il mio intervento,.. vorrei fornire maggiori precisazioni sull'accaduto.
Ci fu l'intervento dei vigili ma solo in seguito alla richiesta di un autorevole membro del comitato feste patria che ci "invito" a non mettere le foto per una questione d'immagine.
Ci fu anche un membro del gruppo contro il degrado, una donna, che ci litigò e pianse subito dopo.
Ero presente e ricordo molto bene.

Il sindaco d'allora non c'entrava nulla. Lui ha responsabilità maggiori. Ci ha preso per i fondelli con tutte le promesse fatte alle assemblee cittadine.

Spero cmq che il nuovo sindaco voglia continuare a percorrere la strada intrapesa dall'amministrazione precedente. L'assemblea con i cittadini, nonostante tutto, è un gran segno di democrazia.
 
 
#22 ..... 2011-08-08 10:14
Grazie sig.ra Cipriano per i suoi puntuali interventi coraggiosi e chiarificatorii e condivido tutto di quanto lei scrive..ma Le chiedo siam certi che l'alto coincide sempre con la carica del sindaco? Le ricordo che a Casamassima l'alto coincide anche con altri individuii.. e poi abbiamo anche l'altissimo. Son certo che l'ex sindaco sarebbe venuto di persona a chiedervi di spostarVi e non si sarebbe avvalso del comandante. Voglio andare in fondo a questa cosa. Posso informarmi?
 
 
#21 mariannaquarto 2011-08-07 22:28
confermo quanto detto da tonia!!!adesso cosa propone??
 
 
#20 tonia cipriano 2011-08-07 16:11
due anni fa, quando stavamo organizzando la fiaccolata contro il degrado, raccogliemmo decine e decine di foto, volevamo esporle durante la festa di san rocco, ma il comandante dei vigili ci (invitò) A RIMUOVERE le foto.........questo è, o sia stata decisione del comandante o del sindaco, non è dato sapere, ma il voler nascondere lo schifo parte sempre dall'alto.
 
 
#19 .... 2011-08-06 10:13
sulla scrittura grammaticalmente corretta non ci sono dubbi. Non sei corretta per quello che scrivi. Continui ad essere vaga. Chi ha proibito di esporre le foto sul degrado? se non chiarisci questo punto tutti pensano al sindaco DE Tommaso..non credi? e visto che l'amministrazione passata non ha mai proibito nulla, ti chiedo di fare chiarezza e di illuminarci.
 
 
#18 marianna quarto 2011-08-03 11:49
rispondo a CHI NN SI FIRMA.......forse nn parlo correttamente l italiano ...ho detto,e chi era con me potrà confermalo, che due anni fa durante la festa di san rocco abbiamo esposto delle foto che documentavano il degrado del paese e ci fu detto di rimuoverle. il mio nn era un giudizio di valore sulle scelte e le politiche del centrosinistra...era una semplice precisazione.
 
 
#17 .... 2011-08-03 09:44
@ Marianna Quarto.. credo che per una corretta informazione, sia indispensabile non essere vaghi. L'amministrazione De tommaso non ha mai proibito alcun che. Le amministrazione di centrosinistra non proibiscono quasi mai. Quindi La prego di dare informozioni verietiere o quanto meno più dettagliate per evitare malinterpretazioni casuali o premeditate.
 
 
#16 Antonio Santorsola 2011-08-03 08:49
Bisognerebbe percorre la strada di una iniziativa eclatante, naturalmente nel rispetto delle regole.
Le manifestazioni contro il degrado urbano (xMarianna) sono stato un atto di civiltà e non un voler screditare il paese. E' giusto rispettare coloro che hanno devozione per il santo e quindi questa mostra potrebbe essere posizionata lontana dalle chiese e dalla piazza. Un posto adeguato sarebbe vicino alle giostre, nei pressi della scuola media, magari con dei bidoni della spazzatura che fanno da sfondo. Si tratta di un luogo comunque frequentato, e soprattutto susciterebbe l'interesse dei più giovani. Si potrebbe anche realizzare una campagna informativa con dei manifesti, nessuno potrebbe vietarne l'affissione. Ripeto, è necessario un atto eclatante che coinvolga anche i media. I soggetti organizzativi che vedo come possibili coordinatori dell'iniziativa sono la Pro Loco, l'associazione casaAMAssima Futura contro il degrado urbano e le redazioni giornalistiche di Casamassima. Se qualcuno decide di intraprendere questa iniziativa io sono disponibile a montare i gazebo ed a dare un piccolo contributo per i manifesti (). L'iniziativa però deve essere anche propositiva, al cittadino devono essere date le informazioni su come smaltire correttamente i rifiuti. Se poi dietro tutta questa spazzatura che chiamiamo inciviltà ci sono degli interessi economici, prima o poi la cosa verrà alla luce, ma solo se c'è qualcuno disposto ad accendere i riflettori.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI