Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

RILANCIO BORGO ANTICO? OCCHIO ALLE MANOVRE REGIONALI

casamassima_centro storico

È di oggi pomeriggio la notizia che il Consigliere regionale del gruppo consiliare Puglia prima di tutto, Andrea Caroppo, segretario del Consiglio regionale, avrebbe proposto (in V Commissione) di inserire tra i borghi da rilanciare quelli di Bitetto e Minervino Murge per le province a noi vicine; San Nicandro Garganico per la provincia di Foggia, e Corigliano d’Otranto, Melpignano, Minervino di Lecce, San Cassiano, Cannole, Palmariggi ed il Consorzio Intercomunale Capo S.M. di Leuca per la provincia di Lecce.

Casamassima non c’è.

Caroppo ha avanzato la mozione sulla scorta di una proposta di legge di iniziativa popolare che detta ‘Disposizioni per il recupero, la tutela e la valorizzazione dei borghi più belli d’Italia’, che avvantaggerebbe gli agglomerati insediativi che hanno ottenuto il riconoscimento dal club ‘i borghi più belli d’Italia’ o delle Bandiere arancioni o delle Città slow o dell’UNESCO: “Nel battermi per una sua rapida approvazione” – ha dichiarato – mi propongo anche di allargarne i benefici a favore di borghi quali quelli dei ‘Borghi autentici d’Italia’, che corrispondono pienamente, per fedeltà alle radici storico-culturali, configurazione urbanistica e strutture edilizie. Trattasi di agglomerati e di comunità che ancora conservano tradizioni, ritmi, stili di vita, sapori, voci, colori, che li dotano di una ospitalità dolce e spontanea, al tempo stesso semplice, calorosa, gradevole, in un ambiente ad antica dimensione umana”.

Casamassima non c’è.

Una rappresentanza dei consigli comunali ha offerto alla V Commissione il proprio contributo in merito alla proposta di legge in materia di valorizzazione dei borghi più belli d’Italia in Puglia. I sindaci di Pietramontecorvino, Cisternino e Specchia si sono espressi positivamente sulla proposta di legge che permetterebbe ai comuni designati dall’ANCI di utilizzare finanziamenti regionali per la tutela e la riqualificazione dei siti di interesse culturale. I comuni hanno accettato la richiesta da parte dell’assessore all’Urbanistica Angela Barbanente di integrare la proposta di legge al fine di affiancare ai progetti di riqualificazione urbana dei piani di gestione delle strutture che permettano di incentivare anche le attività economiche legate al territorio ed eventualmente di incidere nel piano urbanistico esecutivo.  Alla richiesta avanzata dal capogruppo Sel Michele Losappio circa la copertura finanziaria della proposta, l’assessore ha chiarito che pur mancando la copertura, l’avanzamento della proposta di legge è importante al fine di garantire ai comuni interessati un riconoscimento di priorità nell’eventuale disponibilità di fondi. Pieno accordo con quanto detto dall’assessore è stato espresso dal capogruppo Pdl Rocco Palese. Il consigliere Giovanni Epifani (Pd) ha infine portato all’attenzione della Commissione la necessità di provvedere a un simile riconoscimento per i comuni pugliesi insigniti della Bandiera Blu.

Casamassima non c’è.

Come mai?

Commenti  

 
#1 realista 2011-06-24 07:52
speriamo che il nuovo assessore ai lavovori pubblici sig. Padalino del movimento "LA PUGLIA PRIMA DI TUTTO" riesca a far rientrare il centro storico Casamassimese, nel progetto del suo collega di movimento " LA PUGLIA PTIMA DI TUTTO" consigliere Andrea Caroppo. Tutti i casamassimesi lo sperano vivamente.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI