Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

“MOBILITAZIONE” PER IL REFERENDUM. OGGI EVENTI IN PIAZZA

referendum_locandina

Tra pochi giorni si tornerà a votare, questa volta in occasione del referendum abrogativo previsto per i giorni 12 e 13 giugno. Gli italiani saranno chiamati a esprimere il loro giudizio su quattro quesiti legati a materie divenute da qualche tempo oggetto di un fervido dibattito sia tra i partiti politici che tra i comuni cittadini indecisi e talvolta poco consapevoli su quali possano essere i risvolti derivanti dalla scelta da intraprendere per ciascun quesito, quella tra un e un no.

Il Comitato Cittadino per il Referendum, costituitosi a Casamassima proprio in occasione dell’imminente referendum, ha le idee ben chiare su quella che dovrebbe tramutarsi nella scelta referendaria dei casamassimesi e da qualche settimana si sta mobilitando in tal senso affinché la cittadinanza tutta possa acquisire familiarità con i quesiti referendari e più nel dettaglio con le tematiche ad essi collegate allo scopo di permettere a ciascun individuo di esprimere la propria scelta in modo quanto più possibile consapevole.

Il Comitato si è fatto promotore di un messaggio chiaro e deciso secondo cui il 12 e 13 giugno i cittadini dovrebbero votare quattro volte SI: SI all’abrogazione delle norme che affidano a soggeti privati, scelti attraverso gara, la gestione del servizio idrico, SI all’abrogazione della norma che consente agli stessi gestori privati di aumentare le bollette relative al servizio idrico fino al 7% per adeguarle al recupero del capitale investito, SI all’abrogazione delle norme in base alle quali il Governo può costruire nuove centrali nucleari in Italia e infine SI all’abrogazione della legge sul legittimo impedimento che permette al presidente del Consiglio e a ciascun ministro di giustificare la propria assenza nell’aula di tribunale per impegni correlati al proprio ruolo istituzionale.

Lo stesso Comitato, affinché vengano raggiunti gli obiettivi prefissatosi di diffondere la conoscenza e con essa di infondere una maggiore consapevolezza relativamente al voto da esprimere, in collaborazione con il Comitato Acqua Bene Comune di Casamassima, ha promosso due iniziative, entrambe previste per la giornata di OGGI 4 giugno: “Biciclettata per il Referendum” e “Festa per il Referendum”.

La “Biciclettata per il referendum” avrà inizio con un raduno previsto per le ore 10 in Villa comunale. Da lì una formazione agguerrita e composta prevalentemente da giovani armati di bici, volantini e magliette bianche personalizzate con adesivi e cartelli partirà alla volta di alcuni punti strategici del paese.

La “Festa per il referendum” avrà invece inizio alle ore 17,30 in piazza Aldo Moro e sarà aperta a chiunque voglia saperne di più sui temi del referendum. A tale scopo saranno allestiti banchetti informativi. Sono previsti anche interventi (tra cui quello di Greenpeace), dibattiti e approfondimenti. La festa non sarà però rivolta solo agli adulti bensì anche ai più piccoli, i quali saranno coinvolti in attività di vario genere. Il tutto sarà arricchito da un’esposizione di creazioni di riciclo artistico e di dipinti curata da “Arte Misera”, da un’esposizione di disegni realizzati da bambini e da una piccola degustazione. Inoltre a partire dalle ore 20 ci si potrà intrattenere ascoltando musica dal vivo. Due gruppi hanno già confermato la loro presenza, gli OverCaos e i Ruad.

Il Comitato Cittadino per il Referendum si presenta come un gruppo spontaneo, composto per la maggior parte da giovani (ma anche da adulti) che si sono incontrati, alcuni per la prima volta, e che hanno ritenuto necessario unirsi per offrire un contributo alla causa che hanno sposato. Alcuni di loro appartengono a gruppi politici, altri no. Per tale ragione i singoli partiti non esporranno bandiere e simboli nel corso dei due eventi. Parte integrante del Comitato sono anche gli Scout della sede Casamassima 2. L’AGESCI, l’Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani, ha infatti aderito e collaborato alle iniziative soprattutto in virtù dell’importanza  che i suoi membri riconoscono a due quesiti referendari, quelli sull’acqua pubblica.

Commenti  

 
#2 UBND 2011-06-05 11:14
votare è un diritto che abbiamo conquistato con le guerre, non dimentichiamolo...andiamo a votare e votiamo con coscienza al Referendum!!
 
 
#1 carlos 2011-06-04 13:09
Bene. Massima diffusione del messaggio.
VOTARE i REFERENDUM
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI